Frasi di Alain-Fournier

 Alain-Fournier foto

18   1

Alain-Fournier

Data di nascita: 3. Ottobre 1886
Data di morte: 22. Settembre 1914

Alain-Fournier, pseudonimo di Henri Alban Fournier , è stato uno scrittore francese, morto all'età di ventisette anni dopo aver scritto un solo romanzo, Il grande Meaulnes.

Frasi Alain-Fournier


„Questa serata che avrei voluto eludere, finisce per pesarmi in modo strano. Mentre il tempo passa, e il giorno sta per chiudersi ed io lo vorrei diggià morto, ci sono uomini che in esso hanno riposto ogni speranza, ogni amore, le forze estreme. Ci sono uomini agonizzanti, altri che temono una scadenza e vorrebbero che domani non arrivasse mai; altri ancora per i quali domani spunterà come un rimorso. Certi sono sfiniti e questa notte non sarà mai abbastanza lunga per dargli tutto il riposo che occorre. Ed io, che ho buttato la mia giornata, con che diritto oso invocare il domani? (p. 207)“

„Forse quando moriremo, la morte soltanto ci darà la chiave, il seguito e la fine di quest'avventura mancata.“


„Il passato, può rinascere?“

„Come eravamo convinti, tutti e due, che la felicità era a portata di mano e che bastava mettersi in cammino per raggiungerla! (libro Il grande Meaulnes)“

„Il matrimonio è una scelta impossibile e pertanto l'unica soluzione.“

„Ho raccontato male la mia storia? Sembra non produrre l’effetto che mi aspettavo. (libro Il grande Meaulnes)“

„Insegnerei ai ragazzi a essere saggi d’una saggezza che io conosco. Non trasmetterei loro il desiderio di correre per il mondo, come senza dubbio farete voi, M. Seurel, quando sarete supplente. Insegnerei loro a scoprire quella felicità che non si vede, ma che è vicina... (libro Il grande Meaulnes)“

„Chi ha toccato una volta il paradiso, come potrebbe poi contentarsi della vita di tutti i giorni?“


„L'amore come una vertigine, come un sacrificio, e come l'ultima parola di ogni cosa.“

„L'approccio è sempre più bello che la conclusione.“

„Mi passa per la testa questo orrendo pensiero: che ho rinunciato al paradiso e sono qui a pesticciare impaziente alle porte dell'inferno. (p. 206)“

„Un testo simbolista famoso. (Giuliano Gramigna)“


„La nostra avventura è terminata. L'inverno di quest'anno è morto come la tomba. Forse quando moriremo, forse soltanto la morte potrà darci la chiave e il seguito e la fine di questa avventura mancata. (p. 166)“

„In febbraio, per la prima volta in quell'inverno, cadde la neve, seppellendo per sempre il nostro romanzo dell'anno passato, confondendo le piste, cancellando l'ultima traccia. (p. 166)“

„Questo corpo così dolcemente riapparso, non è spogliandolo che lo conosceremo meglio; da secoli, nel clima dei nostri paesi, esso è vestito; della nostra infanzia noi gli conosciamo questa veste.“

„Il "corpo della donna", non è quest'idolo pagano, questo nudo di cortigiana che Hippolyte Taine e Pierre Louys hanno esumato dai secoli greci... La donna è in primo luogo, al tempo dell'infanzia, la madre, la madre che è una veste, una gonna tra le cui pieghe ci siamo rifugiati da bambini, per cercarvi un angolo caldo dove addormentarci.“

Mostrando 1-16 frasi un totale di 18 frasi