Frasi di Alice Munro

Alice Munro foto

7   8

Alice Munro

Data di nascita: 10. Luglio 1931

Alice Munro è una scrittrice canadese, vincitrice del premio Nobel per la letteratura nel 2013, assegnatole il 10 ottobre.

Già vincitrice per tre volte del Governor General's Award, il più importante premio letterario canadese. I suoi racconti indagano le relazioni umane viste attraverso la lente della vita quotidiana, analizzando come pensieri, ricordi, segreti e premonizioni possano convivere, riuscendo a trasformare il pettegolezzo in arte. Sebbene la maggior parte delle sue short stories sia ambientata nel Southwestern Ontario, la sua fama come scrittrice di racconti è internazionale. Il suo stile, ingannevolmente semplice, "frammenta" il racconto su se stesso, interrompendolo di continuo, tornando su se stesso, aggiungendo un episodio risalente al passato. Ma trattando il passato come fosse il presente, Munro scrive di entrambi, cambiando, nelle sue raccolte di racconti, soltanto la scala e l'orizzonte della memoria con una tecnica realistica nell'effetto complessivo, ma espressionista nel linguaggio.

Frasi Alice Munro

„Era quello il genere di bugia che speravo di non dover mai più dire, il disprezzo che mi auguravo di non dover mai più mostrare, quello per le cose davvero importanti per me. E per evitarlo, dovevo in pratica stare alla larga dalle persone di mia conoscenza.“

„L'ineffabile eccitazione che si prova quando un disastro imminente promette di sollevarci da ogni responsabilità collegata alla vita. In quei casi, un senso di pudore costringe a darsi un contegno e a restare immobili.“

„Ormai sapeva che nella vita viene il momento in cui brutto e bello svolgono più o meno la stessa funzione, quando tutto ciò che guardi altro non è che un gancio a cui appendere le sensazioni scomposte del corpo, e i brandelli della mente.“