Frasi di Alice Munro

Alice Munro foto

34   10

Alice Munro

Data di nascita: 10. Luglio 1931

Alice Munro è una scrittrice canadese, vincitrice del premio Nobel per la letteratura nel 2013, assegnatole il 10 ottobre.

Già vincitrice per tre volte del Governor General's Award, il più importante premio letterario canadese. I suoi racconti indagano le relazioni umane viste attraverso la lente della vita quotidiana, analizzando come pensieri, ricordi, segreti e premonizioni possano convivere, riuscendo a trasformare il pettegolezzo in arte. Sebbene la maggior parte delle sue short stories sia ambientata nel Southwestern Ontario, la sua fama come scrittrice di racconti è internazionale. Il suo stile, ingannevolmente semplice, "frammenta" il racconto su se stesso, interrompendolo di continuo, tornando su se stesso, aggiungendo un episodio risalente al passato. Ma trattando il passato come fosse il presente, Munro scrive di entrambi, cambiando, nelle sue raccolte di racconti, soltanto la scala e l'orizzonte della memoria con una tecnica realistica nell'effetto complessivo, ma espressionista nel linguaggio.

Frasi Alice Munro


„Era quello il genere di bugia che speravo di non dover mai più dire, il disprezzo che mi auguravo di non dover mai più mostrare, quello per le cose davvero importanti per me. E per evitarlo, dovevo in pratica stare alla larga dalle persone di mia conoscenza.“

„L'ineffabile eccitazione che si prova quando un disastro imminente promette di sollevarci da ogni responsabilità collegata alla vita. In quei casi, un senso di pudore costringe a darsi un contegno e a restare immobili.“


„Ormai sapeva che nella vita viene il momento in cui brutto e bello svolgono più o meno la stessa funzione, quando tutto ciò che guardi altro non è che un gancio a cui appendere le sensazioni scomposte del corpo, e i brandelli della mente.“

„Eccola lí Enid, impegnata a consumare la vita fingendo che non fosse cosí. (libro Il sogno di mia madre)“

„Alla vita solitaria doveva essere avvezzo, dopo tutte le ore passate a guardare lontano dalla prua dei battelli. (libro Il sogno di mia madre)“

„C'è un limite alla quantità di sofferenze e di scombussolamento che si è disposti a sopportare in nome dell'amore, come c'è un limite al disordine che siamo disposti ad accettare in una casa. Non si può conoscere in anticipo, ma quando lo raggiungi, te ne accorgi. Ne sono convinta. Quando cominci veramente a lasciar perdere, succede così. Ti parte dentro una fitta di dolore segreta, inaspettata. E subito dopo, un senso di leggerezza. Vale la pena rifletterci, sulla leggerezza. Non si tratta solo di sollievo. Contiene una forma strana di piacere, niente a che fare con masochismo o vendetta, niente di personale, insomma. E' il piacere spontaneo di quando si constata che il progetto non corrisponde più alla struttura, che l'edificio non può stare su; è il piacere di riconsiderare dal principio tutto ciò che esiste di contraddittorio, persistente e irriducibile nella vita. (libro Le lune di Giove)“

„Ci sono pochi luoghi in una vita, forse persino uno solo, in cui succede qualcosa; dopodiché ci sono tutti gli altri luoghi. (libro Troppa felicità)“

„Non è prendendo in giro la vita che si ottiene la felicità. È solo attraverso la rinuncia spontanea e la rassegnazione alla perdita che ci prepariamo alla morte e che otteniamo un minimo di felicità. (libro Le lune di Giove)“