Frasi di Amaruka

 Amaruka foto

3   1

Amaruka

Amaruka o Amaru è stato un poeta indiano.

Visse tra VII e l'VIII secolo in quanto il suo nome e le sue opere sono citate da importanti retori, quali Vāmana e Ānandavardhana intorno all'800. La biografia di Amaruka è completamente sconosciuta; deve considerarsi pura leggenda il fatto che Amaruka possa identificarsi con il pensatore Adi Shankara, ossia Śaṅkara, secondo la traslitterazione in uso , il quale, per poter fronteggiare un dibattito filosofico concernente l'amore, avrebbe proiettato la propria anima nell'appena defunto re Amaru, così da poter acquisire la conoscenza delle passioni della carne frequentando l'harem del defunto sovrano.

Amaruka è considerato comunque, insieme con Kālidāsa, uno dei massimi poeti d'amore dell'India classica. La sua unica opera sopravvissuta è l'Amarukaśataka o Amaruśataka , una raccolta scritta in lingua sanscrita di strofe singole o sciolte di tema amoroso. Il testo di Amaruka è pervenuto in quattro recensioni, che complessivamente annoverano da 101 a 136 componimenti.

In ogni singolo componimento, l'autore ha cercato di trasporre su un piano poetico gli aspetti sentimentali e fisici dell'amore. Tra le altre tematiche ricorrenti affrontate dal poeta, si segnalano il potere economico e quello sociale, il rifiuto del degrado della società e della cultura.

L'opera non ha ottenuto solo un enorme successo in patria, ma è stata tradotta in svariate lingue, tra le quali l'italiano, per opera di Umberto Norsa nel 1923.

Frasi Amaruka

„All'erompere del fiore, quando l'amante in un fremere delle labbra implora segretamente un bacio, | accennando con le sopracciglia lei, vita tenue, lontana dal letto dei giochi appassionati, | celando con il lembo della veste il volto dalle guance colme di sorriso, | scuote la testa e oscilla i mazzolini alle orecchie, lentamente. (108, in Poesia indiana classica)“

„Con gli occhi malinconici, chini, umidi d'amore, | ora socchiusi come un fiore in boccio, | ora sfrontati, inquieti dalla timidezza, per un attimo | distolti quasi svelassero la folla di emozioni che si cela in cuore – | dimmi: chi è, bambina, l'uomo felice su cui posi oggi lo sguardo? (4, in Poesia indiana classica)“

„Sul petto sospesa una collana scintillante, intorno ai fianchi pieni | la fascia tintinnante, le cavigliere ai piedi di pietre risonanti: | se vai a incontrar l'amante, sciocchina, battendo simili tamburi, | perché ti guardi in giro tremando per la tanta paura? (31, in Poesia indiana classica)“