Frasi di Andrea Agnelli

Andrea Agnelli è un imprenditore e dirigente sportivo italiano, presidente della Juventus Football Club.

Più

Parma mi ricorda quella partita, al primo anno di Alessandro in bianconero, quando dopo avere segnato uno dei tre gol invece di esultare indicò chi gli aveva dato l'assist. Ebbene, quel gesto la dice lunga su che tipo di campione sia Del Piero.
Andrea Agnelli


[Sui risultati della Juventus nella stagione 2010-11] C'è tanta delusione perché alla fine di questo campionato è emerso che una serie di giocatori arrivati non hanno capito cos'è la Juventus e i giocatori che avevamo lo hanno dimenticato.
Andrea Agnelli


[Riferendosi alla situazione del calcio italiano] Piuttosto che una destinazione finale per i migliori giocatori, ora siamo un campionato di transito.
Andrea Agnelli


Se uno guarda una situazione perfetta per un top team, è una miscela di ciò che si trova in Inghilterra, in Germania, e in Spagna.
Andrea Agnelli


Juventus è conosciuta come "la fidanzata d'Italia". È probabilmente la donna con cui ognuno vorrebbe stare.
Andrea Agnelli


Se devo essere sincero, non lo so. Me lo sono chiesto anche internamente. Lo stile Juventus è qualcosa che gli altri hanno detto di noi, ma non ho mai capito esattamente cosa sia lo stile Juventus [... ] Lo stile Juventus è vincere. E quindi sì, esiste ancora da quel punto di vista.
Andrea Agnelli


A dispetto di quella che fu comunque una partita vera, abbiamo sempre fatto fatica a sentire quel trofeo come una coppa nostra.
Andrea Agnelli


Nell'analisi, nella valutazione di cosa significa gestire la Juventus nel 2016 o comunque nell'ultimo decennio [... ] e quello che invece significava gestire una squadra di calcio fino all'introduzione dei diritti televisivi, fino ai primi anni '90, erano delle necessità diverse [... ] Quando guardiamo oggi la dimensione della Juventus, [... ] abbiamo una dimensione oramai che non è più quella ludica, del divertimento e dell'hobby, ma è una vera grande azienda.
Andrea Agnelli


Credo che la sua uscita sia un fatto tecnico, d'altronde certe divergenze erano già emerse da tempo. A Moratti va riconosciuto un grande amore per l'Inter, talmente forte da avergli fatto accettare una cosa un pó folle, come lo scudetto che non ha vinto.
Andrea Agnelli


Il calcio sicuramente non è solo un gioco. Oggi è un'industria che ha la potenzialità di influenzare sia in positivo che in negativo. Da questo punto di vista spetta a chi gestisce il calcio, siano essi le istituzioni calcistiche, i club o i giocatori, assumersi le proprie responsabilità e saper indirizzare la valenza e la portata che ha il calcio nella direzione giusta.
Andrea Agnelli


Juventus e Fiat sono le due maggiori proprietà che abbiamo. [... ] Juventus e Fiat sono i comuni denominatori della storia della [nostra] famiglia.
Andrea Agnelli


La FIFA regola il tesseramento dei giocatori, stabilisce quali sono i regolamenti e detta anche i calendari, ma è sicuramente molto lontana da quelli che sono gli interessi dei club.
Andrea Agnelli


Chi lavora per la Juventus deve avere ben presente che noi gioiamo solo al raggiungimento dell'obiettivo finale, e quindi il risultato finale e quindi il trofeo, non la singola partita; la singola partita è una mentalità che non ci deve appartenere.
Andrea Agnelli


È celebre una frase dell'Avvocato in passato: «Forse uno dei fattori che ha aiutato la Juventus a diventare la squadra più tifata in Italia, è il fatto che al suo nome non avesse legato il nome di una città, permettendole automaticamente di non essere legata, e di raggiungere un gruppo che non deve sentirsi necessariamente legato ad un territorio». A me però piace ricordare l'opposto: che quando andiamo in Europa, quando si parla di Juventus, si parla di Juventus Turin, quindi si lega automaticamente quello che è il nome della squadra al nome della città. Quindi quello che per noi è importante è portare più in alto possibile il nome della nostra società che è comunque profondamente legato al nome della città. Poi da ultimo, quale che sia l'effetto, quale che sia la riconoscibilità, quando alla fine conquistiamo un trofeo, questo trofeo a Torino deve venire, quindi questo ci lega alla città. (da Fassino premia i Campioni d'Italia. AGNELLI: «Gli Scudetti sono 31. La Champions un sogno e un'ambizione». Il Sindaco: «Successo Juve è anche quello della città», tuttojuve. com, 15 maggio 2013)
Andrea Agnelli


Le nazionali tolgono i giocatori migliori ai club per circa 60 giorni all'anno. Rappresenta sicuramente una cosa unica nel suo genere. Immaginatevi un'azienda privata che presta i suoi migliori dipendenti ogni anno per una causa comune.
Andrea Agnelli


Un personaggio che con la sua intelligente ironia manca parecchio a questo calcio.
Andrea Agnelli


Mostrando 1-16 frasi un totale di 44 frasi

Circa l'autore - Andrea Agnelli

Andrea Agnelli foto

44   8

Data di nascita: 6. Dicembre 1975

Andrea Agnelli è un imprenditore e dirigente sportivo italiano, presidente della Juventus Football Club.

Autori simili

Dino Viola 8
imprenditore e dirigente sportivo italiano 1915 – 1991
Paolo Mantovani 16
imprenditore e dirigente sportivo italiano 1930 – 1993
Angelo Massimino 6
imprenditore e dirigente sportivo italiano 1927 – 1996
Massimo Moratti foto
Massimo Moratti 42
imprenditore e dirigente sportivo italiano 1945
Claudio Lotito foto
Claudio Lotito 43
imprenditore e dirigente sportivo italiano 1957
Costantino Rozzi foto
Costantino Rozzi 35
dirigente sportivo e imprenditore italiano 1929 – 1994
Luciano Moggi foto
Luciano Moggi 45
dirigente sportivo italiano 1937
Giuseppe Prisco 36
avvocato e dirigente sportivo italiano 1921 – 2001
Alessandro Altobelli foto
Alessandro Altobelli 7
calciatore e dirigente sportivo italiano 1955
Giorgio Chinaglia foto
Giorgio Chinaglia 3
dirigente sportivo e calciatore italiano 1947 – 2012