Frasi di Björn Borg

Björn Borg foto

20   5

Björn Borg

Data di nascita: 6. Giugno 1956

Björn Rune Borg è un ex tennista svedese.

È stato numero uno del mondo ed è considerato tra i più grandi tennisti della storia del tennis. Tra il 1974 e il 1981 fu il primo professionista di sesso maschile a vincere 11 titoli del Grande Slam: sei al Roland Garros e cinque consecutivi a Wimbledon.

Borg batté numerosi record dell'era Open che ancora resistono nel 2016, vincendo il 41% dei tornei del Grande Slam che disputò e il 90% dei singoli match di quei tornei, vincendo sia l'Open di Francia che Wimbledon per tre anni consecutivi, e vincendo tre tornei del Grand Slam senza perdere un set. Inoltre, la sua percentuale di vittorie in carriera è dell'82.74% degli incontri disputati, e del 70% contro giocatori all'epoca fra i primi dieci al mondo.

La sensazionale ascesa di Borg iniziata quando era ancora adolescente, contribuì alla popolarità dell'intero movimento tennistico nel corso degli anni settanta. Il circuito professionistico diventava via via più redditizio, e nel 1979 Borg divenne il primo tennista a guadagnare più di un milione di dollari di montepremi in una sola stagione. Il logorio psicofisico per una già lunga carriera lo portò ad abbandonare il tennis a soli 26 anni, causando sconcerto nel mondo tennistico.

Frasi Björn Borg

„Se hai paura di perdere, non oserai vincere. [fonte 5]“

„Nessuno ha un senso dell'amicizia come John. Ed è anche bravissimo come marito e come padre. E credo che ancora oggi molti apprezzino quello che noi due abbiamo dato al tennis. [fonte 4]“


„[Dopo il ritiro] So che mi potrà effettivamente capitare di sentire voglia di ricominciare, ma non lo farò mai. So che significa giocare ad alto livello, quali sforzi si debbano affrontare. (p. 92)“

„Dipendeva tutto da lui, da quel matto di Tanner. Aspettavo quelle battute a centocinquanta miglia, delle quali una spezzò addirittura il tirante della rete. Non capivo quasi mai dove sarebbero atterrate. Quando pensavo di avere poche chances, mi fece omaggio di due o tre punti. Bastarono. [fonte 1]“

„Federer è il ragazzo migliore e il miglior campione a cui cedere il mio record. E sono sincero: i record sono fatti per essere battuti. Per me è il più forte di tutti e, se non perderà le motivazioni, non vedo perché non dovrebbe ancora vincere e vincere ancora Wimbledon, altre 3-4 volte. Certo la rivalità Federer-Nadal è fondamentale, ancor di più per il loro contrasto di stile. I loro match mi divertono sempre. [fonte 2]“

„Dal punto di vista emotivo per me sarebbe stato molto duro tornare a Wimbledon prima. [... ] Molti hanno detto che io ce l'avevo con Wimbledon. Non era affatto vero. Adoro quel torneo. Adoro il suo pubblico. È un torneo tutto speciale, è come la terra benedetta. (p. 42)“

„Non riesco a prendermela con Nastase quando lui dà i numeri. Quando usciamo dal campo ogni cosa torna al suo posto e siamo amici come prima. (p. 71)“

„Tra gli undici e i dodici anni imprecavo e sbattevo per terra le racchette. Ero quanto di peggio un ragazzino poteva essere su un campo da tennis. (p. 57)“


„Nel 1977 l'ho visto qui a Wimbledon per la prima volta, l'anno dopo mi ha battuto facile a Stoccolma, a casa mia. Poi in America giocammo un paio di grandi match, e iniziammo a rispettarci. A quei tempi John in campo dava fuori di matto, un giorno lo presi da parte gli dissi: "Ehi, prenditela calma, dovresti divertirti a giocare."[fonte 4]“

„[Nel 2007] Semplicemente lui non ha punti deboli. È davvero un piacere vederlo giocare. Per me, Roger Federer è il modello giusto per chiunque voglia diventare un giocatore di tennis. È un piacere vederlo giocare. La sua esecuzione dei colpi è migliorata e dubito che esista un colpo che lui non possa fare, in qualsiasi parte del campo... Quando tocca a Roger, tutti i record crolleranno. Lui è un giocatore davvero completo e credo che nessuno potrà fare meglio di lui per molto tempo.“

„Ho deciso che non venderò mai trofei e racchette e per questo le ho ritirate dall'asta. Ho capito che questi oggetti mi legano troppo alle mie vittorie; ero solo stufo di vedere troppi trofei in casa, avrebbero fatto felice un super-fan del tennis. [fonte 3]“

„[Sulla rivalità con John McEnroe] Io forse ero appena un po' più calmo. Veniamo da due culture diverse, ma in realtà eravamo più simili di quanto sembrava: tutti due detestavamo perdere e volevamo essere i migliori del mondo. [fonte 4]“


„Un'altra somiglianza che mi accomuna a Nadal è che gli altri giocatori sanno di dover giocare il loro miglior tennis contro di lui. Parte quindi già avvantaggiato, perché nessuno lo ha mai visto giocare una brutta partita sulla terra. Lo sto guardando da tre, quattro anni. E mentalmente è molto forte. Perché sulla terra, gioca ogni punto come fosse un match point. È questo il punto. [fonte 7]“

„[Sulla finale di Wimbledon 1981] A dire il vero non ero poi così deluso. Di tutte le finali che avevo giocato a Wimbledon, quella è l'unica che avrei dovuto vincere. John non aveva giocato bene e se io fossi stato un po' più concentrato, avrei vinto tutti i set. Ma in fin dei conti non me la presi molto a cuore. Non me ne importava. Era strano... Avevo sempre puntato in alto. Tutti i giocatori volevano battermi e la gente si aspettava molto da me. Non c'era giorno della settimana che mi potessi permettere di non sentirmi motivato. Ero quello che non poteva perdere mai. (p. 39)“

„[Spiegando il precoce ritiro] La mia vita è stata tennis, tennis e poi tennis. A un certo punto non sono stato più in grado di sopportare la cosa. Non so se ero stanco di giocare o se mi avesse stancato tutto quello che ruotava attorno al tennis, quel che è certo è che volevo una vita mia. (p. 47)“

„Per i primi tre anni, non ho mai avuto un allenatore. È per questo forse che ho dei colpi così poco convenzionali – il rovescio a due mani, e così via. Tutti mi dicevano di smetterla di giocare in quel modo, ma io sentivo che era così che dovevo giocare. Quello che importa non è come colpisci la palla, ma se la palla passa o meno al di là della rete. E quando ci riesci, è bellissimo. Se ti inventi un colpo tutto tuo, un colpo che funziona, e se ti piace giocare così, continua a tirarlo nello stesso modo, anche se non è "classico". Non cercare di cambiarlo. (p. 56)“

Mostrando 1-16 frasi un totale di 20 frasi