Charles Baudelaire frase #147787

Charles Baudelaire foto
Charles Baudelaire 125
poeta francese 1821 – 1867
„Non pretendo che la gioia non possa accompagnarsi alla bellezza; ma dico che la gioia è uno degli ornamenti più volgari, mentre la malinconia è della bellezza, per così dire, la nobile compagna, al punto che non so concepire un tipo di bellezza che non abbia in sé il dolore. (da Opere postume)“

Frasi di Charles Baudelaire

Charles Baudelaire foto

125   118

Charles Baudelaire

Data di nascita: 9. Aprile 1821
Data di morte: 31. Agosto 1867
Altri nomi: Charles Pierre Baudelaire

Charles Pierre Baudelaire è stato un poeta, scrittore, critico letterario, critico d'arte, giornalista, aforista, saggista e traduttore francese.

È considerato uno dei più importanti poeti del XIX secolo, esponente chiave del simbolismo, affiliato del parnassianesimo e grande innovatore del genere lirico, nonché anticipatore del decadentismo. I fiori del male, la sua opera maggiore, è considerata uno dei classici della letteratura francese e mondiale.

Il pensiero e la biografia di Baudelaire hanno influenzato molti autori successivi a lui , appartenenti anche a correnti letterarie e vissuti in periodi storici differenti, e viene ancor oggi considerato non solo come uno dei precursori della letteratura decadente , ma anche di quella poetica e di quella filosofia nei confronti della società, dell'arte, dell'essenza dei rapporti tra esseri umani, dell'emotività, dell'amore e della vita che lui stesso aveva definito come "modernismo".

Frasi Charles Baudelaire

„Non pretendo che la gioia non possa accompagnarsi alla bellezza; ma dico che la gioia è uno degli ornamenti più volgari, mentre la malinconia è della bellezza, per così dire, la nobile compagna, al punto che non so concepire un tipo di bellezza che non abbia in sé il dolore. (da Opere postume)“

„Quest'orrore della solitudine, questo bisogno di dimenticare il proprio io nella carne esteriore, l'uomo lo chiama nobilmente bisogno d'amare.“


„Ma che importa l'eternità della dannazione a chi ha provato, in un secondo, l'infinito della gioia? (da Lo Spleen di Parigi)“

„Ho trovato la definizione del Bello, del mio Bello. È qualcosa di ardente e di triste… Una testa seducente e bella, una testa di donna, voglio dire, è una testa che fa sognare insieme ma in un modo confuso – di voluttà e di tristezza; che comporta un'idea di malinconia, di stanchezza, anche di sazietà. (1942)“

„Vieni, gatto bello, sul mio cuore innamorato; | tieni strette l'unghie nelle zampe, | e lasciami annegare nei tuoi occhi belli | fatti d'agata e metallo. (Il gatto, 1996)“

„Assai più che la Vita | è la Morte a tenerci sovente con lacci sottili. (Semper eadem, 1996)“

„Per comporre i miei versi in castità voglio, come gli astrologhi, dormire accanto al cielo, vicino ai campanili, e ascoltare sognando i loro inni solenni dissipati dal vento. (da Paesaggio)“

„Uomo libero, sempre tu amerai il mare! Il mare è il tuo specchio; tu miri, nello svolgersi infinito delle sue onde, la tua anima. Il tuo spirito non è abisso meno amaro. (L'uomo e il mare, 2006)“


„Ciò che ho sempre trovato di più bello, a teatro, è il lampadario. (da Diari Intimi)“

„Viso in pianto asciugato dalla brezza, il mattino è percorso da un fremito di cose che svaniscono; l'uomo è stanco di scrivere, e la donna d'amare. (da Crepuscolo del mattino)“

„Amare le donne intelligenti è un piacere da pederasti.“

„Noi vogliamo, per quel fuoco che ci arde nel cervello, tuffarci nell'abisso, Inferno o Cielo, non importa. Giù nell'Ignoto per trovarvi del nuovo. (da Il viaggio)“


„Chi non sa popolare la propria solitudine, nemmeno sa esser solo in mezzo alla folla affaccendata. (La solitudine)“

„Poiché vi sono sensazioni deliziose in cui la vaghezza non esclude l'intensità, e non c'è punta più acuminata dell'Infinito. (Il confiteor dell'artista)“

„La voluttà unica e suprema dell'amore sta nella certezza di fare il male. E l'uomo e la donna sanno [... ] che nel male è ogni voluttà. (1942)“

„Esistono solo tre esseri degni di rispetto: il sacerdote, il soldato, il poeta. Conoscere, uccidere, creare. (da Il mio cuore messo a nudo)“

Mostrando 1-16 frasi un totale di 125 frasi