Frasi di Giorgio Gaber

Giorgio Gaber foto

94   116

Giorgio Gaber

Data di nascita: 25. Gennaio 1939
Data di morte: 1. Gennaio 2003

Giorgio Gaber, nome d'arte di Giorgio Gaberščik , è stato un cantautore, commediografo, regista teatrale e attore teatrale e cinematografico italiano tra i più influenti dello spettacolo e della musica italiana del secondo dopoguerra.

Affettuosamente chiamato "Il Signor G" dai suoi estimatori, è stato anche un chitarrista di valore, tra i primi interpreti del rock and roll italiano .

Molto apprezzate sono state anche le sue performance come autore ed attore teatrale; è stato iniziatore, assieme al suo collaboratore Sandro Luporini, del "genere" del teatro canzone.

Tra le varie dediche, nel 2004, a Giorgio Gaber viene intitolato il rinnovato auditorium sotterraneo del Grattacielo Pirelli di Milano.

Per Gaber... io ci sono è il titolo del triplo cd evento uscito il 13 novembre 2012, a quasi dieci anni dalla morte del grande cantautore milanese, con cinquanta artisti che hanno reinterpretato i suoi brani.

È uno tra gli artisti con il maggior numero di riconoscimenti da parte del Club Tenco, con due Targhe ed un Premio Tenco.

Frasi Giorgio Gaber

„Chi non ha mai commesso l'errore di togliersi i pantaloni prima delle scarpe, costui non sa niente dell'amore. (da Prima dell'amore)“

„Sarei certo di cambiare la mia vita se potessi cominciare a dire noi. (da Canzone dell'appartenenza)“


„Un uomo sapiente può godere l'intero spettacolo del mondo soltanto con l'aiuto dei sensi e del pensiero“

„L'appartenenza non è lo sforzo di un civile stare insieme non è il conforto di un normale voler bene l'appartenenza è avere gli altri dentro di sé. (da Canzone dell'appartenenza)“

„Mio padre è mio padre | mio padre è un brav'uomo | mio padre tratta tutti da cretini | i vecchi bisogna ammazzarli da bambini. (da Eppure sembra un uomo, n. 4)“

„Anche per oggi non si vola. (da La leggerezza)“

„Abbiamo fatto l'Europa, ora facciamo anche l'Italia. (da Io non mi sento italiano)“

„Uuuuh, che noia qui al bar, che noia la sera, la sera vedersi qui al bar | Che noia qui al bar [... ] Ma per fortuna che c'è il Riccardo | che da solo gioca a biliardo | non è di grande compagnia | ma è il più simpatico che ci sia. (da Il Riccardo, 1969)“


„Sul muro c'era scritto | «Alzateci il salario». | L'ha cancellato un grande cartellone | con scritto «Costa meno il mio sapone». (da Eppure sembra un uomo, n. 4)“

„La libertà non è star sopra un albero, | non è neanche il volo di un moscone, | la libertà non è uno spazio libero, | libertà è partecipazione. (da La libertà)“

„Non si è mai abbastanza coraggiosi
da diventare vigliacchi definitivamente. (da La paura)“

„Bolognesi! Ricordatevi: Sting è molto bravo, però tenetevi il vostro Guccini. Uno che è riuscito a scrivere 13 strofe su una locomotiva, può scrivere davvero di tutto.“


„L'importante è insegnare quei valori che sembrano perduti, con il rischio di creare nuovi disperati. (da Il tutto è falso)“

„Il pensare... sì, il pensiero in sé, senza farci niente di utile... che godimento. Peccato che non ti paga nessuno per pensare. «Ho pensato otto ore»... E chi ti crede?... In India, in India ti credono.“

„Vivere, non riesco a vivere | ma la mente mi autorizza a credere | che una storia mia, positiva o no | è qualcosa che sta dentro la realtà. (da Far finta di essere sani, n. 2)“

„Il mio orgoglio non è amore per me stesso. Se mi amassi non mi prenderei a calci come faccio. Il mio orgoglio è... è per come si dovrebbe essere. Il mio orgoglio è lo schifo di tutto e di tutti. Di te, ma anche di me... di me un po' meno.“

Mostrando 1-16 frasi un totale di 94 frasi