Frasi di Jean Piaget

Jean Piaget foto

13   2

Jean Piaget

Data di nascita: 9. Agosto 1896
Data di morte: 16. Settembre 1980

Jean Piaget è stato uno psicologo, biologo, pedagogista e filosofo svizzero.

È considerato il fondatore dell'epistemologia genetica, ovvero dello studio sperimentale delle strutture e dei processi cognitivi legati alla costruzione della conoscenza nel corso dello sviluppo, e si dedicò molto anche alla psicologia dello sviluppo.


„L'animismo infantile è la tendenza a concepire le cose come viventi e dotate d'intenzionalità. (p. 34)“

„Al momento dell'apparizione del linguaggio, il bambino si trova alle prese non più soltanto con l'universo fisico, come gli accadeva prima, ma con due nuovi mondi, d'altronde strettamente collegati tra loro: il mondo sociale e quello delle rappresentazioni interiori. (p. 26)“


„Impariamo di più quando dobbiamo inventare.“

„Sfortunatamente per la psicologia, tutti pensano di essere psicologi.“

„Il pensiero scientifico non è momentaneo; non è un'istanza statica; è un processo.“

„L'obiettivo principale dell'educazione nelle scuole dovrebbe essere quello di creare uomini e donne che siano capaci di fare cose nuove, non soltanto di ripetere semplicemente ciò che le altre generazioni hanno fatto.“

„I sistemi naturali sono soggetti non solo a evoluzioni ma a rivoluzioni, cioè dipendono non solo da leggi e fattori causali, ma anche da eventi non prevedibili con elevata probabilità e dalle decisioni individuali e collettive di esseri umani, mai regolate da leggi di tipo deterministico.“

„Solo l'educazione è capace di salvare le nostre società da un possibile collasso, violento, oppure graduale.“


„Lo sviluppo mentale è una costruzione continua, paragonabile a quella di un vasto edificio che ad ogni aggiunta divenga più solido, o piuttosto alla messa a punto di un delicato meccanismo.“

„La società ha inizio a partire da due individui, quando il rapporto fra questi individui modifica la natura del loro comportamento. (da Il giudizio morale nel fanciullo, a cura di G. Petter, traduzione di B. Garau, Taylor & Francis, 1996)“

„Un aspetto colpisce nel pensiero del bambino piccolo: il soggetto afferma sempre, e non dimostra mai. (p. 37)“

„La prima morale del bambino è quella dell'obbedienza, e il primo criterio del bene è per molto tempo, per i più piccoli, la volontà dei genitori. (p. 44)“

„I bambini capiscono benissimo che la prima bugia ha lo scopo di ottenere una ricompensa non meritata, mentre la seconda è una semplice esagerazione. (p. 45)“