Frasi di Jean Racine

Jean Racine foto

34   0

Jean Racine

Data di nascita: 22. Dicembre 1639
Data di morte: 21. Aprile 1699
Altri nomi: Jean Babtiste Racine

Jean Racine è stato un drammaturgo e scrittore francese.

Racine fu il massimo esponente, assieme a Pierre Corneille, del teatro tragico francese del Seicento.


„Ma senza denaro l'onore non è altro che una malattia.“

„Ti amavo incostante, che cos'avrei fatto se fossi stato fedele?“


„Ma adesso la mia innocenza comincia a pesarmi.“

„Quanto crede l'amore in tutto ciò che spera!“

„Il giorno non è più puro delle profondità del mio cuore.“

„In fede mia, nell'avvenire è sciocco chi si fiderà:
Chi ride venerdì, domenica piangerà.“

„Che cosa non può raggiungere l'amicizia condotta dall'amore!“

„La mia sola speranza riposa nella mia disperazione.“


„Bisogna credersi amato per credersi infedele. (libro Andromaca)“

„L'ho amata troppo per non detestarla ora.“

„La fede che non agisce può dirsi sincera?“

„Non è più un ardore celato nel mio sangue; è Venere completa, attaccata alla sua preda.“


„Fra i sentimenti, una grande mente apprende la diffidenza per ultima.“

„Voi amate. Non si può vincere il proprio destino: da un fascino fatale foste travolta...“

„I piccoli crimini precedono sempre quelli grandi. Non abbiamo mai visto una timida innocenza passare improvvisamente all’estrema licenziosità.“

„Se abbraccio il mio rivale è solo per soffocarlo. (libro Britannico)“

Mostrando 1-16 frasi un totale di 34 frasi