Frasi di Karl Kraus

Karl Kraus foto

189   13

Karl Kraus

Data di nascita: 28. Aprile 1874
Data di morte: 12. Giugno 1936

Karl Kraus è stato uno scrittore, giornalista, aforista, umorista, saggista, commediografo, poeta e autore satirico austriaco.

Viene generalmente considerato uno dei principali autori satirici di lingua tedesca del XX secolo, ed è noto specialmente per le sue critiche altamente ironiche e taglienti alla cultura, alla società, ai politici tedeschi e ai mass media.

Frasi Karl Kraus

„Come cominciano le guerre? I diplomatici raccontano bugie ai giornalisti, poi credono a quello che leggono.“

„Ci sono imbecilli superficiali e imbecilli profondi.“


„L'entusiasmo serve a "lanciarsi". Se non è d'aiuto, si può sfruttare la delusione con buona pace della coscienza. (30 novembre 1908)“

„Ciò che entra con facilità nell'orecchio ne esce con facilità. Ciò che entra con difficoltà nell'orecchio, ne esce con difficoltà. Questo vale per lo scrivere ancor più che per il fare musica.“

„Non si può nemmeno immaginare quanto la vita potrebbe essere libera da peccati se la morale non si scandalizzasse! (22 maggio 1908)“

„Napoli è una città altamente morale dove si possono cercare mille ruffiani prima di trovare una prostituta. (31 ottobre 1910)“

„Chi non scava mai la fossa agli altri ci casca dentro lui.“

„La bruttezza del presente ha valore retroattivo.“


„Le chiacchiere dal barbiere sono la prova irrefutabile che le teste stanno lì solo per via dei capelli. (da Aphorismen, p. 64)“

„Quando non si sa scrivere, un romanzo riesce più facile di un aforisma.“

„Le conversazioni dal parrucchiere sono la prova inconfutabile che le teste servono per i capelli.“

„Lui era così incauto che le toglieva via a ogni passo le pietre dalla strada. Così si prese un calcio.“


„Quando il sole della cultura è basso, i nani hanno l'aspetto di giganti“

„Uno che sa scrivere aforismi non dovrebbe disperdersi a fare dei saggi.“

„Non mi piace la bistecca che un altro ha già assaggiato", disse un forte mangiatore dell'amore. Ma poi divenne un boccone per una forte mangiatrice. (12 marzo 1906)“

„Bisogna leggere due volte i miei lavori, per avvicinarsi a essi. Ma non ho nulla in contrario se li si legge tre volte. Comunque preferisco che non li si legge affatto, se li si deve leggere una volta sola. Non vorrei prendere alcuna responsabilità per le congestioni di una testa vuota che non ha tempo.“

Mostrando 1-16 frasi un totale di 189 frasi