Frasi di Marco Aurelio pagina 3

„Nulla viene dal nulla, come nulla ritorna nel nulla. (da Pensieri, 1989)“

„Sono composto da un fattore casuale e da un fattore materiale; nessuno dei due scomparirà nel nulla. Ogni parte di me sarà, dunque, sottoposta a trasformazione per diventare altra parte del mondo e di nuovo quella si trasformerà in altra parte del mondo e così all'infinito. (da Pensieri, 2008; V, 13)“


„Non disprezzare la morte ma accoglila di buon grado perché anch'essa è un ente tra quelli che natura vuole. (da Pensieri, 2008; IX, 3)“

„Oh, quanto tempo guadagna, chi non attende a quello che il prossimo dice, fa o pensa!“

„La morte, la vita, la fama, l'infamia, il dolore, il piacere, la ricchezza, la povertà, tutto ciò tocca ugualmente a buoni e cattivi, non essendo queste cose né belle né brutte; e, dunque, neppure beni o mali. (da Pensieri, 2008; II, 11)“

„Solo il presente ci è tolto, dato che solo questo abbiamo. (da Pensieri, 2008; II, 14)“

„Questi due principi bisogna avere sempre pronti: l'uno, compiere unicamente quelle azioni che i principi dell'arte di re e di legislatore possono suggerire per il benessere dell'umanità, l'altro, cambiare idea, se c'è qualcuno capace di correggerti e di distoglierti. (da Pensieri, 2008; IV, 12)“

„A me ben si adatta, o mondo, ogni cosa che a te si adatta: non viene per me in anticipo né in ritardo ciò che per te è tempestivo. È per me frutto ogni cosa mi rechino le tue stagioni, o natura: da te viene ogni cosa, in te è ogni cosa, a te va ogni cosa. (da Pensieri, 2008; IV, 23)“


„[... ] Ma bisogna ormai, una buona volta, che ti renda conto di quale mondo sei parte, che capisca di quale realtà che governa il mondo sei efflusso e che un limite di tempo ti è fissato, [... ] (da Pensieri, 2008; II, 4)“

„Quand'anche tu avessi da vivere tremila anni moltiplicati per diecimila, nondimeno ricorda che nessuno perde una vita altra da quella che vive, né vive altra vita da quella che perde [... ] (da Pensieri, 2008; II, 14)“

„Ogni evento è così ordinario e familiare come la rosa in primavera e la frutta d'estate. Fatti del genere sono la malattia, la morte, l'oltraggio, l'insidia e quante altre realtà rallegrano o deprimono gli stolti. (da Pensieri, 2008; IV, 44)“

Mostrando 33-43 frasi un totale di 43 frasi