Frasi di Maria Kuncewiczowa

Maria Kuncewiczowa foto

6   3

Maria Kuncewiczowa

Data di nascita: 30. Ottobre 1895
Data di morte: 15. Luglio 1989

Maria Kuncewiczowa è stata una scrittrice polacca, tra le più significative esponenti della corrente psicologica e di costume della narrativa contemporanea.

Ha studiato letteratura e musica a Cracovia, a Varsavia e a Parigi. Ha pubblicato i suoi scritti tra l'altro nel settimanale Bluszcz. Nel 1938 è stata insignita con l'Alloro d'Oro dalla Accademia Polacca della Letteratura. Dopo il 1939 ha vissuto in Francia, Inghilterra e USA. Ha passato gli ultimi anni della sua vita a Kazimierz nad Wisłą in Polonia. Vincitrice di numerosi premi. Nel 1989 Uniwersytet Marii Curie-Skłodowskiej le ha dato la laurea ad honorem. Il suo romanzo più noto è intitolato La straniera .

Le opere più importanti:

Cudzoziemka ; trad. it. La straniera, Milano 1939.

Zmowa nieobecnych

Leśnik

Gaj oliwny

Tristan 1946

Kuncewiczowa ha scritto anche l'antologia della letteratura polacca contemporanea in inglese: The Modern Polish Prose e The Modern Polish Mind .


„In Brahms sono una cosa sola la tristezza e la gioia, la vittoria e la disfatta. Non c'è posto né per il desiderio, né per il rimpianto. Non ci sono segreti. Non c'è bisogno di Dio: c'è tutto. (p. 240)“

„Se una notte di plenilunio è bella, essa è perfetta, e nulla manca né in cielo né in terra: nel cielo che contempliamo e nella notte accecata dal suo splendore. (p. 240)“


„Dio ci dà e Dio ci toglie, e l'uomo non può opporsi alla volontà della Provvidenza! (p. 63)“

„La morte è sempre e dovunque terribile per una creatura che è nata e che non ha vissuto. Che non ha vissuto affatto: capisci, che non ha vissuto! (p. 169-170)“

„Sai che cosa mi piace? Che dinanzi a un quadro di soggetto sacro si provi il senso d'un altro mondo senza scorie terrene. Come ad esempio in Leonardo da Vinci".
Gettò uno sguardo obliquo e turbato verso l'opera di Witz [Crocifissione]:
Là tutto resta così umano. Soffrono, gemono e muoiono! (p. 98-99)“

„Oh, chi riaccenderà | lo spento amore? | La notte scenderà | giù nel mio cuore! (p. 44)“