Frasi di Marshall McLuhan

Herbert Marshall McLuhan è stato un sociologo, filosofo, critico letterario e professore canadese.

La fama di Marshall McLuhan è legata alla sua interpretazione innovativa degli effetti prodotti dalla comunicazione sia sulla società nel suo complesso sia sui comportamenti dei singoli. ... Più

Essa parola scritta non risponde più al bisogno dell'informazione totale. È stata inghiottita dall'immagine. (citato in Ester Dinacci, Realtà della Germania)
Marshall McLuhan


Nella Chiesa si entra in silenzio e in ginocchio. Invece c'è la tendenza a salire subito sul pulpito.
Marshall McLuhan


Il sensazionalismo ed il sadismo sono termini quasi gemelli.
Marshall McLuhan


Tutti i media hanno come primo fine quello di ammettere nella nostra vita percezioni artificiali e valori arbitrari.
Marshall McLuhan


Il cambiamento dei costumi mentali è un processo impersonale irresponsabile ed inconscio che rende privi di difese sia l'individuo sia la massa.
Marshall McLuhan


Nulla retrocede come il successo.
Marshall McLuhan


Una volta che abbiamo consegnato in nostri sensi e i nostri sistemi nervosi alle manipolazioni di coloro che cercano di trarre profitti prendendo in affitto i nostri occhi, le orecchie e i nervi, in realtà non abbiamo più diritti. Cedere occhi, orecchie e nervi a interessi commerciali è come consegnare il linguaggio comune a un'azienda privata o dare in monopolio a una società l'atmosfera terrestre.
Marshall McLuhan


La risposta è sempre all'interno del problema, non al di fuori. (citato in Focus, n. 98, p. 188)
Marshall McLuhan


Ogni giorno l'uomo medio è ridotto in poltiglia servile.
Marshall McLuhan


Un punto di vista può essere un lusso pericoloso se si sostituisce all'intuizione e alla comprensione.
Marshall McLuhan


L'America è l'unico paese fondato sulla parola stampata.
Marshall McLuhan


La nuova interdipendenza creata dall'elettronica ricrea il mondo ad immagine di un villaggio globale. (libro Capire i media. Gli strumenti del comunicare)
Marshall McLuhan


Fotografia, foto-grafia, significa scrivere con la luce. La fotografia, il cinema, conferiscono una specie di immortalità, una preminenza alle immagini e non alla vita reale.
Marshall McLuhan


I nordamericani hanno una particolare predisposizione: vanno fuori per stare soli e vanno a casa per essere socievoli.
Marshall McLuhan


Non ci sono passeggeri sulla nave spaziale Terra. Siamo tutti parte dell'equipaggio.
Marshall McLuhan


Il contenuto di un medium è sempre un altro medium. (libro Capire i media. Gli strumenti del comunicare)
Marshall McLuhan


Mostrando 1-16 frasi un totale di 94 frasi

Circa l'autore - Marshall McLuhan

Marshall McLuhan foto

94   11

Data di nascita: 21. Luglio 1918
Data di morte: 31. Dicembre 1980

Herbert Marshall McLuhan è stato un sociologo, filosofo, critico letterario e professore canadese.

La fama di Marshall McLuhan è legata alla sua interpretazione innovativa degli effetti prodotti dalla comunicazione sia sulla società nel suo complesso sia sui comportamenti dei singoli. La sua riflessione ruota intorno all'ipotesi secondo cui il mezzo tecnologico che determina i caratteri strutturali della comunicazione produce effetti pervasivi sull'immaginario collettivo, indipendentemente dai contenuti dell'informazione di volta in volta veicolata. Di qui la sua celebre tesi secondo cui "il medium è il messaggio".

Autori simili

Gøsta Esping-Andersen foto
Gøsta Esping-Andersen 3
sociologo danese 1947
Keanu Reeves foto
Keanu Reeves 20
attore canadese 1964
Alice Munro foto
Alice Munro 34
scrittrice canadese 1931
Avril Lavigne foto
Avril Lavigne 20
cantante canadese 1984
David Cronenberg foto
David Cronenberg 11
regista canadese 1943
Gregory Bateson 14
antropologo, sociologo e psicologo britannico 1904 – 1980
Ivan Illich foto
Ivan Illich 59
scrittore, filosofo, sociologo, teologo 1926 – 2002
Edgar Morin foto
Edgar Morin 23
filosofo e sociologo francese 1921
Herbert Marcuse foto
Herbert Marcuse 28
filosofo, sociologo e politologo tedesco 1898 – 1979
Paul Feyerabend foto
Paul Feyerabend 7
filosofo e sociologo austriaco 1924 – 1994