Frasi di Michelangelo Antonioni

Michelangelo Antonioni foto

8   0

Michelangelo Antonioni

Data di nascita: 29. Settembre 1912
Data di morte: 30. Luglio 2007

Michelangelo Antonioni è stato un regista, sceneggiatore, montatore, scrittore e pittore italiano, considerato uno dei maggiori registi della storia del cinema.

Autore di riferimento del cinema moderno, fin dall'esordio nel 1950 con Cronaca di un amore, pellicola che "segna la fine del neorealismo e la nascita di una nuova stagione del cinema italiano", Antonioni ha firmato alcune delle pagine più intense e profonde del cinema degli anni sessanta e settanta.

In particolare, tra il 1960 e il 1962, grazie alla sua celebre "trilogia dell'incomunicabilità", composta dai tre film in bianco e nero, L'avventura, La notte e L'eclisse , considerati a buon diritto le prime opere cinematografiche che affrontano i moderni temi dell'incomunicabilità, dell'alienazione e del disagio esistenziale, Antonioni riesce a "rinnovare la drammaturgia filmica" e a creare un forte "smarrimento" tra pubblico e critica, che accolgono queste opere "formalmente molto innovative" in "maniera contrastante".

Con i successivi Il deserto rosso e Blow-Up si consacra definitivamente all'attenzione internazionale vincendo i più prestigiosi Festival cinematografici. Negli anni settanta prosegue la sua ricerca sulla "crisi della modernità", con opere discusse ed innovative quali Zabriskie Point del 1970 e Professione: reporter del 1975 .


„Facevi belle cose. Perché adesso fai schifezze?“

„Hollywood è come essere in nessun posto e parlare a nessuno di niente.“


„La solitudine è la mancanza di parole intorno a noi.“

„La maggior parte dei registi mente, ne sono profondamente convinto. E' così facile servirsi del cinema che pochissimi, oggi, arrivano a dimenticare l'efficacia del mezzo che hanno tra le mani.“

„Penso che gli uomini di cinema debbano sempre essere legati, come ispirazione, al loro tempo. Non tanto per esprimerlo nei suoi eventi più crudi e più tragici, quanto per raccoglierne le risonanze dentro di sé.“

„Cominciando a capire il mondo attraverso l'immagine, capivo l'immagine, la sua forza, il suo mistero.“

„E' importante, più per un regista che per gli altri artisti, per la complessa materia che ha tra le mani, essere impegnato in qualche modo eticamente.“

„Era un uomo che violentava la realtà e faceva cose che alla luce del buonsenso erano assurde... Per i giovani di allora, e io ero tra questi, Nuvolari rappresentava il coraggio, un coraggio senza limiti. Fu il mito, l'irraggiungibile.   Fonte?“