Frasi di Pietro Aretino

Pietro Aretino foto

67   2

Pietro Aretino

Data di nascita: 1492
Data di morte: 21. Ottobre 1556

Pietro Aretino è stato un poeta, scrittore e drammaturgo italiano.

È conosciuto principalmente per alcuni suoi scritti dal contenuto considerato quanto mai licenzioso , fra cui i conosciutissimi Sonetti lussuriosi. Scrisse anche i Dubbi amorosi e opere di contenuto religioso, tese a farlo apprezzare nell'ambiente cardinalizio che a lungo frequentò.

Fu letterato tanto amato quanto discusso, se non odiato .

Per questa che oggi potrebbe apparire incoerenza fu, per molti versi, un modello dell'intellettuale rinascimentale, autore anche di apprezzati Ragionamenti.

Frasi Pietro Aretino


„Tu m'hai il cazzo in la potta, e il cul mi vedi | e io veggio il tuo cul com'egli è fatto, | ma tu potresti dir ch'io sono un matto, | perch'io tengo le mani ove stanno i piedi. (1-VI, vv. 1-4)“

„E se del fotter mio piacer non hai, | fatti pur verso me qui, dallo spasso, | che se sino ai coglion dentro va il cazzo, | dolcezza assai maggior ne sentirai. (2-VII, vv. 5-8)“


„Livia volea saper che cosa è amore e per questo si fe' chiavar alquanto; nacque in questa maniera un dubbio intanto s'ella sol per provar commise errore? (libro Sonetti lussuriosi e dubbi amorosi)“

„Il soverchio de lo studio procura orrore, confusione, malinconia, còlera e sazietà.“

„Un cocchiero Lombardo aveva in casa una cognata detta Dorotea; del cocchiero una notte il cazzo annasa e finge che la madre le dolea; quei forse che l'avea già persuasa a questo, il cazzo ritto le porgea dicendo: or prendi su, cognata questo. Lo prese. Or cerco se commesse incesto? (libro Sonetti lussuriosi e dubbi amorosi)“

„Io sono, davvero, un re, perché io so come comandare a me stesso.“

„De' gesuiti il padre sacristano per raffrenar la sua lussuria tanta, cacciò il cazzo e i coglion nell'acqua santa. Fu caso meritorio oppur profano? (libro Sonetti lussuriosi e dubbi amorosi)“

„Fottiamoci anima mia, fottiamoci presto,
poiché tutti per fotter nati siamo;
e se tu'l cazzo adori, io la potta amo,
e saria 'l mondo un cazzo senza questo. (libro Sonetti lussuriosi e dubbi amorosi)“


„In fine, retorica è ne la lingua di chi ama, di chi inganna e di chi ha bisogno. (libro La Talanta)“

„Tutte l'altre arti s'imparano, ma con quella della pazzia ci si nasce.“

„Le ricchezze senza generosità sono povertà de' plebei. (libro La Talanta)“

„Poco dura la doglia che finisce in le lagrime, e assai lungo è il termine del patire che si rimane nel cuore.“


„Sul cazzo di fra Biondo ardito e scaltro dimenandosi ben suor Cleofasè ruppe i coglioni al frate e il culo a sé. Utrum deve dolersi l'un dell'altro? (libro Sonetti lussuriosi e dubbi amorosi)“

„E si mi tocca a la gran foia il vivo
questo strenuo tuo bel cazzo sodo,
ch'io sento un piacer superlativo. (libro Sonetti lussuriosi e dubbi amorosi)“

„La mercanzia non ebbe mai cosa che non fosse di chi la paga.“

„Non si insegna mai troppo quello che mai non si impara a bastanza.“

Mostrando 1-16 frasi un totale di 67 frasi