Frasi di Pietro Bembo

Pietro Bembo foto

8   0

Pietro Bembo

Data di nascita: 20. Maggio 1470
Data di morte: 18. Gennaio 1547

Pietro Bembo è stato un cardinale, scrittore, grammatico, traduttore e umanista italiano.

Contribuì potentemente alla diffusione in Italia e all'estero del modello poetico petrarchista. Le sue idee furono inoltre decisive nella formazione musicale dello stile madrigale nel XVI secolo.

Frasi Pietro Bembo


„Non è la moltitudine... quella che alle composizioni di alcun secolo dona grido e autorità, ma sono pochissimi uomini di ciascun secolo, al giudizio de quali, per ciò che sono essi più dotti degli altri reputati, danno poi le genti e la moltitudine fede. (libro Prose della volgar lingua)“

„Non debbono gli scrittori por cura di piacere alle genti solamente che sono in vita quando essi scrivono, ma a quelle ancora, e per avventura molto più, che sono a vivere dopo loro. (libro Prose della volgar lingua)“


„Non si può dire che sia veramente lingua, alcuna favella che non ha scrittore. (libro Prose della volgar lingua)“

„Nel più delle cose l'uso è ottimo e certissimo maestro.“

„A chi non ama, niuna cosa piace.“

„A chi niuna cosa piace, a niuna volge il pensiero.“

„Amare senza amaro non si puote.“

„Le quali cose ragunare, e alla scrittura commettere, non è opera di chi ama l'ozio, né di picciola industria. (da Istoria viniziana)“