Frasi di William Westmoreland

William Westmoreland foto

14   0

William Westmoreland

Data di nascita: 26. Marzo 1914
Data di morte: 18. Luglio 2005

William Childs Westmoreland è stato un generale statunitense comandante in capo delle forze armate americane durante il periodo più cruento della Guerra del Vietnam, dal 1964 al 1968; propugnatore di una aggressiva tattica di guerra nella penisola Indocinese, Westmoreland non riuscì, nonostante la schiacciante superiorità di mezzi e potenza di fuoco delle truppe americane, ad ottenere successi decisivi contro le forze nemiche; le dure perdite subite dalle sue forze e il crollo della sua credibilità dopo l'inattesa Offensiva del Têt del febbraio 1968, provocarono la sua sostituzione nel giugno 1968.

Frasi William Westmoreland


„Il comando è far fare alla gente quello che vuoi tu, con entusiasmo.“

„La guerra è paura avvolta in un manto di coraggio.“


„I miei soldati non mi hanno certo amato, ma rispettato.“

„Stanno chiedendo alle donne cose impossibili. Io non credo che siano in grado di portare uno zaino, rimanere rintanate in trincea o stare senza fare la doccia per una settimana.“

„La vita di un soldato è turbolenta, ma di fatto è una persona qualunque.“

„La televisione può paralizzare questa nazione.“

„Se non ci fosse la censura, l'opinione pubblica vivrebbe nel caos.“

„I militari non iniziano le guerre. Sono i politici a farlo.“


„Dal punto di vista militare, la guerra in Vietnam l'abbiamo vinta noi sul campo, vincendo ogni scontro in cui siamo stati coinvolti.“

„Dire 'vodka' e dire 'Russi' è la stessa cosa.“

„Le fila dei vietcong si stanno sempre più assottigliando... abbiamo raggiunto un punto importante dal quale si comincia ad intravvedere la fine.“

„Il Vietnam è stata la prima guerra combattuta senza censure, e senza censure l'opinione pubblica può diventare terribilmente confusa.“


„La guerra è paura ammantata di coraggio.“

„Non sono i militari a dare il via alle guerre. Sono i politici.“