Frasi su adozione

Il Governo dovrebbe creare, emettere e far circolare tutta la valuta ed il credito necessario per soddisfare il potere di vendita del Governo ed il potere d'acquisto dei Cittadini consumatori. Il privilegio di creare ed emettere moneta non è solo la suprema prerogativa del Governo, ma è anche la sua più grande opportunità creativa. Con l'adozione di questi princìpi, ai Contribuenti saranno risparmiate enormi quantità di interessi. Il denaro cesserà di essere il padrone e diventerà il servitore dell'Umanità.

Abraham Lincoln foto
Abraham Lincoln 38
16º Presidente degli Stati Uniti d'America 1809 – 1865

[... ] nell'uomo Conrad si mescolano vari individui : il giovane romantico nobile polacco; l'avventuriero-contrabbandiere; lo scrupoloso ufficiale della marina inglese; il grande romanziere; il piccolo uomo con i suoi acciacchi e le sue manie.
Joseph Conrad fu polacco per nascita, suddito russo per ragioni storiche, francese per educazione, inglese per adozione.


Mia madre era vedova ed io sono gay, ma conosco molti altri figli di madri vedove che nonostante la mancanza del padre non lo sono diventati. Del resto, io sono convinto che per un bambino quasi tutto è meglio di un orfanotrofio. Né si può inseguire l'equilibrio familiare perfetto. È sufficiente che gli adottanti siano normalmente civili, non siano dei sadici che fanno a fette le creature, che abbiano un reddito per mantenerle, senza necessariamente dover essere un Agnelli. (dall'intervista «Adozioni gay, non voto più ds», Corriere della sera, 17 dicembre 2006, p. 20)

Gianni Vattimo foto
Gianni Vattimo 22
filosofo e politico italiano 1936

Spero ardentemente che il nuovo leader spagnolo Rajoy proibisca matrimoni e adozioni gay, anche se non spetta certamente a me decidere. Io non ho niente contro i gay, ma le sfilate degli omosessuali [Gay Pride] mi fanno venire il vomito. Bisogna comportarsi in modo normale senza esternare le proprie cose solo per fare clamore. Ognuno ha la sua sessualita', e' giusto che sia così e non bisogna discriminare nessuno. Però credo che i primi razzisti siano proprio gli omosessuali, perché se tu gli attacchi sei cattivo contro di loro e sei omofobo, mentre loro possono dire tutto quello che vogliono, hanno la facoltà di poter dire tutto quello che ritengono giusto.

Gianluca Buonanno foto
Gianluca Buonanno 12
politico italiano 1966

Il letteralismo evita l'obbligo supremo della coscienza individuale, che è di scavare da sola, sotto la tensione della comprensione libera e del rischio di sbagliare, i fondamenti testuali, se esistono, delle sue convinzioni religiose. L'adozione acritica del «rivelato» e del mistero dell'autorità implicati dalla rivelazione rendono ancora più difficile, o forse persino impossibile, la conquista di quel diritto più esigente: tacere a proposito di Dio. (da Due galli: p. 309)

George Steiner foto
George Steiner 112
scrittore e saggista francese 1929

ha avuto un inizio laico-libertario. All'interno c'era addirittura un gruppo gay, Los Padania, Libero Orientamento Sessuale della Padania. Bossi dichiarava: "Siamo contro tutte le discriminazioni". Maroni mi diceva che era a favore delle famiglie di fatto e delle adozioni gay: adesso è tutto il contrario. Lo dico sempre ai leghisti: "Fatevi curare, gatta ci cova nella vostra ossessione".

Franco Grillini foto
Franco Grillini 11
politico italiano 1955

[Sull'omogenitorialità. ] Sull'adozione dei figli istintivamente trovo più indicate le figure tradizionali di un uomo e di una donna. Provo a pensare all'equilibrio necessario ai ragazzi, ma è un tema complicato. Non è che si possa sostenere che una coppia eterosessuale sia per forza in grado di dare più amore a un bambino.

Claudio Marchisio foto
Claudio Marchisio 9
calciatore italiano 1986

La spinta per l'Euro è stata motivata dalla politica, non dall'economia. Lo scopo è stato quello di unire la Germania e la Francia così strettamente da rendere una possibile guerra europea impossibile, e di allestire il palco per i federali Stati Uniti d'Europa. Io credo che l'adozione dell'Euro avrà l'effetto opposto. Esacerberà le tensioni politiche convertendo shock divergenti che si sarebbero potuti prontamente contenere con aggiustamenti del tasso di cambio in problemi politici di divisioni. Un'unità politica può aprire la strada per un'unità monetaria. Un'unità monetaria imposta sotto condizioni sfavorevoli si dimostrerà una barriera per il raggiungimento dell'unità politica.

Milton Friedman foto
Milton Friedman 66
economista statunitense 1912 – 2006

Possibile che, in questo paese, si debba essere d'avviso che prezzi politici, razionamenti, controlli diretti, contingentamenti, noti siano strumenti da utilizzare ai fini di una manovra composita della politica economica? Di certo, l'adozione di misure del genere confida sulla cooperazione di un consapevole spirito pubblico. Ma se lo scetticismo sull'imperativo dello spirito pubblico, che ha indubbiamente matrici più calviniste che cattoliche, è ben comprensibile in taluni ambienti, stupisce che non si facciano energici sostenitori di un maggior uso dei controlli diretti gli ambienti sindacali. Purtroppo, anche in questi ambienti, l'adesione, quando vi sia, è più di facciata che originata da un sincero e combattivo convincimento. (8 aprile 1981: p. 44)

Federico Caffè foto
Federico Caffè 14
economista italiano 1914 – 1987

Una rivoluzione non nasce dall'introduzione di una nuova tecnologia, ma dalla conseguente adozione di nuovi comportamenti. La trasparenza radicale conterà come forza di mercato solo se riuscirà a diventare un fenomeno di massa; è necessario che un alto numero di consumatori prendano una quantità enorme di piccole decisioni basate su questo genere di informazioni. [... ] Grazie al social networking, anche la reazione di un singolo consumatore a un prodotto si trasforma in una forza che potrebbe innescare un boicottaggio oppure avviare affari d'oro per nuove imprese. [... ] I più giovani sono sempre in contatto, attraverso Internet, come non è mai accaduto prima d'ora e si scambiano informazioni affidabili, prendendosi gioco, al contempo, di quelle fonti su cui si basavano le generazioni precedenti. Non appena i consumatori – specialmente quelli delle ultime generazioni – si sentono compiaciuti o irritati per la cascata di rivelazioni che la trasparenza offre sui prodotti, diffondono istantaneamente le notizie. (da Un brusio in rapida crescita, in Intelligenza ecologica, tradotto da D. Didero, Rizzoli, Milano 2009)

Daniel Goleman foto
Daniel Goleman 31
scrittore, psicologo 1946

Sapete quanto questo Paese, la Turchia, sia nel mio cuore e quanto io abbia negli anni seguito e incoraggiato la sua evoluzione. Questo Governo è espressione di libere elezioni, certamente, che hanno dato per tre volte successive una chiara maggioranza al partito del Primo Ministro, ma come ha detto autorevolmente il Presidente Gül, le elezioni da sole non sono sufficienti. Per comprendere le cause profonde è venuto il momento anche di un sincero esame di coscienza da parte dell'Europa. Nel recente passato è stato elogiato il modello Turco, anche oltre i suoi meriti, per i suoi successi economici e perché si sperava – e si spera ancora – fosse capace di coniugare – e sia capace di coniugare – islam e democrazia. Questo modello è stato sostenuto con l'apertura dei negoziati di adesione all'Unione europea, riconosciuto in occasione del referendum costituzionale del 2010 che ha ridotto il potere dell'esercito, ma devo dire poi che alcuni Paesi europei e l'Europa in generale lo ha poi abbandonato, con una netta chiusura sul fronte dei capitoli negoziali. Io credo sia stata una visione miope, un arretramento della prospettiva europea della Turchia, compiuto proprio nel momento in cui vi era più bisogno di sostenere il consolidamento degli standard democratici del Paese. Un comportamento del tutto incoerente se consideriamo che l'adozione di alcuni dei capitoli bloccati – quello per esempio sui diritti fondamentali e sulla libertà di espressione – avrebbe accolto la rivendicazione di tanti turchi scesi ora nelle piazze e nelle strade.

Emma Bonino foto
Emma Bonino 36
politica italiana 1948

Adozioni spagnole:
- Che lavoro fa tua madre?
- La hostess.
. E tuo padre?
- La cameriera.

Paolo Burini 188
scrittore, comico 1986

Con l'adozione dell'euro si sono verificati degli impoverimenti di una fascia consistente della popolazione italiana. Non è colpa dell'euro ma è colpa del cambio euro-lira fatto da quel governo che è stato penalizzante per l'Italia. (ibidem)

Silvio Berlusconi foto
Silvio Berlusconi 727
politico e imprenditore italiano 1936

Sapete che la Russia ha scelto di sospendere le adozioni con tutti i paesi stranieri tranne che con l'Italia, perché qui non ci sono coppie gay che possono adottare un bambino. Se è così, viva la Russia.

Matteo Salvini foto
Matteo Salvini 62
politico italiano 1973

Se la Lazio ha 11 L'accoglienza bisogna stabilire nel mondo professionistico: intanto le false adozioni, intanto quelli che lavorano e non sono mica dipendenti e son tutti falsi, intanto quelli che stanno nei convitti e stanno lì come le pecore tenute dentro nell'ostello. La questione di utilizzo di 2 calciatori è una questione che è già il limite massimo che si può concedere. Io non ho più altro da aggiungere su queste storie. Le questioni di accoglienza sono una cosa, quelle del gioco un'altra. L'Inghilterra individua dei soggetti che entrano, se hanno professionalità per farli giocare, noi invece diciamo che Optì Pobà è venuto qua che prima mangiava le banane e adesso gioca titolare nella Lazio e va bene così.

Carlo Tavecchio foto
Carlo Tavecchio 8
dirigente sportivo italiano 1943

Credo che Pessoa sia oggetto di interesse più per il suo procedimento poetico che per i contenuti della sua opera. In particolare, l'adozione di molteplici schermi poetici e dei cosiddetti eteronimi, nonché le vicende della sua biografia, hanno creato la leggenda di Pessoa, inscindibilmente legata alla sua figura.


Mostrando 1-16 frasi un totale di 41 frasi