Frasi su afflizione

 Gesù foto
Gesù 119
fondatore del Cristianesimo -2 – 30 d.C.
„La donna, quando partorisce, è afflitta, perché è giunta la sua ora; ma quando ha dato alla luce il bambino, non si ricorda più dell'afflizione per la gioia che è venuto al mondo un uomo. (16, 21)“

Jean Jacques Rousseau foto
Jean Jacques Rousseau 95
filosofo, scrittore e musicista svizzero di lingua francese 1712 – 1778
„Ho sempre trovato nel sesso una grande virtù consolatoria, e niente addolcisce di più le mie afflizioni che sentire che una persona amabile si interessa ad esse.“


Edme-Pierre Beauchêne 12
medico, scrittore 1780
„I segni esteriori di una grande afflizione, sono per i vivi ciò che i mausolei sono per i morti: essi sono spesso testimonianza più dell'orgoglio che del dolore o della virtù. (libro Massime, riflessioni e pensieri diversi)“

Pietro Citati 96
scrittore e critico letterario italiano 1930
„Nulla è cosí insopportabile all’uomo quanto essere in un pieno riposo, senza passioni, senza affari, senza distrazione, senza applicazioni. Egli sente allora il suo nulla, il suo abbandono, la sua insufficienza, la sua dipendenza, la sua impotenza, il suo vuoto. Immediatamente sorgerà dal fondo della sua anima la noia, l’umor nero, la tristezza, l’afflizione, il dispetto, la disperazione. (libro Leopardi)“

„Mi affliggo di afflizioni ormai passate, e di pena in pena tristemente ripasso il conto infelice di pianti già pianti che ancora pago come non l’avessi mai pagato. (libro Zero Limits)“

Jane Welsh Carlyle foto
Jane Welsh Carlyle 8
scrittore 1801 – 1866
„Tutte le afflizioni, se non sono aggravate dall'amarezza, vengono alleviate dal tempo.“

Jean de La Bruyère foto
Jean de La Bruyère 80
scrittore e aforista francese 1645 – 1696
„I bambini sono alteri, sdegnosi, irascibili, invidiosi, curiosi, interessati, pigri, volubili, timidi, intemperanti, mentitori, dissimulatori; ridono e piangono con facilità; provano gioie smoderate e amare afflizioni per cose di poco momento; non vogliono sopportare il minimo male, e amano farlo; sono già degli uomini. (libro I caratteri)“

Philip Stanhope, IV conte di Chesterfield foto
Philip Stanhope, IV conte di Chesterfield 29
nobile e politico inglese 1694 – 1773
„Le persone dell'alta società sono insensibili ai bisogni e alle afflizioni del genere umano come i chirurgi lo sono ai dolori fisici.“


Friedrich Nietzsche foto
Friedrich Nietzsche 491
filosofo, poeta, saggista, compositore e filologo tedesco 1844 – 1900
„Dieci volte al giorno devi superare te stesso: ciò procura una buona stanchezza ed è papavero per l'anima. Dieci volte devi riconciliarti con te stesso: perché superarsi è amarezza, e dorme male chi non si è riconciliato. Dieci verità al giorno devi trovare; altrimenti cerchi la verità anche durante la notte e la tua anima è rimasta affamata. Dieci volte al giorno devi ridere ed essere sereno: altrimenti di notte lo stomaco ti disturberà, questo padre dell'afflizione. (libro Così parlò Zarathustra)“

Henry Ward Beecher foto
Henry Ward Beecher 37
politico statunitense 1813 – 1887
„Le afflizioni ci giungono non per renderci tristi ma sobri; non per renderci dispiaciuti ma saggi.“

Mateo Alemán foto
Mateo Alemán 5
scrittore 1547 – 1613
„Le afflizioni si sopportano meglio a stomaco pieno.“

Alejandro Jodorowsky foto
Alejandro Jodorowsky 45
scrittore, drammaturgo e poeta cileno 1929
„La malattia è un conflitto tra la personalità e l’anima. Molte volte, il raffreddore “cola” quando il corpo non piange. Il dolore di gola “tampona” quando non è possibile comunicare le afflizioni. Lo stomaco “arde” quando le rabbie non riescono ad uscire. Il diabete “invade” quando la solitudine duole. Il corpo “ingrassa” quando l’insoddisfazione stringe. Il mal di testa “deprime” quando i dubbi aumentano. Il cuore “allenta” quando il senso della vita sembra finire. Il petto “stringe” quando l’orgoglio schiavizza. La pressione “sale” quando la paura imprigiona. La nevrosi “paralizza” quando il bambino interno tiranneggia. La febbre “scalda” quando le difese sfruttano le frontiere dell’immunità. Le ginocchia “dolgono” quando il tuo orgoglio non si piega. Il cancro “ammazza“


 Bahá'u'lláh foto
Bahá'u'lláh 3
fondatore della fede bahá'í 1817 – 1892
„L'Onnisciente Medico ha il dito sul polso dell'umanità. Percepisce la malattia e prescrive, nella Sua infinita saggezza, il rimedio. Ogni età ha il suo problema... Il rimedio che il mondo necessita nelle sue attuali afflizioni non potrà mai essere uguale a quello che epoche seguenti potranno richiedere. Siate ansiosamente preoccupati dei bisogni dell'epoca in cui vivete, e centrate i vostri sforzi sulle sue esigenze e richieste.“

Tommaso d'Aquino foto
Tommaso d'Aquino 74
frate domenicano 1225 – 1274
„Poiché il sentimento della pietà sorge dalle afflizioni degli altri, ed accade anche agli animali bruti di soffrire dolore, l'affezione della pietà può sorgere nell'uomo anche rispetto alle afflizioni degli animali. Ovviamente, chiunque sia abituato a provare un sentimento di pietà verso gli animali, è per questo motivo più disposto ad un'affezione di pietà verso gli uomini: onde si dice nei Proverbi XII 10: «Il giusto sa curare il suo bestiame, ma le viscere degli empi sono crudeli». E perciò il Signore, vedendo che il popolo ebraico era crudele, per poterlo richiamare alla pietà, volle insegnargli la misericordia anche verso le bestie brute, proibendo che venissero compiuti contro gli animali certi atti che sembrano confinare con la crudeltà. E perciò egli proibì loro di bollire i cuccioli nel latte della madre (Deut. XIV 21), o di mettere la museruola al bue che trebbia (Deut. XXV 4), o di uccidere gli uccelli vecchi con quelli giovani (Deut. XXII 6,7). (I-II, q. 102, art. 6 ad. 8)“

Marco Aurelio foto
Marco Aurelio 71
imperatore romano 121 – 180
„Tu puoi, ogni volta che lo desideri, ritirarti in te stesso. Nessun ritiro è più tranquillo né meno disturbato per l'uomo che quello che trova nella sua anima.
<br“

Giuseppe Garibaldi foto
Giuseppe Garibaldi 127
generale, patriota e condottiero italiano 1807 – 1882
„Avvicinino i potenti della terra il povero popolo, ch'è pur di carne e d'ossa come loro; lo consolino, lo educhino, lo sollevino; e allora sparirà nella società umana quell'abisso immenso che divide il povero dal ricco, che li fa nemici, e che fa al bracciante in molti Paesi dell'Europa desiderare lo sfacelo della cosa pubblica, la proscrizione dei padroni, unico mezzo per poter ottenere un miglioramento in questo mondo, per lui di miserie e d'afflizioni. (Alle donne italiane, Caprera, 8 maggio 1861; p. 225)“

Mostrando 1-16 frasi un totale di 48 frasi