Frasi su aragosta

Dunque il campionato minore l'ha vinto l'Avellino, che i monti proteggono dagli insulti del clima mediterraneo. Aveva ragione don Ciriaco [De Mita], quando si tolse da un'aragosta dei Metalli per garantirmi che l'Avellino era una squadra! Si è vista. Lode a Vinicio ed ai suoi.

Gianni Brera foto
Gianni Brera 78
giornalista e scrittore italiano 1919 – 1992

Quale struttura connette il granchio con l'aragosta, l'orchidea con la primula e tutti e quattro con me? E me con voi? E tutti e sei noi con l'ameba da una parte e con lo schizofrenico dall'altra?

Gregory Bateson 14
antropologo, sociologo e psicologo britannico 1904 – 1980

[... ] occorre prestare attenzione al sacrificio che, spesso inconsapevolmente, richiediamo agli animali per sfamarci. Voi direte: è la catena alimentare. Io vi dico che è una catena alimentare non alla pari: un formichiere può mangiare solo formiche, un uomo può scegliere. La possibilità di scelta fa la differenza.
Basterebbe ascoltare anche una volta sola come si lamentano le aragoste, per non aver più voglia di mangiarne nemmeno un boccone. Ho letto con apprensione il saggio di uno scrittore americano, David Foster Wallace, dal titolo Considera l'aragosta. L'autore dedica decine di pagine al consumo del famoso crostaceo raccontando con dovizia scientifica, dati alla mano, che la prelibata bestiola dei fondali marini, quando viene immersa viva nell'acqua bollente non solo soffre, ma soffre lentamente perché non muore di colpo. Motivo in più per lasciar perdere, e lasciar vivere.
Io, da quando mi sono imbattuto in quella lettura, non le mangio. Evito i ristoranti con l'acquario in bella mostra, quelle specie di galere acquatiche in cui l'aragosta è segregata con le chele bloccate da un lacciolo, fino a quando un cliente non la sceglie, decretando la sua fine. Unica consolazione mi proviene dal conto sicuramente salato che quel commensale si troverà a fine pasto. Ma è una magra consolazione.

Maurizio Costanzo foto
Maurizio Costanzo 26
giornalista, conduttore televisivo e autore televisivo i... 1938

Tom: Com'è?
- Slim: [mangiando l'aragosta col guscio] Molto buona, è al dente. (Film Io sto con gli ippopotami)

Bud Spencer foto
Bud Spencer 30
attore italiano 1929

Dal momento che il dolore è un’esperienza mentale totalmente soggettiva, non abbiamo accesso diretto al dolore di niente e nessuno a parte il nostro. (libro Considera l'aragosta)

David Foster Wallace foto
David Foster Wallace 140
scrittore e saggista statunitense 1962 – 2008

Un uomo che si aspetta che le aragoste volino se addestrate per un anno viene chiamato un lunatico; ma un uomo che pensa che gli uomini possano venire trasformati in angeli da un’elezione è un riformatore e se ne sta alla larga.

Finley Peter Dunne foto
Finley Peter Dunne 12
umorista, scrittore 1867 – 1936

La fortuna è di vetro, proprio quando splende si infrange. (traduzione di Andrea Aragosti)

Petronio Arbitro foto
Petronio Arbitro 54
scrittore, filosofo 27 – 66

I milanesi credono che quest'isola sia un posto esclusivo abitato da milionari russi che ordinano gin tonic e aragoste nei ristoranti sul mare dove tutti hanno cravatte di Gucci e infradito di Prada, un cazzo.

Flavio Soriga foto
Flavio Soriga 7
scrittore italiano 1975

Colui che non vede nulla di strano non ha mai visto un'aragosta di fronte.

Auguste de Villiers de L'Isle-Adam foto
Auguste de Villiers de L'Isle-Adam 2
scrittore e commediografo francese 1838 – 1889

Perché ci sia un mondo migliore bisogna riuscire ad immaginarlo. (Film Le ragioni dell'aragosta)

Sabina Guzzanti foto
Sabina Guzzanti 21
attrice italiana 1963

Tu puoi, ogni volta che lo desideri, ritirarti in te stesso. Nessun ritiro è più tranquillo né meno disturbato per l'uomo che quello che trova nella sua anima.
<br

Marco Aurelio foto
Marco Aurelio 71
imperatore romano 121 – 180

È logico tanto quanto un'aragosta in bicicletta in testa al Tour. Un'aragosta con tanto di cassetto e alle spalle la storia commovente di una fuga all'ultimo secondo da un pentolone di acqua bollente.

David Walsh 12
giornalista sportivo irlandese 1955

26 Giugno: Riprese alla Sagrada Familia, il capolavoro di Gaudí. Pensavo che ho molto in comune col grande architetto spagnolo. Tutti e due sfidiamo le convenzioni, lui con le sue architetture sconvolgenti, io indossando un bavaglino con su disegnata un'aragosta sotto la doccia.

Woody Allen foto
Woody Allen 103
regista, sceneggiatore, attore, compositore, scrittore e... 1935

D'altro canto, se vengono afferrati dalle chele dell'aragosta, quest'ultima ha facilmente la meglio su di loro, perché la levigatezza del corpo non può trovare soccorso contro la ruvidezza. Mentre, se il polipo introduce i suoi tentacoli all'interno dell'aragosta, riesce a distruggerla. (cap. 27)

 Plutarco foto
Plutarco 169
biografo, scrittore e filosofo greco antico 46 – 127

In un acquario, una grossa aragosta cade sul dorso e non riesce più a raddrizzarsi a causa del suo pesante scudo dorsale. Le sue compagne si precipitano ad aiutarla e dopo numerosi tentativi riescono a rimetterla in piedi... Nel Sudamerica vi sono dei roditori, viscachas, simili ai nostri conigli, che danneggiano le colture. Periodicamente i contadini otturano le uscite dei loro corridoi, imprigionandoli, ma poi accorrono i compagni e li liberano. È un chiaro caso di altruismo e amore del prossimo. Così gli stambecchi e anche altri animali adottano i piccoli orfani.

Erwin Liek 2
medico tedesco 1878 – 1935

Le aragoste hanno la meglio anche sui grandi pesci. Eppure anche a loro capitano alcuni rivolgimenti della sorte. I polipi, infatti, hanno la meglio sulle aragoste, al punto che, presi nella stessa rete, quando l'aragosta si dovesse accorgere di avere vicino un polipo, sarebbe capace di morire di paura. Le aragoste, comunque, prevalgono sui gronghi. Dal momento che le prime sono ruvide, i secondi non riescono a sgusciare via. I gronghi, però, si mangiano i polipi. Questi ultimi, infatti, non possono nulla contro di loro, perché la superficie del loro corpo è levigatissima. [... ] Fra i molluschi i calamari e le seppie prevalgono sui pesci di grossa taglia. [... ] Quanto a quello che alcuni dicono – ovvero che il polipo è capace di mangiare se stesso –, è falso. In realtà, i tentacoli mancanti che si notano in alcuni esemplari sono stati mangiati dai gronghi. (VIII, 2; 2015, p. 20)

 Aristotele foto
Aristotele 211
filosofo e scienziato greco antico -383 – -321 a.C.

Mostrando 1-16 frasi un totale di 21 frasi