Frasi su arcano

Alessandro Bergonzoni foto
Alessandro Bergonzoni 42
comico e scrittore italiano 1958
„Ho intuito che ci sono solo due modi per capire l'arcano: eventualmente e porco no. Il primo è il classico caso, il secondo invece sì. E la prova sta nel fatto che ciò che accade nei primi sessantacinque anni di vita del bambino è fondamentale sia per il bambino sia per il suo geriatra.“

Gino Paoli foto
Gino Paoli 26
cantautore e musicista italiano 1934
„[Presentandolo durante A Gino Paoli del 19 agosto 1977] Vorrei presentarvi un amico che è venuto a trovarmi e che mi diverte. Mi diverte perché è l'erede di un certo tipo di nonsense, di marinetterie, del surrealismo più antico. Si chiama Rino Gaetano. (citato in Silvia D'Ortenzi, Rare tracce: ironie e canzoni di Rino Gaetano, Arcana, 2007, p. 74)“


Pierre Boulez foto
Pierre Boulez 6
direttore d'orchestra, saggista e compositore francese 1925 – 2016
„[Frank Zappa] Una colonna portante nel tempio della musica. (citato in Frank Zappa. For president!, a cura di Michele Pizzi, Arcana edizioni srl, Roma, 2011)“

Dave Grohl foto
Dave Grohl 5
polistrumentista e cantautore statunitense 1969
„Avevo visto un banchetto con le magliette dei Nirvana: ogni fottuto ragazzo e i loro fratelli compravano la maglietta con la scritta CRACKSMOKIN', FUDGE PACKIN'. Devono aver venduto duecento magliette quella sera ed è una follia per un gruppo punk rock locale.
Non capivo cosa ci facessi io in tutto questo. (citato in Michael Azerrad, Nirvana – Vieni come sei, Arcana Editrice, 1994)“

Giovanni Camerana 12
poeta, critico d'arte e magistrato italiano 1845 – 1905
„Sogno e medito e invidio il velo nero, | il vel che avvolge la tua faccia pallida, | che recinge la tua testa ineffabile; | sogno e medito e invidio il velo nero! || Felice il vel, perché ti bacia e tocca, | perché freme del tuo fiato al tepore; | felice il vel, beato il tenebrore, | felice il velo che ti bacia e tocca! || Felice l'ora che non verrà mai | di sentir fra le mie convulse mani | il vel, il viso ed i capelli strani! | Ora infinita che non verrà mai! || Il velo, il viso e gli strani capelli, | i capelli d'abisso e di fuligine | negri cotanto da parer cerulei! | Il velo, il viso e gli strani capelli! || Ora infinita e grigia dei tramonti | d'autunno! Il velo soffuso di stille | di nebbia, e gli occhi vibranti faville, | tigre fatal nel grigio dei tramonti, || io, più raggiante che un levar di sole, | ti coprirei di baci e di carezze, | ti morderei nelle più estreme ebbrezze, | io più raggiante che un levar di sole! || Gli occhi, la testa bella, il velo nero, | i capelli d'abisso e di fuligine, | tutte del corpo tuo le arcane tenebre! | Sogno e medito e invidio il velo nero. (Il velo nero, in Dal testo alla storia dalla storia al testo, vol III, tomo I, p. 801)“

Dionigi l'Areopagita foto
Dionigi l'Areopagita 11
giudice dell'Areopago, convertito alla cristianità dall'...
„Per quanto riguarda la sembianza di leone, bisogna ritenere che essa indichi il dominio, la forza, l'indomabilità e la somiglianza, nei limiti del possibile, all'arcano della divinità ineffabile [... ].“

Francesco Flora 25
critico letterario e scrittore italiano 1891 – 1962
„La poesia di Galileo non ha bisogno di uscire dal vero scoperto dalla scienza per alimentare l'eterna virtù di miti e di favole che consola la vita.
L'immaginazione è come sopraffatta dalla materia osservata, che già per se stessa è una materia poetica, anzi la poesia per eccellenza, il poema di Dio. Lo stupore della fantasia, in un religioso ricercatore del vero, accompagna ogni scoperta. Perché la materia scientifica di Galileo è l'epica, la drammatica e la lirica dell'universo, nei suoi arcani, nel cuore stesso della potente creazione. [... ] I riti del sole, della luna e degli altri pianeti nel coro dei mondi, la liturgia delle maree e dei venti, dei suoni e dei colori e delle tempere, sono le strofe del divino poema che egli apprende; perciò il suo racconto ha il tono stupito e talvolta sfavillante dell'interna gioia di chi assiste alla creazione del mondo.
E qui è il segreto dello stile olimpico, tanto concreto e tanto favoloso, di Galileo. (da Stile di Galieo, vol. III, p. 217)“

Girolamo Luigi Calvi 1
storico dell'arte, pittore e scrittore italiano 1791 – 1872
„Io mal non scôrsi: | oggi Salome atro, tremendo arcano | cela.... Ella incontro alla Regina m'arma, | ad un tempo, e per sé spaventa... Forse | cieco ministro all'odio suo mortale | son fatto... Io tutto a lei mi dava... Omai | né arretrar giova, né lo posso: amore | ed ambizione del mio cor son donni, | e appien seguir l'impero m'è forza. (Castobaro, atto IV, scena II)“


Aleardo Aleardi foto
Aleardo Aleardi 14
poeta e politico italiano 1812 – 1878
„Un dì per le sublimi Alpi io movea | Dei nepoti di Tell. Da canto al ponte, | Che da Satana à nome, in giù fissava | La vanità del pauroso abisso, | Dove la Reissa, furibonda naiade | Sbatte l’urne di porfido, e ululando | Fugge non vista. Ivi afferrato un cembro, | Curvo sul ciglio lungamente stetti | Su la morte librato. Io non vedea | Che rupi ed ombra. Un indefesso e freddo | Vento recava sibili d’ignoti | Augelli; un rombo di cose cadenti, | E rimoto pei ciechi antri un perpetuo | Mugghio. L’arcano spirito del loco | A piombargli nel sen con malïarde | Vertigini invitava. Era un terrore | Con voluttà. (da È morta)“

Edvard Robert Gummerus 3
scrittore, traduttore, storico della letteratura e docen... 1905 – 1991
„Nelle profondità dei boschi, nelle gelide notti boreali, altra risorsa di fede spirituale il finnico non aveva se non la poesia. La stirpe finnica, non bisogna dimenticarlo, fu povera e oscura, ma i popoli materialmente poveri sono, non di rado, ricchi di valori spirituali e d'ispirazione poetica. La poesia in quel che giustamente ha d'arcano e quasi religioso, può essere un'arma della volontà e fonte di forza d'animo, corrispondere a necessità vitali ed appagarle. (da Poesia e anima popolare, p. 84)“

Guido Morselli foto
Guido Morselli 29
scrittore italiano 1912 – 1973
„Chi può negare che ci sia qualche cosa di divino nelle cose quando esse si fan vive per noi e ci parlano la stessa lingua arcana del nostro sentimento? (24 novembre 1943)“

Robert Musil foto
Robert Musil 97
scrittore e drammaturgo austriaco 1880 – 1942
„Quel segreto consiste nel fatto che non è lecito permettersi tutto. Un'epoca in cui tutto è permesso ha sempre reso infelici coloro che vivevano in essa. Onestà, continenza, cavalleria, musica, la morale, la poesia, la forma, il divieto, tutto ciò non ha altro scopo più profondo che dare alla vita una forma limitata e precisa. La felicità senza limiti non esiste. Non v'è grande felicità senza grandi divieti. Anche negli affari non si può correr dietro a qualunque profitto, se no non si approda a nulla. Il confine costituisce l'arcano del fenomeno, il segreto della forza, della fortuna, della fede e del problema di sostenersi, uomo microscopico, nell'universo sconfinato. (cap. 105)“


Franco Cardini 15
storico e saggista italiano 1940
„Nella festa [... ] l'arcano diventa quotidiano, il mistero diventa visibile. Chi ha detto che non c'è più posto per il mito? (da [http://digitale. bnc. roma. sbn. it/tecadigitale/giornale/CFI0415092/1980/n.343/3 Il simbolo del Centro del Mondo], Il Tempo, 22 dicembre 1980)“

Giovanni Camerana 12
poeta, critico d'arte e magistrato italiano 1845 – 1905
„Tu sei mia. Dal triregnoalto raggiante, | cui sormonta la croce aurea, dal fiero | triregno cuspidal fino alle piante, | Tu sei mia; Tu il profondo astro, Tu il nero || astro fascinatore, il dïamante | notturnamente abbagliator; mistero | di penombre e di lampi, sfolgorante | Sirio, fascinator del mio pensiero. || Tu sei mia Tu che sei nera ma bella, | nera come la intensa lava Etnea; | bella come gli Etnei clivi al bel sole; || sei mia, perché sei nera e arcana e bella, | mia fra i veli del sogno e dell'idea, | mia nel bivio fra il sogno e le parole. (Oropa e la statua, p. 783)“

Ugo Foscolo foto
Ugo Foscolo 78
poeta italiano 1778 – 1827
„Pari al numero lor volino gl'inni | alle vergini sante, armonïosi | del peregrino suono uno e diverso | di tre favelle. Intento odi, Canova; | ch'io mi veggio d'intorno errar l'incenso, | qual si spandea sull'are a' versi arcani | d'Anfïone: presente ecco il nitrito | de' corsieri dircèi; benché Ippocrene | li dissetasse, e li pascea dell'aure | Eolo, e prenunzia un'aquila volava, | e de' suoi freni li adornava il Sole, | pur que' vaganti Pindaro contenne | presso il Cefiso, ed adorò le Grazie. (vv. 1-13)“

Ugo Foscolo foto
Ugo Foscolo 78
poeta italiano 1778 – 1827
„Cantando, o Grazie, degli eterei pregi | di che il cielo v'adorna, e della gioia | che vereconde voi date alla terra, | belle vergini! a voi chieggo l'arcana | armonïosa melodia pittrice | della vostra beltà; sì che all'Italia | afflitta di regali ire straniere | voli improvviso a rallegrarla il carme. (vv. 1-8)“

Mostrando 1-16 frasi un totale di 370 frasi