Frasi su artiglieria

Ambrose Bierce foto
Ambrose Bierce 252
scrittore, giornalista e aforista statunitense 1842 – 1913
„I fucili di legno
Un reggimento di artiglieria della milizia di uno stato chiese al governatore dei fucili di legno per fare pratica. «Questi - spiegarono - dovrebbero essere meno costosi di quelli veri.» «Non sia mai detto che io sacrifichi l'efficienza al risparmio - disse il governatore - voi avrete dei veri fucili» «Grazie, grazie - esclamarono entusiasti i guerrieri - ne avremo la massima cura e in caso di guerra li restituiremo all'arsenale».“

Giuseppe Tellera 4
generale italiano 1882 – 1941
„Come sai, per avertene parlato, noi siamo entrati in guerra (10 giugno) con una integrale e totale impreparazione. Fu detto, scritto, ripetuto - fu strepitato - lettere scottanti, telegrammi offensivi, tanto che Badoglio ebbe ad assicurare che non saremmo entrati in guerra prima del '42 o '43 (lo disse a me personalmente). Mancavano totalmente o quasi: mezzi corazzati, anticarro, contraerei - scarsi gli aeroplani, artiglierie vecchie, ecc.“


Pablo Neruda foto
Pablo Neruda 54
poeta e attivista cileno 1904 – 1973
„Questo è un incitamento a un'azione mai vista: un libro il cui scopo è che i poeti antichi e moderni, defunti o presenti, mettano contro il muro della storia un genocida freddo e delirante. Nel libro si susseguono la chiamata, il giudizio e la possibile sparizione finale, causata dalla nutrita artiglieria messa in azione qui per la prima volta. La Storia ha provato la potenza demolitrice della poesia e ad essa mi rifaccio senza aggiungere altro. Nixon assomma i peccati di quanti lo hanno preceduto nella fellonia. Ma toccò il punto più alto quando, dopo aver fissato i termini di una tregua, ordinò i bombardamenti più cruenti, più distruttivi e più codardi della storia del mondo. Solo i poeti sono capaci di metterlo contro il muro e di crivellarlo completamente con le terzine più micidiali. Il dovere della poesia è di trasformarlo, a furia di scariche ritmiche e rimate, in uno strofinaccio impresentabile. (Spiegazione perentoria. Introduzione)“

Attilio Zuccagni-Orlandini 5
cartografo italiano 1784 – 1872
„Caggiano o Cagiano è una terra della cosi detta campagna di Eboli, reputata molto antica. Il Gatta nella sua Lucania avrebbe voluto darle una capricciosa origine, facendola credere la Cesariana di Antonino, ma l'Antonini dimostrò l'erroneità di quella notizia. Era munita in passato di rocca costruita nei bassi tempi e dicesi che successivamente i feudatarj vi tenessero artiglieria. (da Corografia fisica, storica e statistica dell'Italia, volume 11, [https://books. google. it/books? id=6H85AAAAcAAJ&pg=PA30 p. 30])“

Lorenzo Giustiniani 8
letterato italiano 1761 – 1824
„La sua situazione non è niente infelice, e si vuole costantemente molto antica. Costantino Gatta vorrebbe che fosse la Cesariana di Antonino, ma questa sua immaginazione la scoverse anche erronea il barone Antonini. Avea un vecchio castello, nel quale dicesi di esservi stata un tempo dell'artiglieria. Il suo territorio produce tutto il bisognevole. Vi è della caccia, e tiene un laghetto, in cui vi si pescano buone tinche. [... ] In oggi i suoi naturali ascendono il 2650, addetti all'agricoltura, ed alla pastorizia, facendo industria di animali neri. (tomo III, [https://books. google. it/books? hl=it&id=qkw-AAAAYAAJ&pg=PA5 p. 5])“

Giuseppe Antonini (barone di San Biase) 1
avvocato e geografo italiano 1683 – 1765
„Sulla stessa catena di monti è posto Cagiano, terra antica, e ben situata. Il Signor Gatta senza curarsi delle misure, e delle miglia, l'ha presa per la Cesariana d'Antonino, quando leggendosi il di lui itineario, si trova la Cesariana fra Nerulo, e Marcelliana [... ] in modo che non può per qualsisia verso immaginarsi la cosa come egli la pensa. Ma non è questo il più grande abbaglio di lui. Intanto convien sapersi che c'era un forte castello, donde non sono molt'anni, che ne fu tolta certa vecchia artiglieria, per quanto un degnissimo Uomo di queste parti m'ha riferito. Evvi pure un lago, dove si pescano tinche di squisito sapore. (parte II, discorso II, [http://books. google. it/books? hl=it&id=aWMOAAAAQAAJ&pg=PA200 p. 200])“

Guido Ceronetti foto
Guido Ceronetti 183
poeta, filosofo e scrittore italiano 1927
„Il simbolismo fallico della bombarda e del cannone si è dissolto. L'artiglieria missilistica riflette l'affievolimento virile e l'abbigliamento unisessuale. Il missile è un phallus, ancora, ma estremamente stilizzato (come in certi vasi greci); incapace di eiaculare, non può far altro che esplodere per disperazione. La forma del suo sadismo è la precisione. <!--(p. 53)“

Alfonso Reyes foto
Alfonso Reyes 7
scrittore, poeta e diplomatico messicano 1889 – 1959
„Di questo principe greco e barbaro, occidentale e orientale, chiaro e misterioso, benigno e crudele; sicuramente per metà pazzo e non soltanto agli occhi del suo maestro Aristotele; prodigo di umanità e creatore di popoli, capace di trascinare le sue truppe per modo di un'orgia militare senza oggetto né termine definito, come per il gusto delle emozioni meravigliose, attraverso insospettate regioni; che inventò con le sue catapulte da assedio la spaventosa tecnica delle preparazioni di artiglieria e che piangeva poi di orrore di fronte ai suoi massacri, si è potuto dire con ragione che apparteneva alla famiglia di Napoleone e a quella di Amleto.“


Günther Blumentritt 4
generale tedesco 1892 – 1967
„Anche nel 1914-18 la maggior durezza delle condizioni in cui si combatteva ad est ebbe il suo effetto sulle nostre truppe. I soldati preferivano essere mandati sul fronte occidentale anziché sul fronte orientale. In Occidente era una guerra di materiali e di masse d'artiglieria [... ] In Oriente il fuoco d'artiglieria non era così intenso, ma i combattimenti erano più accaniti, perché il tipo umano col quale avevamo a che fare era più duro. In quella guerra corse un detto tra i soldati tedeschi: "A est c'è un valoroso esercito che combatte; a ovest c'è un corpo di pompieri pronto a intervenire". (p. 382)“

Pietro Della Valle foto
Pietro Della Valle 5
scrittore italiano 1586 – 1652
„Vedemmo l’eco artificiale che dicono essere stato fatto fabbricar da Dionisio in una prigione, dove teneva molti schiavi, perchè si sentisse ciò ch’essi colà dentro parlavano; e parmi, se non fallo, che di tal fabbrica fosse artefice Archimede. È in vero una delle più belle cose ch’io abbia visto al mondo, ed anche degli artifizii che l’arte abbia saputo inventare, imitando così bene la natura che fa un eco bellissimo che replica le parole ed i detti interi, imita i suoni e i canti perfettissimamente, come alla presenza nostra con diversi instromenti si provò; e se si batte con una verga qualche panno grosso steso, rende tanto rimbombo ch’imita i colpi delle più grosse artiglierie; e che tutto questo faccia cosi bene una grotta formata non dalla natura, ma dall’artificio umano, è certo cosa strana e mostra il grandissimo ingegno di colui che l’inventò e lo seppe fare. Non è da tacere che la fabbrica del concavo di questa grotta è fatta e cavata appunto nella forma del concavo d’una orecchia umana, donde l’artefice debbe pigliar l’invenzione che, come la voce percotendo nell’orecchie fabbricate in quel modo rende suono e si sente, cosi si vede per isperienza che percotendo colà in quel grande ed artifizioso orecchio, intagliato a mano nella dura pietra, fa il medesimo effetto di rendere il suono, benchè gli altri echi naturali non sappiamo che siano in caverne in tal modo fabbricate. Vedemmo presso al luogo dell’eco i gran vani sotterranei cavati per stanza e prigione dei sopraddetti schiavi, e sopra quelli, nell’alto il luogo del palazzo di Dionisio in bellissimo sito che scuopriva da lunge la terra e ‘l mare.“

Felix Hartlaub 5
scrittore tedesco 1913 – 1945
„La sera stessa del suo arrivo a Napoli il tenente d'artiglieria francese François Renaudet andò alla capitaneria di porto per presentarsi e prendere istruzioni sulle fortificazioni portuali che avrebbe dovuto dirigere, come aveva fatto fino ad allora a Gaeta. Non trovò più nessuno che fosse in servizio, solo una compagnia di ufficiali, tutti francesi, che oziavano fumando e chiacchierando nella stanza dei tracciatori. Chiese innanzitutto quali fossero le prospettive della nuova Repubblica Napoletana e se la campagna militare si potesse considerare conclusa. Apprese che al momento la situazione poteva dirsi tranquilla. (da Partenope o L'avventura a Napoli, p. 3)“

Anacleto Verrecchia foto
Anacleto Verrecchia 89
filosofo italiano 1926 – 2012
„L'artiglieria dei preti: le campane. Uno dei più grossi calibri di tale artiglieria, se non addirittura il più grosso, è la campana del duomo di Santo Stefano qui a Vienna. La chiamano Pummerin e pesa 22 tonnellate. Fu fatta con il bronzo dei cannoni presi ai turchi. La stretta parentela tra cannoni e campane è dunque provata.“


Giovan Battista Pacichelli 6
abate italiano 1634 – 1695
„Più antica è la prima Maratea, chiusa con mura per mille passi e munita di inespugnabili bastioni e vari pezzi di artiglieria, con due porte esposte alla furia dei venti, e le case picciole di un sol Quarto, nominandosi volgarmente Castello.“

Filippo Tommaso Marinetti foto
Filippo Tommaso Marinetti 50
poeta, scrittore e romanziere italiano 1876 – 1944
„Poeti, pittori, scultorie musicisti futuristi d'Italia! Finché duri la guerra, lasciamo da parte i versi, i pennelli, gli scalpelli e le orchestre! Son cominciate le rosse vacanze del genio! Nulla possiamo ammirare, oggi, se non le formidabili sinfonie degli shrapnels e le folli sculture che la nostra ispirata artiglieria foggia nelle masse nemiche.“

Giulio Terzi di Sant'Agata foto
Giulio Terzi di Sant'Agata 13
diplomatico e ambasciatore italiano 1946
„La crisi siriana sta sempre più affondando in un groviglio di guerra civile, massacri e violenze perseguiti con la più feroce e criminale determinazione: un eccidio di civili innocenti è stato perpetrato con colpi di artiglieria e mortaio dalle forze di sicurezza siriane ad Houla; bambini sono stati massacrati volutamente. Interpretiamo la dichiarazione di condanna del Governo siriano emanata nella notte dal Consiglio di Sicurezza come il rigetto assoluto e unitario da parte della comunità internazionale di tali ignobili atrocità.“

Paul-louis Courier foto
Paul-louis Courier 33
scrittore e grecista francese 1773 – 1825
„[Nella battaglia di Maida] Gli Inglesi ci hanno provocati e a buon mercato, non credo che il bilancio dei morti sia di cinquanta uomini. Fu lo scorso 4 luglio. Il combattimento durò dieci minuti e in dieci minuti perdemmo un terzo dei nostri (circa 2.000 uomini), la nostra artiglieria, i nostri bagagli, magazzini, tesoro, amministrazione, insomma, tutto ciò che si può perdere. La Calabria intera si sollevò e prese contro di noi le armi che sciaguratamente avevamo lasciato. (p. 65)“

Mostrando 1-16 frasi un totale di 331 frasi