Frasi su casco

Casco in testa ben allacciato, luci accese anche di giorno, e prudenza. Sempre! (da Grand Prix, Italia Uno, ricorrente; citato in Casco ben allacciato)

Nico Cereghini foto
Nico Cereghini 1
giornalista e pilota motociclistico italiano 1948

È più facile trovare vita su Giove che un motociclista col casco a Napoli.

Maurizio Crozza foto
Maurizio Crozza 130
comico, imitatore e conduttore televisivo italiano 1959

Ah, no! Oh, che botta! È un casco, è il casco (è il casco di Simoncelli!) Oh mamma mia, Simoncelli è fermo in mezzo alla pista! Mio Dio, fermi, bandiera rossa, fermi, bandiera rossa! Che brutto! Bandiera rossa sul Gran Premio della Malesia. [Edizione 2011, dove Marco Simoncelli morì in gara]

Guido Meda foto
Guido Meda 72
giornalista e conduttore televisivo italiano 1966

Charlie Brown: Chissà perché succede... Proprio quando ti pare che tutto sia perfetto, la vita ti rifila un colpo!
Linus: Capisco cosa vuoi dire.. Forsepotremmo sempre portare il casco. (27 dicembre 1974)

Charles M. Schulz foto
Charles M. Schulz 138
fumettista statunitense 1922 – 2000

Per tanto tempo l'aveva lucidata e battuta la sua paura, dimenticata ogni volta che allacciava il casco che saliva in macchina e stringeva le cinture di sicurezza, aspettando il soffio potente dell'adrenalina che si scarica nelle vene.

Giorgio Faletti foto
Giorgio Faletti 247
scrittore italiano 1950 – 2014

Io piango, quanno casco nello sguardo | de' 'n cane vagabondo perché, | ce somijamo in modo assurdo, | semo due soli al monno. (da Io nun piango, 1977)

Franco Califano foto
Franco Califano 49
cantautore, poeta e scrittore italiano 1938 – 2013

Si dice spesso che gli eschimesi abbiano cinquanta nomi per la neve.
Non è vero.
Si dice anche che i nani abbiano duecento nomi per la roccia.
Non è così. Non hanno un nome per la roccia, allo stesso modo in cui i pesci non hanno un nome per l'acqua. Hanno però nomi per la roccia ignea, la roccia sedimentaria, la roccia metamorfica, la roccia nella scarpa, la roccia che ti cade sul casco, la roccia dall'aspetto interessante che avesti giurato di aver lasciato lì ieri. Quello che non hanno è una parola che significa 'roccia'. Mostra una roccia a un nano e lui vedrà, per esempio, un pezzo di solfito di barite in forma cristallina. (pag. 49)

Terry Pratchett foto
Terry Pratchett 204
scrittore e glottoteta britannico 1948 – 2015

[Sulla situazione nel casertano] Da queste parti la solidarietà, come nel mondo arabo, cessa fuori dalla porta di casa. Così si possono vedere ville e appartamenti puliti e perfetti all'interno, sino al cancello del giardino. Ma le vie adiacenti sono discariche a cielo aperto. Ecco perché la camorra può tranquillamente prosperare con il mercato delle scorie tossiche che arrivano dalle fabbriche del nord. Non c'è alcun senso del bene pubblico. Qui la logica trionfante impone la solidarietà dei legami famigliari contro quella dello Stato. Non si pagano le tasse perché sono governative, come non si porta il casco in moto, o non si paga l'assicurazione auto. (da «Camorra City»? Peggio dell'Iraq, la Repubblica, 13 novembre 2008)


Mentre avanzavo lentamente verso di lui, notai che era pallido, con l'aria stanca e una lunga barba grigia; aveva in capo un berretto azzurro con un gallone d'oro stinto, indossava una giacca rossa e un paio di calzoni tweed grigio. Avrei voluto corrergli incontro, ma mi sentii intimidito dalla presenza di tanta folla; avrei voluto abbracciarlo, ma era un inglese e non sapevo come avrebbe accolto il mio gesto. Feci dunque ciò che l'imbarazzo e il rispetto umano mi suggerivano: mi avvicinai con passo fermo, mi levai il casco e dissi: 'Il dottor Livingstone, suppongo!' 'Sì', egli rispose con un sorriso gentile, alzando leggermente il berretto.

Henry Morton Stanley foto
Henry Morton Stanley 7
giornalista e esploratore britannico 1841 – 1904

Così il 10 giugno, quando si decise che era venuto il momento di riprendersi le piazze, ci si aspettava il solito schieramento di granatieri, la familiare, compatta macchia azzurra fitta di sguardi corrucciati, più le sei nuove unità antisommossa inaugurate un paio di mesi prima e alle quali la mitologia studentesca giù attribuiva poteri straordinari e molteplici, fra cui quello di sputare lacrimogeni, getti d'acqua, vernice, pallottole blindate, pallottole comuni, scoregge e inni nazionali, quello di far suonare sirene assordanti, di vederci al buio grazie ai raggi infrarossi, di investire con le camionette i più distratti e di essere completamente invulnerabili alle molotov. E infatti eccole là, schierate in cerchio tutt'attorno al Casco de Santo Tomàs, le sei squadre antisommossa nuove di zecca, grigioazzurre e verde oliva. C'erano anche un paio di battaglioni di granatieri, rinnovati nel corso degli ultimi tre anni con un nuovo afflusso di giovani contadini senza terra di Puebla, di Tlaxcala, di Oaxaca, venuti a riempire i buchi lasciati dai disertori del '68, ormai svezzati dall'inevitabile abbrutimento iniziale e che già cominciavano ad assaporare il piccolo potere, la piccola impunità dell'uniforme; vaccinati con le prime iniezioni della grossolana ideologia secondo cui gli studenti sono contro la Vergine di Guadalupe, il comunismo vuole rovinare il Messico e cancellare il ricordo dei Piccoli martiri, e noi siamo l'ultimo baluardo della patria; eccoli là, a cercar di nascondere la loro paura sotto la nostra paura. (cap. 8, p. 92)

Paco Ignacio Taibo II foto
Paco Ignacio Taibo II 31
scrittore spagnolo 1949

Credete che sia qua soltanto per sviolinare? No, assolutamente. Arrivo dall'aeroporto, entro in città e praticamente ci sono 400 persone su 200 senza casco e in tutti i posti ci sono tre file di macchine in mezzo alla strada e si passa con fatica. Questo significa che tu non hai capito cos'è il senso dell'esistenza con gli altri. Non lo sai, non lo conosci. È inutile che ti mascheri dietro al fatto che hai il mare più bello del mondo. Non basta, sei un'isola di merda. Non amo la Sicilia che rovina la sua intelligenza e la sua cultura, che quando vado a vedere Selinunte, Segesta non c'è nessuno. Non amo questa Sicilia che si butta via.

Roberto Vecchioni foto
Roberto Vecchioni 116
cantautore, paroliere e scrittore italiano 1943

Michael Schumacher ha 37 secondi di vantaggio, per cui può fare il pieno all'auto, cambiare tutte e quattro le gomme, togliersi il casco, fumare una sigaretta, bere una tazza di tè e tornare in pista in prima posizione.

Murray Walker foto
Murray Walker 16
giornalista e conduttore televisivo britannico 1923

Lord Casco: Che diavolo sto guardando? Quand'è che questo accade nel film?
- Colonnello Nunziatella: Adesso. Sta guardando l'adesso, signore. Tutto ciò che avviene adesso sta avvenendo adesso.
- Lord Casco: Che è successo al prima?
- Colonnello Nunziatella: È passato.
- Lord Casco: Quando?
- Colonnello Nunziatella: Adesso. Siamo all'adesso, adesso.
- Lord Casco: Torniamo al prima!
- Colonnello Nunziatella: Quando?
- Lord Casco: Adesso!
- Colonnello Nunziatella: Adesso?
- Lord Casco: Adesso!
- Colonnello Nunziatella: Non posso!
- Lord Casco: Perché?!
- Colonnello Nunziatella: Perché l'abbiamo superato!
- Lord Casco: Quando?!
- Colonnello Nunziatella: Adesso!
- Lord Casco: Quando il prima sarà adesso?.
- Colonnello Nunziatella: Presto!
- Lord Casco:... Quanto presto?! (Film Balle spaziali)

Rick Moranis foto
Rick Moranis 3
attore canadese 1953

Stella Solitaria: Finalmente alla fine ci incontriamo per la prima volta ma sarà anche l'ultima! Finalmente alla fine l'ultima... ah!
- Lord Casco: Prima che tu muoia c'è una cosa che dovresti sapere di noi due, Stella Solitaria.
- Stella Solitaria: Che cosa?
- Lord Casco: Sono stato il primo compagno di stanza del cugino del nipote del fratello di tuo padre!
- Stella Solitaria: Che comporta per noi?
- Lord Casco: Assolutamente niente! (Film Balle spaziali)

Bill Pullman foto
Bill Pullman 4
attore statunitense 1953

Il mondo è un incosciente che va in moto a tutta velocità senza casco. (Film The Rock)

Nicolas Cage foto
Nicolas Cage 27
attore statunitense 1964

Nell’era di internet questi codici misteriosi alimentano vere e proprie leggende, come quella che collega un numero stampigliato sulle confezioni di latte pastorizzato alle presunte rigenerazioni subite dal prodotto dopo la scadenza e il ritiro dal mercato. Non c’è nulla di vero: il codice si riferisce solamente al lotto di produzione del cartone usato per la confezione del latte, ma ormai la catena di sant’Antonio si è messa in moto e molti continuano a diffonderla via email o su Facebook, corredata dell’immancabile fotografia. Ci credono senza uno straccio di prova, forse perché la storia stuzzica indirettamente la loro autostima. «Io non ci casco!», si dicono, e così la condividono con tutti i loro contatti, senza rendersi conto che contribuiscono a propagare una bufala! (libro Le bugie nel carrello: Per una spesa più consapevole. Le leggende e i trucchi del marketing sul cibo che compriamo)

Dario Bressanini foto
Dario Bressanini 16
chimico e divulgatore scientifico italiano 1963

Mostrando 1-16 frasi un totale di 21 frasi

Articoli

10 Segreti per un matrimonio lungo e felice

Basandosi su quanto ha imparato nei sui trentacinque anni nel settore, Michael Hakimi, dottore in psicologia, alla Loyola University Health System, consiglia questo decalogo per avere un matrimonio riuscito.