Frasi su chef

Noyz Narcos foto
Noyz Narcos 129
rapper, beatmaker e writer italiano 1979
„Ti insegno il rap visto che in tele passa spazzatura | copi dagli USA sembri giusto una caricatura | quarto di pollo fritto, quando performo zitto| resta muto resti un superomo, Narcos Lex Luthor | Se fai la mossa dei contanti poi falli volare | sopra 'sta giostra non ci sali se non sai viaggiare | resta a casa, lo vuoi un consiglio? Brasati una tavoletta | de Trafalgar che te damo sempre in culo sulla traccia. (da The Chef)“

Carlo Cracco 15
cuoco italiano 1965
„Ma io sono essenzialmente un cuoco, passo qui dentro sedici ore al giorno, cucinare è un atto d'amore perché lo fai per gli altri. Vale anche per gli chef: cambia la difficoltà, non l'atto. Il difficile è capire il cliente, conoscerlo, intuirlo quando si mette a tavola, decidere dopo due parole cosa gli piacerà oppure no. Mi sento un po' psicologo e un po' alchimista. In Italia abbiamo l'immensa fortuna delle materie prime e della tradizione, se si mangia male la colpa è sempre di chi non sa cucinare, mai del cibo.“


John Oliver foto
John Oliver 30
Attore comico britannico 1977
„ha impiegato decenni per trasformare il proprio nome in un marchio. Come Ronald McDonald o Chef Boyardee. [... ] ma se davvero diventerà il principale candidato repubblicano, è tempo di smettere di pensarlo come a una mascot e di iniziare a pensarlo come l'uomo che è. [... ] Le opinioni di Trump sono del tutto incoerenti - è stato a favore e contrario all'aborto, è stato favorevole e contrario ai divieti sulle armi d'assalto, è stato favorevole all'idea di ospitare rifugiati siriani e favorevole all'idea di deportarli fuori dal Paese. Quest'incoerenza può essere preoccupante.“

Gabriele Romagnoli 2
giornalista e scrittore italiano 1960
„Gli chef sono i nuovi creativi italiani. Il cibo è la moda. Eataly vale una griffe. Oldani un designer. Ci crogioliamo in una vellutata e ci scappelliamo davanti alla "mitra" del cuciniere.“

Marco Malvaldi foto
Marco Malvaldi 81
scrittore italiano 1974
„Uno dei contrasti più spettacolari di un ristorante è la differenza tra la sala e la cucina.
Più la sala è calma, elegante, raffinata ed accogliente, più la cucina è incasinata, rumorosa, ansiosa ed isterica; per ottenere la tartare di scampi su crostino di pane guttiau con olio profumato all'aglio di Caraglio, che in un ristorante stellato vi giunge su un piatto di porcellana, veleggiando tra le mani di un cameriere di aspetto apollineo come se vi fosse stata deposta con tutto l'amore del mondo, di media sono necessarie sei bestemmie, due scottature, la sostituzione di un piatto sbreccato e la reiterata insinuazione da parte del maître che lo chef de partie porti un cognome opinabile.
Se volete sapere com'è la cucina, quindi, guardate la sala e pensate al contrario. (p. 140)“

Noyz Narcos foto
Noyz Narcos 129
rapper, beatmaker e writer italiano 1979
„Hell yeah Delta 9 parte l'astronave, fotti i Localz | fai un errore grave, la mia crew sta sotto chiave | se se pensano che accanno stronzi hanno capito male | state a piagne v'arrostisco il culo con queste castagne | My way cancro de 'sto rap hip-hop dello stivale | costi un pò quello che costi, pare pronti a fasse male | live dalla cuccia del cane devi scrive se te regge botta | la mia robba scotta Narcos rap still vive. (da The Chef)“

Noyz Narcos foto
Noyz Narcos 129
rapper, beatmaker e writer italiano 1979
„Taglio l'aglio e friggo l'olio sfumo col Barolo 'sta fettina ai ferri | oggi piove sangue, mangio Red curry. (da The Chef)“

Joe Bastianich foto
Joe Bastianich 16
imprenditore e personaggio televisivo statunitense 1968
„Il mondo della ristorazione è fortemente maschilista, ma la vera cucina rimane quella delle donne. Cucinano per nutrire, hanno l'ospitalità nel dna, nessuno chef uomo potrà mai fare altrettanto.“


Joe Bastianich foto
Joe Bastianich 16
imprenditore e personaggio televisivo statunitense 1968
„Sono Joe Bastianich. Ho 24 ristoranti italiani nel mondo, i migliori chef lavorano per me, il talento vero non mi sfugge mai.“

Bruno Barbieri foto
Bruno Barbieri 6
cuoco italiano 1962
„Siamo giudicati da una vita intera. Abbiamo incontrato di peggio. Ricordo il calcione nel sedere di uno chef alla mia prima stagione in cucina, quando pulivo 15 casse al giorno di calamaretti.“

Joe Bastianich foto
Joe Bastianich 16
imprenditore e personaggio televisivo statunitense 1968
„[Rispondendo alle critiche di non essere uno chef "stellato" come gli altri due giudici di MasterChef Italia] Tra ristoranti, aziende vinicole in Friuli e Toscana, negozi e uffici, do lavoro a tremila dipendenti, servo una media di quattro milioni di pasti l'anno e ho un'esperienza di ristorazione ormai ventennale. Lei cosa pensa? Posso giudicare il lavoro di persone che "vorrebbero" fare gli chef?“

Gianni Mura foto
Gianni Mura 54
giornalista e scrittore italiano 1945
„Mica si può saziare la voglia di umiliazione della platea spaccando un'ottantina di piatti nell'imitazione di Gordon Ramsay, chef molto stellato e molto sopravvalutato, assai più popolare per la sua dirompente cafonaggine televisiva che per le sue ricette. Ramsay, per inciso, sputa nelle pentole, spiaccica uova sulle giacche degli esaminandi, ha un linguaggio da bullo attaccabrighe.“


Noyz Narcos foto
Noyz Narcos 129
rapper, beatmaker e writer italiano 1979
„Salgo sul palco senza troppi piani in Flight e bermuda | droppo barre pe' mannate a casa Giuda. (da The Chef)“

Aldo Grasso foto
Aldo Grasso 62
giornalista, critico televisivo e docente italiano 1948
„L'aspetto più piacevole di «MasterChef» è proprio il suo andamento narrativo: il programma si struttura come un racconto, non sempre a lieto fine. Non possono adesso mancare i giudizi sui tre chef (pan per focaccia), ma solo da un punto di vista mediologico. Barbieri è falsamente paterno e discretamente noioso; l'ombroso Cracco vorrebbe essere il nostro Gordon Ramsay ma non ne ha né il carisma né l'antipatia, è prigioniero della sua caricatura; Bastianich è il meno stellato dei tre, ma alla fine risulta il più simpatico e il più televisivo.“

Muriel Barbery foto
Muriel Barbery 107
scrittrice francese 1969
„Un cuoco per essere pienamente tale deve mobilitare tutti e cinque i sensi. Una pietanza deve essere una gioia per la vista, per l'olfatto, per il gusto, certo, ma anche per il tatto, che così spesso orienta le scelte dello chef e ha il suo ruolo nella festa gastronomica. (p. 44)“

Mostrando 1-16 frasi un totale di 142 frasi