Frasi su ciel

Giacomo Leopardi foto
Giacomo Leopardi 181
poeta, filosofo e scrittore italiano 1798 – 1837
„Che fai tu, luna, in ciel? Dimmi, che fai, | Silenziosa luna? (vv. 1-2)“

Torquato Tasso foto
Torquato Tasso 86
poeta, scrittore e drammaturgo italiano 1544 – 1595
„Tu, Regina del ciel, ch' a noi ti mostri | Umida i lumi e l'una e l'altra gota, | Fa di lagrime dono a gli occhi nostri, | Ed ambe l'urne in lor trasfondi e vota, | Perché, piangendo, a gli stellanti chiostri | Teco inalzi il pensier l'alma devota; | Parte del Tebro in su la verde riva | Il tuo santo dolor formi e descriva. (da Lagrime di Maria Vergine)“


Giuseppe Parini foto
Giuseppe Parini 26
poeta, librettista e traduttore italiano 1729 – 1799
„A voi, divina schiatta, | più assai che a noi mortali, il ciel concesse | domabili midolle entro al cerèbro, | sì che breve lavor nove scïenze | vale a stamparvi. Inoltre a voi fu dato | tal de' sensi e de' nervi e degli spirti | moto e struttura, che ad un tempo mille | penetrar puote e concepir vostr'alma | cose diverse, e non però turbate | o confuse giammai, | ma scevre e chiare | nei loro alberghi ricovrarle in mente. (244-254)“

„Fiammeggia in color di vittoria | il ciel che s'incurva a un saluto | E reca al Signore la gloria | Del piccolo fante caduto. | Vivifica ognora il Signore | De' morti in battaglia il sospiro | Estremo; lo pon sul suo cuore; | Ne fa della Patria il respiro. (Il ritorno dell'eroe)“

Angelo Maria Ricci 11
poeta italiano 1776 – 1850
„Rosso vapor n'uscia per l'aura fuora, | Come il Vesevo dall'ignito grembo | Spesso manda un vapor, che dell'aurera | Talor si perde nel rosato lembo : | Lucid'alme spedite ad ora ad ora | Vedeansi trasparir tra 'l roseo nembo | E galleggiando per lo ciel sereno | Salian quasi faville al sole in seno... (ottava 59, canto VI)“

Pablo Neruda foto
Pablo Neruda 54
poeta e attivista cileno 1904 – 1973
„Contare non si può su un pentimento | né attendersi dal ciel questo lavoro: | chi alla terra portò questo tormento | deve trovare i suoi giudici qui sotto, | per la giustizia e per l’ammaestramento. (da La canzone del castigo)“

„In mare è la mia vita arrisicata, | d'inverno, in mezzo al Faro di Messina: | al vento, a la fortuna abbandonata, | di notte con le negre onde cammina. | Un remo ed una vela ha conservata | la stanca mia barchetta peregrina, | e così sola va per disperata, | ché Amore lo comanda e 'l Ciel destina. (citato in Flamini, 1919)“

Angelo Maria Ricci 11
poeta italiano 1776 – 1850
„Non sai quanti perigli in uno involve | Sublime impresa, che dal ciel non scende, | Non sai che il trono è vil mucchio di polve, | Che dal soffio di Dio mal si difende.... | Non sai che il mondo i più felici assolve, Che volge il dorso a chi dall'alto scende... | Non sai... deh tu col senno, e col consiglio | Compagno al genitor ti mostra e figlio... || Qual Dio, qual man dirigerà quell'asta | Che il padre tuo contro gli altari ha spinto? | Forse avversa la terra a lui non basta, | Che il cielo istesso a provocar s'è accinto...? | Oh Dio qual crudo nembo a lui sovrasta, | Sia pur che torni o vincitore, o vinto... | Oh patria... oh figlio., oh re, questa è la meta | D'un età che sperai finir più lieta... (ottava 52-53 canto I)“


Friedrich Theodor Vischer foto
Friedrich Theodor Vischer 1
filosofo e poeta tedesco 1807 – 1887
„Tu bambino e tu vecchio, tu pulcinella ed angelo! | Tu serafin diafano, e tu grosso ragazzon! | Tu del ciel cittadino... e di Baviera!“

Giovan Battista Marino foto
Giovan Battista Marino 5
poeta italiano 1569 – 1625
„Fuggo i paterni tetti, e i patrii lidi, | Ma con tremante pié, mi lascio a tergo | Passo, e con questi, che di pianto aspergo, | Per voi rimiro amati colli, e fidi. || I tuoi, si vuole il Ciel, vezzi omicidi | Sirena disleal, dal cor dispergo; | E caro men, ma più securo albergo | Pellegrino ricerco, ov'io m'annidi. (da Fuggo i paterni tetti, e i patrii lidi, in [http://www24. us. archive. org/stream/lavitaeleoperedi00meng/lavitaeleoperedi00meng_djvu. txt La vita e le opere di Giambattista Marino], a cura di Mario Menghini, tip. Metastasio, 1888)“

Giovanni Pascoli foto
Giovanni Pascoli 79
poeta italiano 1855 – 1912
„Scendea tra gli olmi il sole | in fascie polverose; | erano in ciel due sole | nuvole, tenui, róse: | due bianche spennellate | in tutto il ciel turchino. | Siepi di melograno, | fratte di tamerice, | il palpito lontano | d'una trebbïatrice, | l'angelus argentino... (frammento della poesia Patria, da Dall'alba al tramonto)“

Cristoforo Poggiali foto
Cristoforo Poggiali 52
bibliotecario, erudito ed ecclesiastico italiano 1721 – 1811
„Mentr'Elvio s'infuria, e contra il ciel bestemmia, la gragnuola gli strugge la vendemmia. (p. 178)“


Johan Ludvig Runeberg foto
Johan Ludvig Runeberg 2
poeta e scrittore finlandese 1804 – 1877
„Ne 'l margin del ruscello, a un bel mattino, | la fanciulla sedea fra le vïole. | Volava su pe 'l cielo un augellino | e ne 'l canto dicea queste parole: | – Se tu turbi, o fanciulla, il ruscellino | giù pe 'l suo sen non guizzerà più il sole, | né verrà la colomba mattiniera | a cantarvi d'amore in sua maniera –. | Il bianco viso in lagrime bagnato | levò la giovinetta al bel cantore: | – Presto il ciel risorride a 'l rio schiarato, | ma più non risorride entro il mio core. | Quando un garzon tu mi vedesti a lato, | dirgli dovei: Deh, se tu intendi amore, | deh non turbar de la fanciulla l'alma | che non rischiara più né torna in calma. (Il ruscello)“

Alessandro Manzoni foto
Alessandro Manzoni 106
scrittore italiano 1785 – 1873
„Sparsa le trecce morbide | Sull'affannoso petto, | Lenta le palme, e rorida | Di morte il bianco aspetto, | Giace la pia, col tremolo | Sguardo cercando il ciel. (Coro; atto IV, scena I)“

Johan Ludvig Runeberg foto
Johan Ludvig Runeberg 2
poeta e scrittore finlandese 1804 – 1877
„Dall'orlo d'argentea nube la stella vespertina guardava | e dall'ombrato bosco la fanciulla le diceva: | «Di', stella della sera, che pensa il cielo | quando all'amato il primo bacio si concede?». | Rispose allor del ciel la casta figlia: | «D'angeli lucente schiera la terra guarda | e della propria felicità scorge il riflesso; | la Morte sola lo sguardo distoglie – e piange»..“

Michel Montignac 12
1944 – 2010
„Di fronte a un potenziale problema di salute ogni persona reagisce in modo diverso. Alcuni seguono la politica dello struzzo. Evitano di fare le analisi o di ascoltare i campanelli d'allarme. E quando un infarto li colpisce, come un fulmine a ciel sereno, tutti i conoscenti si meravigliano: "Proprio lui che era sano come un pesce!" Altri, all'opposto, contribuiscono al deficit del sistema sanitario nazionale chiedendo analisi a tutto spiano al medico della mutua e al cardiologo, anche se [... ] non presentano alcun fattore di rischio. Anche in materia di salute la virtù sta spesso nel mezzo. (p. 41)“

Mostrando 1-16 frasi un totale di 221 frasi