Frasi su deceduto

[In risposta al senatore Carlo Giovanardi sulla morte di Stefano Cucchi] Il potere dichiara che il giovane arrestato di nome Gesù figlio di Giuseppe è morto perché aveva le mani bucate e i piedi pure, considerato che faceva il falegname e maneggiando chiodi si procurava spesso degli incidenti sul lavoro. Perché parlava in pubblico e per vizio si dissetava con l'aceto, perché perdeva al gioco e i suoi vestiti finivano divisi tra i vincenti a fine di partita. I colpi riportati sopra il corpo non dipendono da flagellazioni, ma da caduta riportata mentre saliva il monte Golgota appesantito da attrezzatura non idonea e la ferita al petto non proviene da lancia in dotazione alla gendarmeria, ma da tentativo di suicidio, che infine il detenuto è deceduto perché ostinatamente aveva smesso di respirare malgrado l'ambiente ben ventilato. Più morte naturale di così toccherà solo a tal Stefano Cucchi quasi coetaneo del su menzionato.

Erri De Luca foto
Erri De Luca 222
scrittore, traduttore e poeta italiano 1950

Brutta faccenda avere per compare gente morta. Ma devo trovare scampo a una situazione lacerante, e procedo con le idee che mi fanno da calvario: infilare 2001 deceduti nell'immagine che raddoppia il mio tormento. (pag. 89)

Antonio Rezza foto
Antonio Rezza 56
attore, regista e scrittore italiano 1965

Ella muore il 3 dicembre 1775 e il messaggio che informa Caterina termina così: «Colei che voleva arrogarsi il diritto a un titolo e a una origine a Vostra Maestà ben conosciuti, è deceduta senza nulla confessare e senza denunciare nessuno, in scellerato silenzio.

Konstantin Flavitsky foto
Konstantin Flavitsky 6
1830 – 1866

[parlando del padre appena deceduto] Mi ha insegnato la dedizione, il senso del dovere. L'altra sera avrei potuto annullare lo spettacolo, sarei stato giustificato. Ma il teatro era tutto esaurito. Mi aspettavano. Simbolicamente il momento della canzone dopo tre ore di risate è stato come un pugno allo stomaco, ma quell'applauso finale così forte è stato significativo. Se sono quel che sono lo devo a lui.

Enrico Brignano foto
Enrico Brignano 8
attore, comico e regista italiano 1966

[... ] Quando Keith Botsford, il mio collega americano, ed io stavamo investigando quello che abbiamo chiamato The Years of the Golden Fix, è emerso che le vittorie europee dell'Inter degli anni 1960 furono frutto di corruzione e imbrogli nei quali Angelo Moratti giocò un ruolo cruciale in un sistema messo in piedi da due uomini ora deceduti: Deszo Szolti, faccendiere ungherese, e Italo Allodi, il serpentino. (da (EN) This Football Life: Moratti in a real fix over Inter's glorious but tainted history, The Times, 8 novembre 2003)

Brian Glanville foto
Brian Glanville 2
scrittore inglese 1931

Boniperti non voleva giocare per onorare la memoria del tifoso deceduto. Si riunì d'urgenza il comitato dell'UEFA che intimò a Boniperti di giocare minacciandolo di assegnare lo 0-3 a tavolino e di considerarlo da quel momento in poi responsabile di tutti gli episodi che potevano scatenarsi in caso di sospensione dell'incontro. La società fu pertanto messa di fronte all’obbligo di scendere in campo. Ribadisco, all'oscuro di quanto stava succedendo.

Sergio Brio 1
allenatore di calcio ed ex calciatore italiano 1956