Frasi su depresso

Charles Bukowski foto
Charles Bukowski 264
poeta e scrittore statunitense 1920 – 1994
„Ero morto per tre quarti. Accesi la tv. C'era uno spot. TI SENTI SOLO? DEPRESSO? STA' ALLEGRO. TELEFONA A UNA DELLE NOSTRE BELLE RAGAZZE. LORO DESIDERANO PARLARE CON TE. USA LA TUA CARTA DI CREDITO MASTER O VISA. PARLA CON KITTY O FRANCI O BIANCA. TELEFONA ALL'800-435-8745.
Fecero vedere le ragazze. Kitty sembrava la migliore. Bevvi un sorso di scotch e composi il numero. (1995, p. 152)“

 Marracash foto
Marracash 32
rapper italiano 1979
„Depresso scrivevano han bisogno d'aiuto | se non somiglia a nessuno devi avere un disturbo. (da Quando ero vivo, n.° 13)“


 Caparezza foto
Caparezza 313
cantautore e rapper italiano 1973
„Meglio depressi che stronzi del tipo «Me ne fotto», perché non dicono «Io mi interesso»? | Che si inculino un cipresso! (da La mia parte intollerante, n.° 9)“

Charles M. Schulz foto
Charles M. Schulz 113
fumettista statunitense 1922 – 2000
„A volte, se sei depresso, non vorresti fare niente. Tutto quel che vuoi fare è appoggiare la testa al braccio, e guardare nel vuoto. A volte puoi andare avanti così per ore. Se sei eccezionalmente depresso, devi perfino cambiare braccio. (25 marzo 1980)“

Charles M. Schulz foto
Charles M. Schulz 113
fumettista statunitense 1922 – 2000
„[Sotto la pioggia, parlando con Snoopy] Linus: Va bene, ti stai bagnando un po'... Non avere quell'aria depressa... Ricordati, piove sui giusti e sugli iniqui.
Snoopy: Ma cosa c'entriamo noi di mezzo?“

 Nek foto
Nek 158
cantautore e musicista italiano 1972
„Fammi un po' compagnia | dai baciami adesso | io no so cosa sia | sto sul depresso | è una noia bestiale | che mi prende se solo non ci sei | è una cosa normale | o succede solo a me?. (da Dimmi cos'è, n.° 7)“

Vittorino Andreoli foto
Vittorino Andreoli 47
psichiatra e scrittore italiano 1940
„Ebbene, se sono stato, e sono, un buon psichiatra, se ho aiutato i miei matti, ciò è avvenuto per la mia fragilità, per la paura di una follia che si annida dentro di me, per la fragilità che avverto capace di sdoppiarmi, di togliermi la voglia di vivere e di rendermi simile a un depresso che chiede soltanto di scomparire per cancellare il dolore di cui si sente plasmato.“

Jeanette Winterson foto
Jeanette Winterson 45
scrittrice britannica 1959
„Il prezzo che pagai fu alto. Troppo alto, pensavo, quando ero depressa, cosa che m'accadeva spesso. Il problema è che, quando la stragrande maggioranza della gente è apatica, le persone normali come me sono costrette a lavorare troppo, devono rovinarsi la vita, devono assoggettarsi a diventare il bersaglio dello scherno generale pur di farsi capire.“


Franz Krauspenhaar foto
Franz Krauspenhaar 20
scrittore e poeta italiano 1960
„23 La noia mortale è la grande speranza dei depressi.“

L. P. Hartley 2
scrittore inglese 1895 – 1972
„Come le donne, e altre classi depresse, i fantasmi si sono emancipati scrollandosi di dosso le loro limitazioni, e oltre ad essere in grado di fare molte cose impossibili per gli uomini, ne fanno anche molte altre che gli uomini da sempre sanno fare benissimo. Per quanto immateriali, sono in grado ormai di godere appieno i benefici della civiltà moderna. (citato nell'introduzione a Montague Rhodes James, Fantasmi ed altri orrori, a cura di Gianni Pilo e Sebastiano Fusco, TEN, 1993)“

Jack Kerouac foto
Jack Kerouac 205
scrittore e poeta statunitense 1922 – 1969
„[.. ] l'orrenda certezza di aver per tutta la vita ingannato me stesso pensando sempre che ci fosse qualcos'altro da fare perché lo spettacolo continuasse mentre in realà sono solo un pagliaccio depresso esattamente come chiunque altro.“

David Foster Wallace foto
David Foster Wallace 112
scrittore e saggista statunitense 1962 – 2008
„La terapeuta, alla quale in quella fase restava meno di un anno di vita, a quel punto aveva fatto una breve interruzione per esternare ancora una volta alla persona depressa la sua (cioè della terapeuta) convinzione che odio verso se stessi, colpa tossica, narcisismo, auto commiserazione, bisogno, manipolazione, e molti altri comportamenti basati sulla vergogna che presentavano tipicamente gli adulti endogenamente depressi andavano meglio interpretati come difese psicologiche erette da un residuale Bambino ferito che c'è in Te contro la possibilità di trauma e abbandono. Tali comportamenti, in altre parole, erano primitive profilassi emotive la cui vera funzione era di precludere l'intimità; erano corazze psichiche per mantenere gli altri a distanza in modo che loro (cioè gli altri) non si avvicinassero emotivamente alla persona depressa tanto da infliggerle ferite che potevano fare da eco e specchio delle profonde ferite residuali risalenti all'infanzia della persona depressa, ferite che la persona depressa era incosciamente decisa a tenere a tutti i costi represse. (La persona depressa, p. 53)“


Massimo Gramellini foto
Massimo Gramellini 92
giornalista e scrittore italiano 1960
„Mi sono sempre immaginato la vita come una partita a carte. Quelle che ho ricevuto all'inizio non le ho scelte io. Ma tutto ciò che succede durante la partita dipende da me: saranno le carte che scarto a determinare il valore, fortunato o sfortunato, di quelle che pescherò dal mazzo. Sarà il mio tipo di gioco, non il caso, a decidere il destino della partita. (I depressi sposi, pos. 1536)“

David Leavitt 16
scrittore statunitense 1961
„Era un anno di interminabili giornate grigie, il sole non compariva da tanto di quel tempo da essere ormai soltanto un ricordo, e Londra era tutto uno starnuto e una soffiata di naso. I mediterranei sarebbero impazziti, gli americani avrebbero intentato una causa; ma noi inglesi accettiamo l'inclemenza del tempo con la stessa cupa equanimità con cui accettiamo le schiere di case addossate una all'altra e le salsicce. Con la sua aria depressa, la gente tirava avanti, cioè faceva code interminabili sotto la pioggia. Code ovunque: sarebbe bastato attaccare un cartello su un muro con la scritta "Fate la coda qui" e la gente ci si sarebbe messa di fronte in fila indiana. (I; p. 19)“

„Non è mai scontato poter accarezzare i propri figli, parlare ed essere capiti, alzarsi dalla sedia e camminare, afferrare un bicchiere di acqua fresca e rovesciarsela in gola, senza aver paura di soffocare. Ogni semplice gesto merita un grazie. Questo vorrei che risuonasse nelle vite annoiate, depresse, sempre troppo stanche e insoddisfatte. Quando chiuderò questa parentesi di vita, l'eco del dolore sarà gioia di esserci e i miei grazie si faranno eco, mentre terrò tra le dita una tazzina di caffé, che berrò in compagnia di un intenso profumo di caffettiera, stando in piedi nella mia cucina blu.“

Dale Jamieson 5
filosofo statunitense 1947
„La mia tesi è che la coscienza è un bene in sé, quale che sia il suo oggetto, e quale che sia la piacevolezza di una particolare esperienza. Ciò spiega perché la maggior parte di noi, la maggior parte delle volte, preferirebbe trascorrere una giornata leggermente depressi piuttosto che narcotizzati e privi di coscienza. Certamente, questo non significa negare che vi siano terrori così grandi e momenti di desolazione così profondi da far apparire l'incoscienza una dolce liberazione. <!--(p. 157)“

Mostrando 1-16 frasi un totale di 183 frasi