Frasi su diffida

Michel Quoist foto
Michel Quoist 25
presbitero e scrittore francese 1921 – 1997
„Diffida di quel particolare scoraggiamento che segue ai peccati contro la castità. Il vuoto psichico che essi creano, il malessere psicologico che li accompagna, l'impressione di essere tiranneggiato dall'istinto prepotente falsano il tuo giudizio, deformando la tua colpevolezza. I peccati della carne non sono i più gravi, mentre invece lo sono quelli contro la fede, la speranza e la carità. (p. 274)“

Christopher Hitchens foto
Christopher Hitchens 67
giornalista, saggista e critico letterario britannico 1949 – 2011
„Guàrdati dall'irrazionale, per quanto seduttivo. Rifuggi dal "trascendente" e da tutti quelli che invitano a subordinarti o annientare te stesso. Diffida della compassione; preferisci la dignità per te e per gli altri. Non aver paura di essere considerato arrogante o egoista. Immàginati tutti gli esperti come se fossero mammiferi. Non essere mai spettatore dell'ingiustizia o della stupidità. Cerca la discussione e la disputa per il piacere che ti dànno; la tomba ti offrirà un sacco di tempo per tacere. Dubita delle tue stesse motivazioni. Non vivere per gli altri non più di quanto tu ti aspetteresti che gli altri vivano per te.“


John Harington foto
John Harington 5
inventore, poeta e scrittore inglese 1561 – 1612
„Diffida quando il lavoro di un uomo diventa più importante dei suoi obiettivi, quando l'uomo scompare dietro ai suoi doveri.“

Nassim Nicholas Taleb foto
Nassim Nicholas Taleb 47
filosofo, saggista e matematico libanese 1960
„Pensate a un uomo estremamente riflessivo, torturato dalla coscienza della propria ignoranza. Gli manca il coraggio dell’idiota, eppure ha il raro fegato di dire «non lo so». Non gli importa di sembrare uno stupido o, peggio, un ignorante. Esita, non si pronuncia in modo esplicito e si tormenta sulle conseguenze nel caso avesse torto. Continua ad analizzare e a rianalizzare i propri sentimenti finché arriva all’esaurimento fisico e nervoso. Questo non significa necessariamente che l’uomo manchi di fiducia in se stesso, ma solo che diffida della propria conoscenza. (libro Il Cigno nero)“

Dashiell Hammett foto
Dashiell Hammett 5
scrittore statunitense 1894 – 1961
„Diffido degli uomini che non aprono mai bocca. In genere scelgono il momento peggiore per parlare e dicono la cosa sbagliata.“

Humphrey Bogart foto
Humphrey Bogart 19
attore statunitense 1899 – 1957
„Diffido di tutti i bastardi che non bevono.“

Robert Musil foto
Robert Musil 120
scrittore e drammaturgo austriaco 1880 – 1942
„Se diffidi di una persona, i segni più chiari di fedeltà ti appariranno come indizi di tradimento; se invece ti fidi, le prove più evidenti di tradimento diverranno segni di una smisurata fedeltà.“

John Churton Collins foto
John Churton Collins 5
docente, scrittore 1848 – 1908
„Diffida sempre di un subordinato che non trova colpe nei suoi superiori.“


Piero Ottone 7
giornalista italiano 1924
„Il decalogo del giornalista

1. Scrivi sempre la verità, tutta la verità, solo la verità.
2. Cita le fonti. Se la tua fonte vuole restare anonima, diffida.
3. Verifica quel che ti dicono. Se non puoi verificare, prendi le distanze.
4. Non diffamare il prossimo, ed evita le frasi del tipo: 'Sembra che il tale abbia rubato...', 'Si dice che il tal altro abbia ammazzato...'.
5. Non obbligare il lettore a leggere una colonna di roba prima che cominci a capire che cosa è successo.
6. Non fare lunghe citazioni fra virgolette all'inizio di un 'pezzo' senza rivelare subito chi sia il loro autore (il metodo non crea suspense, come forse crede il giornalista: dà solo fastidio).
7. Non mettere mai fra virgolette, nei titoli, frasi diverse da quelle che sono state pronunciate.
8. Evita le iperboli e le metafore di Pierino, come 'bufera' ('il partito è nella bufera'), 'giallo' ('il giallo di Ustica'), 'rissa' ('ed è subito rissa fra x e y'), 'fulmine a ciel sereno', 'scoppiato come una bomba'.
9. Prima di scrivere nel titolo che 'Londra è nel panico', va' a Londra e controlla se otto milioni di persone sono davvero uscite di testa.
10. Non dire mai: 'L'obiettività non esiste'. È l'alibi di chi vuole raccontare palle. (quotidiano la Repubblica, La giornaleide, di Stefano Malatesta)“

Massimo Fini 76
giornalista, scrittore e drammaturgo italiano 1943
„La democrazia diffida, a buon diritto, dell’intelligenza. (libro Sudditi. Manifesto contro la democrazia)“

Susanna Tamaro foto
Susanna Tamaro 111
scrittrice italiana 1957
„Diffida di tutto, tranne di quello che ti dice il tuo cuore.“

Raffaele La Capria foto
Raffaele La Capria 44
scrittore italiano 1922
„Non posso sopportare quelli che si danno da fare per salvare il mondo o per le grandi cause. Diffido delle grandi e buone cause, non le nego, ma sto attentissimo perché le buone cause sono, a volte, tranelli terribili.“


Aldo Grasso foto
Aldo Grasso 66
giornalista, critico televisivo e docente italiano 1948
„«Boris» (è il nome di un pesciolino rosso portafortuna) si offre come un inesorabile ma buffonesco atto d'accusa contro la cialtroneria di molta serialità italiana. Per questo piace molto a chi odia «I soliti idioti», al sereno dandinismo, molto diffuso sui giornali (la versione trendy del luogocomunismo): è rassicurante, ribadisce il primato e il disprezzo degli intelligenti sui buzzurri, è un atto di diffida nei confronti dei furbastri. Tutto bene, tutto giusto. Salvo che una lettura così — così ideologica — è riduttiva nei confronti della stessa serie. Ai dandinisti basterebbe dire: ma l'avete visto «30 Rock» di Tina Fey, che affronta lo stesso argomento ma con ben altra complessità metaforica e linguistica? Paradossalmente, per apprezzare «Boris», bisogna partire dal fatto che anche «Boris» è figlio di quella tv italiana che vive di budget risicati, di approssimazioni, di balle, di facilonerie, di romanità folkloriche, di indotto Rai. «Boris» è irresistibile proprio quando si aggrappa alla sua cattiva stella.“

Monica Cirinnà foto
Monica Cirinnà 3
politica italiana 1963
„Sono diventata vegetariana circa 20 anni fa esclusivamente per amore degli animali. Quando combattendo da attivista per i loro diritti ho capito che grande contraddizione fosse mangiarli e poi pretendere per loro il riconoscimento di esseri senzienti, capaci di gioia e di dolori. [... ] per me essere vegetariani comporta anche azioni responsabili in vari settori economici: come acquistare prodotti da commercio equo e solidale o da agricoltura biologica, mai da produzioni convenzionali o intensive. Mai vestirsi di pelli o pellicce, mai con prodotti che prevedono lo sfruttamento degli animali, come i piumini d'oca. [... ] Certo, essere vegetariani migliora la salute e allunga la vita. Ma sempre solo se si mangiano prodotti sani e biologici, altrimenti si assumono pesticidi e veleni. Diffido, però, di chi diventa vegetariano solo per salute, senza fare scelte che coinvolgano la coscienza con implicazioni etiche e morali. Di solito questi vegetariani, davanti alle privazioni e le tentazioni della gola, cambiano presto idea.“

Jean Paul Getty foto
Jean Paul Getty 14
imprenditore e collezionista d'arte statunitense 1892 – 1976
„I consigli di Paul Getty per diventare ricco

1. L'abilità non è tanto nel guadagnare quanto nel mantenere le posizioni acquisite.
2. Chi retrocede è perduto.
3. Non fare mai nulla che sia contrario ai tuoi interessi.
4. Non rimandare mai a dopo quello che puoi fare ora.
5. Le donne sono una cosa piacevole ma non vanno mai mischiate con gli affari.
6. Calcola sempre i rischi, non lasciare nulla al caso.
7. Controlla sempre tutto.
8. È bene ripartire i rischi.
9. Non vendere mai niente. Acquista quando gli altri vendono.
10. Cerca di capire come ragionano gli avversari.
11. Lavora almeno 16 ore al giorno.
12. Paga la gente per ciò che vale, non fare mai beneficenza.
13. Non accettare consigli da nessuno, accetta soldi da tutti.
14. Dai consigli a tutti, non dare mai soldi.
15. La gente ti considera solo per quello che possiedi.
16. Diffida sempre del prossimo.
17. Non ti intestare mai nulla, sii sempre nullatenente.
18. Sii sempre calmo.
19. Parla poco, rivela agli altri il meno possibile la tua personalità.
20. Quando ti viene voglia di acquistare qualcosa aspetta 24 ore e poi pensaci sopra sette volte.
21. Non dare mai mance, non avere paura di essere chiamato avaro.
22. Investire tutto.
23. Abolisci segretamente tutti gli scrupoli, ma conservali ufficialmente tutti.
24. Puoi anche essere più intelligente degli altri, ma è pericoloso farlo capire.
25. Dovete sviluppare da soli i vostri interessi. Non diventerete mai ricchi lavorando per gli altri.“

Vasco Rossi foto
Vasco Rossi 241
cantautore italiano 1952
„Le fedi, così come le visioni o le illusioni, non si devono imporre agli altri con la forza. Si può scegliere di condividerle, ma solo liberamente. E devono essere tollerate tutte, se non fanno del male agli altri. Ognuno dovrebbe essere libero di pensare al suo bene, rispondendone solo davanti alla propria coscienza. Né religione, né Stato dovrebbero imporre regole o criteri di vita. Diffido di tutti quelli che vogliono fare del bene per forza, siano essi missionari, politici o benpensanti. Li trovo falsi e ipocriti. Non li sopporto: se ho bisogno te lo chiedo, ma non venirmi ad aiutare o a dire come secondo te io dovrei vivere. La vita è un’esperienza troppo personale per non lasciare che ognuno se la viva come meglio crede. Andrebbe rispettata anche la scelta di chi non la vuole vivere. Bisogna mettersi dal punto di vista degli altri, in modo non strumentale: ci vuole molto più coraggio (e amore e pietà) a star vicino a qualcuno in fin di vita, ad assistere alla sua morte, piuttosto che fare l’eroe salvandolo per un momento e tornando poi… a farsi i fatti propri. (libro La versione di Vasco)“

Mostrando 1-16 frasi un totale di 46 frasi