Frasi su diffusione

Gillo Dorfles foto
Gillo Dorfles 10
critico d'arte, pittore e filosofo italiano 1910
„La borghesia in Italia ha fatto fiasco. Almeno una volta c'era una borghesia illuminata. Oggi è pochissimo illuminata. E il cialtrionismo è tipico della borghesia attuale. Finite le oasi di alcuni decenni fa, mentre la diffusione della cultura ha coinciso con l'involgarimento e l'appiattimento. È finita la coesione comunitaria. Da noi la destra non ha saputo fare cultura di punta né generare classi dirigenti, a differenza dei grandi paesi occidentali.“

Sandro Pertini foto
Sandro Pertini 75
7º Presidente della Repubblica Italiana 1896 – 1990
„Presi contatto con il tenente Frank, rappresentante degli alleati il quale mi disse: "Entreremo in città quando avrete ripulito Firenze da tutti i franchi tiratori". E quando questo accadde puntualmente entrarono a Firenze. Frank mi accompagnò a Roma. Di quei giorni porto con me, costantemente, l'immagine della nostra diffusione dell'«Avanti!». In piazza San Marco mi ferma un signore, avrà avuto 70, 75 anni; senza dire una parola stese la mano a prendere il foglio; prese il foglio come un credente può prendere un'immagine sacra. E lo baciò. Baciò l'"Avanti!" e si mise a piangere. Un ricordo che mi commuove ancora.“


Dario Fo foto
Dario Fo 52
drammaturgo, attore, scrittore, paroliere e scenografo i... 1926
„Fermare la diffusione del sapere è uno strumento di controllo per il potere perché conoscere è saper leggere, interpretare, verificare di persona e non fidarsi di quello che ti dicono. La conoscenza ti fa dubitare. Soprattutto del potere. Di ogni potere. (da la Repubblica, 13 giugno 2004)“

Cesare Segre 8
filologo, semiologo e critico letterario italiano 1928 – 2014
„Il pessimo costume di abbandonarsi al turpiloquio (a partire dal «me ne frego» fascista) si sta diffondendo ovunque, molto meno disapprovato della diffusione degli anglismi, che se non altro non feriscono il buon gusto. Forse si teme che questa disapprovazione sia considerata bacchettoneria; si dovrebbe invece formulare una condanna esclusivamente estetica. Anche qui, molti giovani si mettono alla testa del peggioramento. Pensiamo all'uso di punteggiare qualunque discorso con invocazioni al fallo maschile, naturalmente nel registro più basso, che inizia con la c. Un marziano giunto tra noi penserebbe che il fallo sia la nostra divinità, tanto ripetutamente viene nominato dai parlanti. Insomma, una vera fallolatria.“

Giorgio Bassani foto
Giorgio Bassani 95
scrittore e poeta italiano 1916 – 2000
„In un mondo come il nostro, volto con sempre più consapevole determinazione, ad est e ad ovest, a nord e a sud, alla ricerca e all'impiego delle competenze e dei talenti, non mi pare che sia il caso da parte degli scrittori di invocare una inserzione nell'ingranaggio della gran macchina produttiva ancora più diffusa e completa di quella attuale. [... ] E così bisogna servire, rendersi utili, collaborare [... ]. L'unica cosa da pretendere sarà se mai un'altra: e cioè che il nostro servizio, la nostra collaborazione, non abbiano a risolversi in una alienazione della nostra natura e del nostro destino. [... ] vendere l'anima: ecco uno sbaglio che l'utente vero, il destinatario autentico e indispensabile, così poco adatto a far parte delle inerti assemblee consumistiche vagheggiate dalle fantasie dei tecnici e dei datori di lavoro, non perdona mai. (Lo scrittore e i mezzi di diffusione della cultura, pp. 209 ss.)“

Enzo Costa foto
Enzo Costa 10
giornalista e scrittore italiano 1964 – 2014
„Niente mi toglie dalla testa che la diffusione del cristianesimo in Italia è dovuta alla nostra esterofilia: volete mettere se Gesù, invece che a Betlemme, fosse nato a Cesenatico?“

Ayn Rand foto
Ayn Rand 34
scrittrice, filosofa e sceneggiatrice statunitense 1905 – 1982
„La diffusione del male è il sintomo di un vuoto. Ovunque vinca il male, è solo per incapacità, per il fallimento morale di coloro che evadono il fatto che non possono esistere compromessi sui princìpi fondamentali.“

Walter Veltroni foto
Walter Veltroni 52
politico italiano 1955
„Lo Stato lassista diventa prussiano quando getta la chiave dietro le spalle di cittadini che hanno sbagliato ma non possono e non devono essere trattati oltre il limite dei diritti umani. Le amnistie e gli indulti sono la confessione di una impotenza. Un uso molto più avveduto della custodia cautelare, la diffusione degli arresti domiciliari, del braccialetto elettronico, la costruzione di nuove carceri sono il modo in cui l’Italia può tornare a essere il Paese di Cesare Beccaria e non quello dei quasi mille suicidi tra i detenuti in dieci anni. (libro E se noi domani: L'Italia e la sinistra che vorrei)“


Walter Veltroni foto
Walter Veltroni 52
politico italiano 1955
„E' l’uso pubblico indiscriminato delle intercettazioni a essere intollerabile, perché affidato alla fuga, talvolta non innocente, di testi, spesso perfino irrilevanti rispetto a responsabilità penali o civili. La Costituzione dice all’articolo 3 che «ogni cittadino è uguale davanti alla legge», e questo non è vero per la diffusione arbitraria di materiale processuale. (libro E se noi domani: L'Italia e la sinistra che vorrei)“

Charles Augustus Lindbergh foto
Charles Augustus Lindbergh 6
aviatore statunitense 1902 – 1974
„Il miglioramento del nostro stile di vita è più importante della sua diffusione. Se lo rendiamo abbastanza soddisfacente, si diffonderà automaticamente. Se non lo facciamo, nessuna forza fisica potrà opporvisi in permanenza.“

Federico Rampini foto
Federico Rampini 38
giornalista e scrittore italiano 1956
„Sanno tutto dei crimini storici e degli orrori perpetrati dall’imperialismo britannico ai loro danni. Al tempo stesso vanno fieri di ogni eredità inglese che hanno voluto conservare e di cui rivendicano il valore. Lo Stato di diritto. L’individualismo libertario. La stessa diffusione della lingua degli ex imperialisti si è rivelata uno strepitoso vantaggio competitivo. (libro La speranza indiana)“

Carlo Petrini 8
imprenditore (fondatore dello Slow Food)
„L’odierna maggiore diffusione della ricchezza – se non in senso assoluto, almeno in senso relativo al costo del cibo – combinata con l’ignoranza sensoriale che si diffonde, ha del resto portato allo stesso criterio antieconomico, inversamente proporzionale e piú inconsapevole rispetto all’ostentazione elitaria, ma altrettanto poco conveniente: piú un prodotto è a buon prezzo, piú lo mangio, non importa se mi privo del piacere e se fa danni a me, all’ecosistema e ai lavoratori che lo producono. (libro Buono pulito e giusto)“


Walter Veltroni foto
Walter Veltroni 52
politico italiano 1955
„Sud e Nord devono poter accedere alle informazioni allo stesso modo, non a velocità diversa, non con zone nelle quali è impossibile collegarsi. Banda larga, diffusione del wi-fi gratuito sono ormai frontiere della competitività, come lo fu la costruzione dell’Autostrada del Sole. (libro E se noi domani: L'Italia e la sinistra che vorrei)“

Marc Augé foto
Marc Augé 35
etnologo e antropologo francese 1935
„L’invenzione è l’atto creativo attraverso cui un’idea assume la forma di un oggetto reale, l’innovazione vi aggiunge il carattere sociale, dovuto alla sua diffusione nella società sotto forma di prodotto. (libro Futuro)“

John Leguizamo foto
John Leguizamo 4
attore statunitense 1964
„Questo uomo qui è il re della diffusione dell'eroina. Una medaglia d'oro alle Olimpiadi! (Film Carlito's Way)“

John Burdon Sanderson Haldane foto
John Burdon Sanderson Haldane 13
biologo e genetista inglese 1892 – 1964
„Così tante nuove idee sono all'inizio strane e orribili, sebbene alla fine apprezzabili, che una pesante responsabilità incombe su coloro che ne impediscono la diffusione.“

Mostrando 1-16 frasi un totale di 89 frasi