Frasi su donnina


Françoise Giroud foto
Françoise Giroud 7
giornalista, politica e scrittrice francese 1916 – 2003
„... più che per le avventure con le donnine, la baronessa Jenny von Westphalen soffriva per il legame del marito con l'altro padre del comunismo... (In Jenny Marx o la moglie del diavolo, Rizzoli, 1993)“

„Ma quando finisce l'infanzia nell'Ottocento? quando non si è più considerate delle bambine? Nei galatei spesso non si allude all'età la bambina diviene una «giovinetta» quasi per magia, si costata che è cresciuta, è divenuta una «donnina». (p. 252)“


Renato Rascel foto
Renato Rascel 8
cantante e attore italiano 1912 – 1991
„Ho cercato, innanzitutto, di crearmi una maschera, non tingendomi il volto, o annerendomi il naso; né volevo il successo puntando sulle gambe delle donnine. Volevo creare un personaggio concreto e nello stesso tempo sfasato nel linguaggio.“

Mauro Forghieri foto
Mauro Forghieri 1
ingegnere italiano 1935
„[A proposito di Gilles Villeneuve] Lui voleva correre. Correva sempre. Gli dava piacere fisico farlo. Ovunque, comunque... Lo ricordo dopo le qualifiche di Anderstorp '78. Eravamo in macchina io e lui. Per arrivare all'albergo dovevamo attraversare un bosco di betulle e lui inscenò una sorta di prova speciale di un rally: sempre in controsterzo a 180 km/h; io avevo una fifa boia mentre lui sorrideva. (dall'intervista di Mario Donnini, AutoSprint, n.° 19, anno XLVI)“

Mario Luzzatto Fegiz foto
Mario Luzzatto Fegiz 10
giornalista, critico musicale e saggista italiano 1947
„Esponenti più vistosi e commercialmente fortunati [della musica demenziale italiana] furono gli Squallor, Daniele Pace, Totò Savio, Alfredo Cerruti, Giancarlo Bigazzi, che nella vita facevano mestieri normali come i discografici o i musicisti o i parolieri e una volta all'anno si chiudevano in una sala d'incisione in compagnia di alcolici e donnine allegre per svuotare, a microfoni aperti, la sentina della loro creatività più oscena e volgare, dando vita ad album dai titoli allusivi come Tromba, Cappelle, Arrapaho. (da Elio e i suoi antenati. Il demenziale al potere, Corriere della sera, 3 settembre 2004)“

Leo Spaventa Filippi 3
pittore italiano 1912 – 1999
„Quello mi era sembrato uno dei suoi più bei quadri, anche lui ne era convinto. «Sì», aggiunse, «poichè sono riuscito a fare un bel viso di donna». A quella frase si aprì in me uno sporaglio, quel bello detto da Carrà che aveva fatto l'Antigrazioso, il pupazzo che simboleggiava la distruzione dell'epoca del falso bello, del bello della donnina da salotto, aveva fatto riscattare (in me) la molla della giusta comprensione; avevo capito che Carrà, dopotutto, non era il rivoluzionario che dice sempre «non è vero», o meglio il suo «non è vero» aveva un limite, al di là del quale c'era qualcosa di più; quello che molti falsi rivoluzionai non hanno mai capito. C'era la comprensione che non si è capito il bello se non si è toccato il brutto, l'informale di ieri e di oggi non ha senso, se non si sa costruire la vera, sana forma di un esaltante viso di bella donna. (p. 24)“

Stefano Bellani 23
comico e cabarettista italiano
„Sai che Guglielmo invece di fare l’amore con la Rina, va con quelle donnine per la strada? Ma teee... non è che anche tu sei come lui?
– No, io darei un colpo anche alla Rina. (libro Il grande libro dei Ma teee...!? Erotismo coniugale e altri ossimori)“