Frasi su dormiveglia

Anaïs Nin foto
Anaïs Nin 24
scrittrice statunitense 1903 – 1977
„L'aspetto più terrificante di tutta l'esperienza era che non riusciva più a ritrarsi come prima, a chiuder fuori il mondo e diventare sorda, cieca, per immergersi in qualche fantasia forzata, come aveva fatto da ragazza, per rimpiazzare la realtà. Era ossessionata dalle preoccupazioni per la sicurezza di lui, dall'ansia per la vita pericolosa che conduceva; si accorse che l'aveva penetrata non solo nel corpo, ma nel suo stesso essere. Ogni volta che ripensava alla sua pelle, ai suoi capelli che il sole aveva striato di riflessi dorati, ai suoi fermi occhi verdi, che si socchiudevano solo nel momento in cui si piegava su di lei per prenderle la bocca tra le labbra forti, la sua carne fremeva, ancora sensibile al ricordo, ed era una tortura. Dopo ore di dolore così vivo e forte da farle temere che l'avrebbero sconvolta per sempre, cadde in uno strano stato letargico, di dormiveglia. Era come se qualcosa si fosse spezzato dentro di lei. Cessò di sentire dolore e piacere. Era diventata insensibile. Il viaggio divenne irreale. Il suo corpo era morto di nuovo. (p. 111; 2012)“

Marie-Louise von Franz foto
Marie-Louise von Franz 13
psicoanalista svizzera 1915 – 1998
„Com'è generalmente noto, due sono i pionieri dell'inconscio: Sigmund Freud e Carl Gustav Jung. Essi hanno messo in luce qualcosa di cui si parlava già da lungo tempo e che tuttavia non era stato indagato empiricamente: l'esistenza d'una realtà psichica al di là dell'Io cosciente. Freud vedeva nell'inconscio anzitutto l'ambito nel quale esistono pulsioni sessuali rimosse. Per Jung, invece, l'inconscio è anche ed essenzialmente un campo in cui si costellano percezioni oscillanti, anticipazioni di processi psichici evolutivi, precursori, cioè, di ulteriori processi coscienti e, in generale, di tutti i contenuti creativi. Esiste, in realtà, un altro pioniere dell'inconscio, il matematico francese Henri Poincaré, che lo scoprì in sé attraverso un'esperienza personale: egli cercava una spiegazione per le cosiddette funzioni automorfe, ma non sapeva trovare la formula. Nel dormiveglia intuì, in una sorta di visione, la soluzione di questo problema. Ne dedusse che nell'uomo dovesse esserci una seconda personalità inconscia, capace, con suo grande stupore, d'un giudizio matematico valido.“


Massimo Carlotto foto
Massimo Carlotto 4
scrittore, drammaturgo e sceneggiatore italiano 1956
„Nel dormiveglia mi accorsi che stavo pensando che mi sarebbe piaciuto addormentarmi con lei al mio fianco tutte le sere. Dallo spavento feci un balzo sul letto.“

Bertrand Russell foto
Bertrand Russell 155
filosofo, logico e matematico gallese 1872 – 1970
„Il telescopio rivelò anche i satelliti di Giove, e fu dimostrato che questi giravano attorno al loro pianeta in accordo con le leggi di Keplero. Tutte queste scoperte mandarono all'aria pregiudizi da lungo tempo radicati e spinsero quindi gli scolastici ortodossi a condannare il telescopio che aveva interrotto il loro dormiveglia dogmatico. Qualcosa di molto simile capitò tre secoli dopo. Comte condannò il microscopio per aver messo sottosopra le forme semplici delle leggi dei gas. In questo senso, i positivisti hanno parecchio in comune con Aristotele e con l'intransigente superficialità delle sue osservazioni in campo fisico. (Nascita della filosofia moderna, vol. II, p. 28)“

Ennio Rega foto
Ennio Rega 29
cantautore e compositore italiano 1953
„Nel dormiveglia ricordo l'infanzia | c'è una penombra in cui tutto torna.(da Lavoro studio sviluppo)“

Fabrizio De André foto
Fabrizio De André 322
cantautore italiano 1940 – 1999
„Nel dormiveglia della corriera | lascio l'infanzia contadina | corro all'incanto dei desideri | vado a correggere la fortuna. (da Prinçesa, n.° 1)“

Roberto Rizzato 41
conduttore radiofonico e giornalista italiano 1961
„Sono in diretta dall'alba delle 5: la prima ora -che chiamo ufficiosamente "Dormiveglia"- serve a radiosvegliare me; le altre due invece servono a radiosvegliare voi.“

 Mina foto
Mina 195
pagina di disambiguazione di un progetto Wikimedia
„Perciò nel dormiveglia se mi prendi vicino | fin quando la tua spalla diventa il mio cuscino | e tranquillo mi chiedi se va bene così | per una volta tanto | lasciami dire sì... (da Per una volta tanto)“


Aldo Busi foto
Aldo Busi 340
scrittore italiano 1948
„A volte penso | di essere un sogno | che qualcuno si è dimenticato di fare, | il sogno nel cassetto | aperto nel momento sbagliato, | il dormiveglia di una dalia d'inverno | che lascia i suoi petali | alla brina che l'uccide. (da L'amore trasparente)“

Stephen King foto
Stephen King 248
scrittore e sceneggiatore statunitense 1947
„Ma chi sa per quanto tempo può durare un lutto. Non è possibile che dopo trenta o quarant'anni dalla scomparsa di un figlio o di un fratello di una sorella, ci si ritrovi nel dormiveglia a pensare al defunto con lo stesso senso di nostalgia e di vuoto, la sensazione di un'assenza che non potrà mai più essere riempita.. forse nemmeno dopo la morte.“

Mostrando 1-16 frasi un totale di 137 frasi