Frasi su epidemia

Bob Dylan foto
Bob Dylan 140
cantautore e compositore statunitense 1941
„La musica tradizionale è basata su esagrammi. Proviene dalle bibbie, da epidemie e carestie, e gira intorno alla morte. (citato in Corriere della sera, 15 luglio 2006)“

Patch Adams foto
Patch Adams 33
medico statunitense 1945
„La depressione è un'epidemia di portata mondiale. Nel 2020 secondo le stime dell'OMS la depressione sarà la più diffusa malattia del pianeta. Personalmente credo che la maggior parte delle depressioni abbiano le sue radici nella solitudine, ma la comunità medica preferisce parlare di depressione piuttosto che di solitudine. È più facile liberarci del problema dando una diagnosi e una scatola di farmaci. Perché se cominciassimo a parlare di solitudine, sapremmo, per certo, che non ci sono farmaci. Non c'è industria medica che tenga, basta l'amore umano. E la cosa meravigliosa è che non serve una scuola di formazione per essere amanti. Tuttavia c'è sempre uno squilibrio tra quanti continuano ad "ammalarsi" di questa malattia e coloro i quali cercano, ognun per sé, di arginarla. (dalla Conferenza al Teatro Ariosto di Reggio Emilia, ArcoIrisTv, 27 marzo 2008)“


 Caparezza foto
Caparezza 313
cantautore e rapper italiano 1973
„L'establishment racconta questa crisi come un'epidemia che attraversa l'Europa. Una specie di sventura biblica a cui è impossibile sottrarci. Con questa attribuzione delle cause a una sorta di sciagura sovrannaturale i veri responsabili- del vecchioe del nuovo governo – si autoesentano da ogni colpa. E l'utilizzo di parole come spread o spending review, in un Paese dove la conoscenza dell'inglese è bassissima, non fa altro che allungare le distanze tra il popolo e la reale situazione economica.“

Mamphela Ramphele foto
Mamphela Ramphele 1
attivista e politica sudafricana 1947
„[Per la] sfiducia nei confronti della scienza, controllata tradizionalmente dai bianchi, [c'è stata] paura di ammettere un'epidemia [quella dell'AIDS] che poteva facilmente essere usata per ravvivare i peggori stereotipi razziali. (citato in Amartya Sen, Identità e violenza, V, p. 93)“

Maria Laura Rodotà foto
Maria Laura Rodotà 2
giornalista italiana 1961
„è probabilmente il più influente libro virale (con un messaggio che si diffonde come un'epidemia) degli ultimi tempi. Foer ha cercato di visitare allevamenti per tre anni. A volte c'è entrato di nascosto, di notte, ha assistito a spettacoli orribili. Non è riuscito, come quasi tutti gli altri autori di libri-denuncia sull'industria alimentare, a visitare un mattatoio. Ma ha intervistato moltissimi addetti che ci lavoravano. Il risultato, il libro, è – parole del New York Times – «un ritratto devastante della crudeltà sistematica e della sinistra segretezza dell'industria agroalimentare americana».“

Jonathan Safran Foer foto
Jonathan Safran Foer 162
scrittore statunitense 1977
„È probabilmente il più influente libro virale (con un messaggio che si diffonde come un'epidemia) degli ultimi tempi. Foer ha cercato di visitare allevamenti per tre anni. A volte c'è entrato di nascosto, di notte […]. Il risultato, il libro, è – parole del New York Times – «un ritratto devastante della crudeltà sistematica e della sinistra segretezza dell'industria agroalimentare americana». (Maria Laura Rodotà)“

Karl Marx foto
Karl Marx 139
filosofo, economista, storico, sociologo e giornalista t... 1818 – 1883
„Nelle crisi scoppia una epidemia sociale che in ogni altra epoca sarebbe apparsa un controsenso: l'epidemia della sovrapproduzione.“

Ambrose Bierce foto
Ambrose Bierce 277
scrittore, giornalista e aforista statunitense 1842 – 1913
„Epidemia: Malattia a tendenza sociale e assolutamente sgombra da pregiudizi. (1993)“


Wallace Stevens 21
poeta statunitense 1879 – 1955
„A volte i pensieri sono come delle infezioni, e alcuni diventano vere e proprie epidemie.“

Tito Lívio foto
Tito Lívio 192
storico romano -59 – 17 d.C.
„Le lotte fra le fazioni furono sempre e saranno per i popoli di maggior danno, che non le guerre esterne, che non la fame, le epidemie. (IV, 9; 2006)“

Malcolm Gladwell foto
Malcolm Gladwell 22
giornalista e sociologo canadese 1963
„Quel preciso momento di un'epidemia, quando tutto può cambiare all'improvviso, è il Punto Critico. (p. 14)“

Stephen Fry foto
Stephen Fry 15
comico, attore e scrittore britannico 1957
„Sono sempre stato convinto che il mondo venerasse i poeti e che un giorno le guerre sarebbero finite e che i divi della televisione sarebbero stati spazzati via da un'epidemia mortale. (p. 33)“


Karl Kraus foto
Karl Kraus 189
scrittore, giornalista e aforista austriaco 1874 – 1936
„I nemici delle vaccinazioni – anche questa è una professione – hanno detto che a Vienna non è scoppiato il vaiolo, ma un'epidemia da vaccino. Ora, anche loro sanno valutare il valore della profilassi, ma la loro prudenza è un po' esagerata: si prendono il vaiolo per proteggersi dal vaccino. (16 ottobre 1907)“

Corrado Guzzanti foto
Corrado Guzzanti 223
comico, attore e sceneggiatore italiano 1965
„Se anche il mondo dovesse esplodere, mi troverai qui
Anche se dovesse scoppiare una guerra mondiali, tu mi troverai qui
Anche se dovesse diffondersi dappetutto un'epidemia mortale, tu mi troverai qui a portare sfiga. (da L'ottavo nano, episodio 7)“

Robert Altman foto
Robert Altman 9
regista statunitense 1925 – 2006
„Io credo che, quando il cittadino medio presta attenzione al peso mediatico degli uomini politici, la politica sia nei guai. Mescolare politica e spettacolo è molto pericoloso. La gente si confonde. Voglio dire: io, come uomo di spettacolo, non voglio diventare un politico, ma vedo molti politici che vogliono diventare uomini di spettacolo! Mi sembra che nel mondo ci sia una sorta di epidemia: tutti vogliono comunicare per immagini.“

Malcolm Gladwell foto
Malcolm Gladwell 22
giornalista e sociologo canadese 1963
„In quanto essere umani, siamo pesantemente indotti dalla società a creare una sorta di parallelo approssimativo tra causa ed effetto. [... ] Siamo abituati a pensare che ciò che entra in una qualunque transazione, rapporto o sistema debba essere messo direttamente in relazione, per intensità e dimensioni, a ciò che ne risulta. [... ] Le epidemie dilagano secondo una progressione geometrica [... ] In quanto essere umani, ci troviamo a disagio con questo genere di progressione, perché il risultato finale, l'effetto, sembra assolutamente sproporzionato rispetto alla causa. Per comprendere il potere delle epidemie, dobbiamo abbandonare questa visione della proporzionalità e prepararci alla possibilità che, a volte, i grandi cambiamenti derivino da eventi di poco conto e che spesso queste trasformazioni possano verificarsi con grande rapidità. (pp. 15-16)“

Mostrando 1-16 frasi un totale di 25 frasi