Frasi su estate

Il tempo va, passano le ore e finalmente faremo l'amore solo una volta o tutta la vita speriamo prima che l'estate sia finita (da Solo una volta o tutta la vita, n.° 3)

Alex Britti foto
Alex Britti 7
cantautore e chitarrista italiano 1968

Non c'è che una stagione: l'estate. Tanto bella che le altre le girano attorno. L'autunno la ricorda, l'inverno la invoca, la primavera la invidia e tenta puerilmente di guastarla.

Ennio Flaiano foto
Ennio Flaiano 194
scrittore italiano 1910 – 1972

I treni sono come l'estate, avvicinano le persone per la durata di un tempo fuggitivo e insolito. Le tengono vicine, le spingono a parlarsi, le invitano a intravedere nel fondo degli occhi dell'altro qualcosa che si pensava non si potesse mai vedere. Le fanno sentire quasi migliori e capaci di afferrare il filo dell'aquilone della felicità. Poi, quando il tempo precipita, rapidissimo, sul ciglio dell'arrivo, quando le giornate smettono di essere senza fine, le separa e lascia l'aquilone volare via. Alle volte per sempre, come se quel primo incontro non potesse che essere anche l'ultimo possibile. (da La libertà viaggia in treno, p. 118)

Federico Pace foto
Federico Pace 5
giornalista e scrittore italiano 1967

Francine si girò verso di lui, che la circondò con un braccio. Gli ubriachi delle tre di notte, in tutta l'America, stavano fissando un muro, dopo averci finalmente rinunciato. Non che fosse necessario essere ubriachi per soffrire, per farsi annientare da una donna, ma se uno soffriva poteva anche darsi che finisse ubriaco. Certo, capita a tutti, soprattutto ai giovani, di pensare di avere il mondo in pugno, e a volte è anche vero. Ma nell'attimo stesso in cui uno è convinto che tutto vada per il meglio, ci sono leggi statistiche che lavorano alle sue spalle, pronte a fregarlo. E una notte, un caldo giovedì d'estate, quell'uno diventa l'ubriaco e se ne sta da solo in una squallida camera d'affitto e poco importa se c'è già stato un mucchio di volte, non gli è di nessun aiuto, anzi, semmai è peggio perchè quell'uno si era illuso di esserci uscito del tutto. E allora non gli resta che accendersi un'altra sigaretta e riempirsi ancora il bicchiere e mettersi a scrutare le pareti scrostate in cerca di labbra e di occhi. Era incomprensibile quello che gli uomini e le donne riuscivano a farsi.

Charles Bukowski foto
Charles Bukowski 280
poeta e scrittore statunitense 1920 – 1994

E stiamo isolati in cerca di gloria, mediocri e muti e senza memoria, ma, guarda, l'estate è tornata, speranza c'è ancora. (da Vivi davvero, 2002)

 Giorgia foto
Giorgia 26
cantautrice, musicista e produttrice discografica italiana 1971

Ho pianto per tutti i colori dei fiori e per l'attimo esatto in cui si schiudono. Ho pianto per l'azzurro del mare e per la spuma bianca, per il vento che muove i rami, per i pomeriggi silenziosi d'estate. Per la mia moka del caffè. Per la bellezza di un bicchiere di vino rosso, per il colore della frutta e per i peperoni gialli. Ho pianto a dirotto per ogni tramonto e per ogni alba, per ogni bacio dato e per ogni lacrima asciugata. Per ogni cosa bella che ritorna, per la strada verso casa la sera. Per tutto il tempo che non tornerà. Per ogni brivido vissuto, per ogni sguardo appoggiato. Ho pianto per il modo in cui mio nonno camminava e per la sua malinconia.

Fabio Volo foto
Fabio Volo 229
attore, scrittore e conduttore radiofonico italiano 1972

C'è stato un periodo in cui tutto pareva immobile nella sua perfezione, come se il tempo non fosse in movimento ma fissato sulla cartolina di un'estate felice.

Giorgio Faletti foto
Giorgio Faletti 247
scrittore italiano 1950 – 2014

Quest'estate mi sono rinchiuso in palestra. La sconfitta contro Dallas in finale mi ha dato grandissima motivazione, non che ne avessi bisogno. È stata una lezione di umiltà e mi ha fatto venire ancora più appetito. Il risultato mi sembra già confortante.

LeBron James foto
LeBron James 15
cestista statunitense 1984

L'estate se n'è andata, l'aria sta diventando più fredda, ho desiderato essere una di quelle foglie, portate dal vento, che muoiono naturalmente, non hanno mai bevuto acqua, non hanno mai toccato fuoco... ma mi ha fatto pensare, mi ha fatto andare... non posso essere una foglia perché sono una donna.

 Elisa foto
Elisa 53
cantautrice, polistrumentista e produttrice discografica... 1977

Passerò tutta l'estate qui! | Compresi i lunedì! | Quelli li odio di più... | Non lo so, ma è così... | Odio i lunedì! (da Lunedì, n.º 8)

Vasco Rossi foto
Vasco Rossi 241
cantautore italiano 1952

In una calda giornata d'estate, uscendo in carrozza per quelle vaste pianure, si provava un'immensa, sconfinata libertà dell'anima, come se nulla più la trattenesse e fosse pronta a balzare nell'infinito. I russi chiamano questo prostòr. In tali giorni d'estate, attraversando i campi, l'aria calda, con una sorta di remota foschia, creava un'illusione di profili di boschi, d'alberi e d'altro, sul remoto orizzonte, che in realtà non esisteva. Erano morgane, miraggi, come nel deserto.
Molti erano in Russia coloro che l'ignoto, il remoto attraeva; la lontananza, il prostòr li chiamava. (pp. 52-53)


Ma si sveglierà, il tuo cuore in un giorno d'estate rovente in cui sole sarà, e cambierai la tristezza di pianti in sorrisi lucenti, tu sorriderai. (da Arriverà)

Emma Marrone foto
Emma Marrone 28
cantautrice italiana 1984

Voglio andare al mare quest'estate voglio proprio andare al mare. Devo riposare quest'estate devo anche riposare. Voglio anche vedere le donne bianche diventare nere nude... le tette nude le voglio toccare quest'estate voglio proprio esagerare. Le tocco tutte quante. [... ] Mi voglio sfogare quest'estate voglio fare indigestione di donne e di sole... di donne da sole... (da Voglio andare al mare, n.° 4)

Vasco Rossi foto
Vasco Rossi 241
cantautore italiano 1952

Il viaggio non finisce mai. Solo i viaggiatori finiscono. E anche loro possono prolungarsi in memoria, in ricordo, in narrazione. Quando il viaggiatore si è seduto sulla sabbia della spiaggia e ha detto: "Non c'è altro da vedere", sapeva che non era vero. Bisogna vedere quel che non si è visto, vedere di nuovo quel che si è già visto, vedere in primavera quel che si è visto in estate, vedere di giorno quel che si è visto di notte, con il sole dove la prima volta pioveva, vedere le messi verdi, il frutto maturo, la pietra che ha cambiato posto, l'ombra che non c'era. Bisogna ritornare sui passi già dati, per ripeterli, e per tracciarvi a fianco nuovi cammini. Bisogna ricominciare il viaggio. Sempre. Il viaggiatore ritorna subito. (da Viaggio in Portogallo)

José Saramago foto
José Saramago 228
scrittore, critico letterario e poeta portoghese 1922 – 2010

Negli odorosi pomeriggi di maggio e massime nelle diafane notti dell'estate ardente, quando Palermo, ebbra degli intensi profumi della sua Conca, ferace e calda, sembra una languida odalisca, ammalata d'amore, dai balconi, aperti alla fresca brezza marina, suoni flebili e patetici di clavicembali si spandevano nell'aria fragrante o in una vasta terrazza signorile, imbalsamata dall'odore inebriante del gelsomino d'Arabia, una voce soave di donna, accompagnata da un tenue e lamentoso pizzicar di chitarra, cantava, nel dolce silenzio della notte stellata, una mesta cantilena siciliana, tutta singhiozzi e lacrime e sospiri. (da La Vita e le Opere di Giovanni Meli, Le Monnier, Firenze 1934)

Alessio Di Giovanni foto
Alessio Di Giovanni 1
poeta e drammaturgo italiano 1872 – 1946

Guardi chi passa nella grande estate: | la bicicletta tinnula, il gran carro | tondo di fieno, bimbi, uccelli, il frate | curvo, il ramarro. (da La rosa delle siepi)

Giovanni Pascoli foto
Giovanni Pascoli 100
poeta italiano 1855 – 1912

Mostrando 1-16 frasi un totale di 421 frasi