Frasi su feltro

Mario Giordano foto
Mario Giordano 11
giornalista e scrittore italiano 1966
„Io sono più simile a Feltri. Anche lui ha delle idee che esprime di volta in volta, a volte sembra leghista, a volte fascista, a volte anarchico.“

Indro Montanelli foto
Indro Montanelli 395
giornalista italiano 1909 – 2001
„Io mi sono limitato ad adottare la sua formula giornali­stica. Ma l'ho realizzata meglio perché mi sono sempre esposto, ci ho messo la faccia. Lui invece era come Veltroni: "Sì, ma an­che". Non si schierava nettamente, il suo editoriale era così in chiaroscuro che alla fine non capivi mai se fosse chiaro o scuro. Il che non significa che non resti il migliore di tutti noi. Ho venduto più di lui solo perché a me la gente non fa schifo. (Vittorio Feltri)“


Ardengo Soffici foto
Ardengo Soffici 38
scrittore italiano 1879 – 1964
„Una sola figura, or ora, mi ha colpito: una donna bruna, elegante, vestita di seta a righe orizzontali bianche e nere, con un cappello di feltro blu discretamente fiorito nell'ombra della larga tesa. È passata rasentando la ringhiera alla quale mi appoggio ed è sparita dietro l'angolo del caffè, alla mia destra.“

Alessandra Mussolini foto
Alessandra Mussolini 12
politico italiano 1962
„Feltri è molto in gamba. Ha l'oro nelle mani. Ha intuizioni valide. (Ibidem)“

Francesco De Lorenzo 1
politico e medico italiano 1938
„Voleva il Premio Nobel [... ] Gli hanno dato la galera. Con grande ritardo rispetto alle previsioni. (Vittorio Feltri)“

Vittorio Feltri foto
Vittorio Feltri 66
giornalista italiano 1943
„Non sono io ad essere berlusconiano ma Berlusconi ad essere feltriano. (citato in Gianna Fregonara, [https://web. archive. org/web/20160101000000/http://archiviostorico. corriere. it/2010/gennaio/07/Feltri_contro_cofondatore_Gli_basta_co_8_100107032. shtml Feltri contro il cofondatore. Gli ex An: basta, parli il premier], Corriere della sera, 7 gennaio 2010, p. 7)“

Silvio Berlusconi foto
Silvio Berlusconi 715
politico e imprenditore italiano 1936
„Non sono io ad essere berlusconiano ma Berlusconi ad essere feltriano. (Vittorio Feltri)“

Vincino 11
disegnatore e giornalista italiano 1946
„[Vittorio Feltri] È un grande giornalista. Prende dei cadaveri e li resuscita.“


Pierluigi Battista foto
Pierluigi Battista 14
giornalista, scrittore e conduttore televisivo italiano 1955
„Se Feltri ha violato la legge, che paghi, come tutti i cittadini. Ma se al posto di un tribunale della Repubblica, un'inquisizione corporativa stabilisce che un giornalista non possa scrivere per tre mesi, allora è censura.“

Pierluigi Battista foto
Pierluigi Battista 14
giornalista, scrittore e conduttore televisivo italiano 1955
„L' altra sera, intervistato da Daria Bignardi, Eugenio Scalfari ha sostenuto che Feltri meriterebbe la radiazione a vita dall'Albo dei giornalisti. Chissà quale apocalittica punizione dovrebbe invocare, allora, per chi, nel suo gruppo editoriale, pubblicò negli anni Settanta colossali patacche sul conto dell'allora presidente della Repubblica Giovanni Leone, costringendolo a ingiuste dimissioni.“

Dionigi Tettamanzi foto
Dionigi Tettamanzi 5
cardinale e arcivescovo cattolico italiano 1934
„Io sono il vescovo di tutti. Ma quando si sottolinea il tema di queste benedette radici cristiane, vedo il rischio che la tradizione sia intesa come un fossile da conservare, mentre il Signore ci giudica dalle radici, ma non meno dai fiori e dai frutti, cioè dal rispetto della dignità personale di ogni essere umano. Questo è il criterio per giudicare la bontà o meno delle radici cristiane. (da Il cardinal Tettamanzi critica Feltri, la Repubblica, 9 settembre 2009, p. 7)“

Indro Montanelli foto
Indro Montanelli 395
giornalista italiano 1909 – 2001
„Io voglio ringraziare Travaglio, perché ha detto l'assoluta e pura verità. Assolutamente. La versione che ha dato degli avvenimenti è quella esatta. […] Io ho conosciuto due Berlusconi: il Berlusconi imprenditore privato che comprò Il Giornale -e noi fummo felici di venderglielo, perché non sapevamo come andare avanti- su questo patto: tu, Berlusconi, sei il proprietario de Il Giornale, io, direttore, sono il padrone del Giornale, nel senso che la linea politica dipende solo da me. Questo fu il patto fra noi due. Quando Berlusconi mi annunziò che si buttava in politica, io capii subito quello che stava per succedere. Cercai di dissuaderlo […] ma tutto fu inutile. Dal momento in cui lo decise mi disse: "Ora Il Giornale deve fare la politica della mia politica". Ed io gli dissi: "Non ci pensare nemmeno". Allora lui riunì la redazione come ha raccontato Travaglio -e questo lo fece a mia totale insaputa- e disse: "D'ora in poi Il Giornale farà la politica della mia politica". E a quel momento me ne andai, cos'altro potevo fare? […] Nella mia vita ci sono stati due Berlusconi, completamente opposti […] questo fa parte del ritratto di Berlusconi. […] Come capo politico è quello che io ho conosciuto in quei brutti giorni in cui scorrettamente, nella maniera più scorretta e più volgare, saltandomi, radunò la redazione de Il Giornale per dirgli "Qui si cambia tutto" all'insaputa del direttore. Se questo sembra a Feltri un modo di procedere democratico e civile, è affar suo. (risposta telefonica a Marco Travaglio e Vittorio Feltri durante la trasmissione Il Raggio Verde, 23 marzo 2001)“

Mostrando 1-16 frasi un totale di 138 frasi