Frasi su finestrino

Robert M. Pirsig foto
Robert M. Pirsig 38
scrittore e filosofo statunitense 1928
„Se fai le vacanze in motocicletta le cose assumono un aspetto completamente diverso. In macchina sei sempre in un abitacolo; ci sei abituato e non ti rendi conto che tutto quello che vedi da quel finestrino non è che una dose supplementare di TV. Sei un osservatore passivo e il paesaggio ti scorre accanto noiosissimo dentro una cornice. In moto la cornice non c'è più. Hai un contatto completo con ogni cosa. Non sei uno spettatore, sei nella scena, e la sensazione di presenza è travolgente. È incredibile quel cemento che sibila a dieci centimetri dal tuo piede, lo stesso su cui cammini, ed è proprio lì, così sfuocato eppure così vicino che col piede puoi toccarlo quando vuoi – un'esperienza che non si allontana mai dalla coscienza immediata. (p. 14-15)“

Suzanne Collins foto
Suzanne Collins 49
scrittrice e sceneggiatrice statunitense 1962
„L'unica cosa che mi distrae è il panorama che vedo dai finestrini mentre sorvoliamo la città e proseguiamo verso la landa selvaggia che sta al di là. È questo che vedono gli uccelli. Solo che loro sono liberi e al sicuro. Al contrario di me. (Katniss)“


Zygmunt Bauman foto
Zygmunt Bauman 45
sociologo e filosofo polacco 1925 – 2017
„Il terreno su cui poggiano le nostre prospettive di vita è notoriamente instabile, come sono instabili i nostri posti di lavoro e le società che li offrono, i nostri partner e le nostre reti di amicizie, la posizione di cui godiamo nella società in generale e l'autostima e la fiducia in noi stessi che ne conseguono. Il "progresso", un tempo la manifestazione più estrema dell'ottimismo radicale e promessa di felicità universalmente condivisa e duratura, si è spostato all'altra estremità dell'asse delle aspettative, connotata da distopia e fatalismo: adesso "progresso" sta ad indicare la minaccia di un cambiamento inesorabile e ineludibile che invece di promettere pace e sollievo non preannuncia altro che crisi e affanni continui, senza un attimo di tregua. Il progresso è diventato una sorta di "gioco delle sedie" senza fine e senza sosta, in cui un momento di distrazione si traduce in sconfitta irreversibile ed esclusione irrevocabile. Invece di grandi aspettative di sogni d'oro, il "progresso" evoca un'insonnia piena di incubi di "essere lasciati indietro", di perdere il treno, o di cadere dal finestrino di un veicolo che accelera in fretta. (da Modus vivendi, Laterza, 2008)“

Daniele Luttazzi foto
Daniele Luttazzi 121
attore, comico e scrittore italiano 1961
„Quando viaggiate in avanti su una macchina del tempo, evitate di sporgere il gomito dal finestrino, o vi diventerà un fossile.“

Paolo Nespoli foto
Paolo Nespoli 9
astronauta, ingegnere e ufficiale italiano 1957
„Guardare la Terra dal finestrino è affascinante, soprattutto nei momenti dell'alba e del tramonto. Si può notare molto la sottile atmosfera che avvolge il nostro pianeta e che ci differenzia da Marte; se non ci fosse l'atmosfera, la Terra sarebbe completamente diversa ed è per questo che dobbiamo trattarla bene.“

Mondo Marcio foto
Mondo Marcio 33
rapper, beatmaker e produttore discografico italiano 1986
„La mia macchina puzza d'erba anche spalancando il finestrino | non c'è neanche un posacenere, ovunque tocco c'è un filtrino (Fabri Fibra, da Abbi fede, n.º 19)“

Edward Morgan Forster foto
Edward Morgan Forster 107
scrittore britannico 1879 – 1970
„Gli occhi di Philip erano fissi sul campanile di Airolo. Ma vedeva invece il bel mito di Endimione. Questa donna era una dea fino alla fine. Nessun amore poteva degradarla: lei rimaneva al di fuori di ogni degradazione. Questo episodio, che lei considerava così sordido, e che era tanto tragico per lui, rimaneva supremamente bello. Egli s'era innalzato a tale altezza, che senza rimpianto ora le avrebbe potuto dire che anche lui l'adorava. Ma a che cosa serviva dirglielo? Poiché tutte le cose meravigliose erano già accadute.«Grazie,» fu tutto quello che si permise di dire. «Grazie di tutto.»Lei lo guardò con grande amicizia, perché le aveva reso la vita sopportabile. In quel momento il treno entrò nella galleria del San Gottardo. S'affrettarono a rientrare nello scompartimento e a chiudere il finestrino, perché i carboncini non entrassero negli occhi di Harriet.“

Noyz Narcos foto
Noyz Narcos 129
rapper, beatmaker e writer italiano 1979
„Il mio suono piange sangue, guardo il mondo così marcio dallo scorcio del finestrino di una volante. (da Bodega)“


Noyz Narcos foto
Noyz Narcos 129
rapper, beatmaker e writer italiano 1979
„Via in quattro, uno per volante, ancora fatto, barcollante, al finestrino il mio volto sporco di sangue (da Notte in cella, in The best out vol. 2, 2009)“

Domenico Marocchino 2
calciatore italiano 1957
„. Buongiorno, gli dico, che ore sono? E lui: è l'ora che se non scendi subito in tre minuti ti prendo a calci nel sedere. Un'altra volta che mancai il pullman è stato quando siamo andati a Verona per la finale di Coppa Italia. Lo raggiunsi in macchina, sembravo Ayrton Senna. Dal finestrino dietro vedevo i compagni che facevano così con le mani: sei, otto, dieci. Erano i milioni di multa che mi avrebbero dato. Però fu un periodo magnifico: giocavo e mi divertivo, fumavo qualche Marlboro, e la sera uscivo spesso: sa, ho acquistato il primo televisore a 27 anni... E intanto Boniperti ingaggiava marescialli in pensione perché ci marcassero a uomo.“

Lauren Kate foto
Lauren Kate 29
scrittrice statunitense 1981
„Cam risalì sul camioncino, mandando fastidiosamente il motore su di giri. Ma prima di andarsene, abbassò il finestrino ed esclamò: «Prego.» Luce si voltò: «Per cosa?». Cam sorrise e premette l'acceleratore. «Per averti salvato la vita».“

Lauren Kate foto
Lauren Kate 29
scrittrice statunitense 1981
„Quale mortale non l'aveva mai sognato? Quante volte Luce aveva desiderato di trovarsi dall'altra parte del finestrino di un aereo? Di fluttuare nel pallido oro di una nuvola carica di pioggia baciata dal sole? Ora che il sogno era divenuto realtà, si sentì sopraffatta dalla bellezza di quel mondo distante che percepiva sulla pelle. Non appena le braccia di Daniel le cinsero di nuovo la vita, lei gli prese di nuovo le mani. «È come se fossimo nati per questo», commentò.“


„... quando a un tratto, nel momento esatto in cui potavo alle labbra la forchetta con un boccone di filet de bœuf poêlé villette, le luci si spensero e piombai di colpo in un nulla nero come la pece. Con una serie di tremolii e di scossoni, il treno si fermò. Guardare dal finestrino era del tutto inutile, perché il buio era impenetrabile fuori come lo era dentro. Ero avvolto da un profondo silenzio d'inchiostro, sepolto nelle sue abissali profondità, così come il treno era sepolto tra le gelide lande innevato cche lo chiudevano da ogni parte. Improvvisamente udii una voce parlarmi vicinissima all'orecchio e sobbalzai, disorientato, anzi, quasi allarmato, perché a quanto mi pareva di ricordare ero l'unico passeggero nel vagone ristorante. (incipit)“

Anthony Kiedis foto
Anthony Kiedis 120
cantante statunitense 1962
„Sapevamo che il disco aveva avuto un largo successo quando andammo in Europa per un giro di conferenze stampa. Eravamo in Italia, io e John stavamo sul sedile posteriore di una Mercedes con il finestrino aperto. Un motorino con due ragazzi italiani si fermò accanto a noi. Guardarono dentro e cominciarono a urlare: "Ehi, Californication, Californication!". Poi si misero a cantare Scar Tissue. Il disco era uscito da cinque giorni. Ovunque andassimo, tutti i negozi suonavano il nostro disco. L'Italia aveva preso fuoco. Passammo dal vendere una manciata di dischi al venderne più di chiunque altro quell'anno in Italia. Com'è che un Paese intero decide di cominciare ad amarti in un giorno?“

Gad Lerner foto
Gad Lerner 6
giornalista, scrittore e conduttore televisivo italiano 1954
„Il 27 maggio del 1964 un bambino disappetente di nove anni, già in pigiama, ottenne il permesso speciale di restare sveglio davanti alla tv. Sua madre lo turlupinò: "Guarda che se non mangi neanche i tuoi campioni ce la possono fare". Ricordo ancora le dimensioni mostruose della pagnotta imbottita che mi fu messa tra le mani. Masticavo tenace con gli occhi sbarrati sullo schermo. Deglutivo a fatica ma senza fermarmi: il primo rito scaramantico, più mangiavo e meglio i nostri giocavano! Mi fermavo solo per sventolare a ogni gol la bandiera nerazzurra appoggiata sul divano. Quando capitan Picchi sollevò la coppa al cielo, in mezzo al Prater di Vienna, e i bianchi del Real Madrid apparvero infine domi, mio padre si lasciò commuovere: come avrei potuto dormire con tutta quella adrenalina nel cervello e con tutto quel pane nella pancia? Così quel bambino solitamente spedito a letto addirittura prima di Carosello, prese posto in pigiama sulla 1300 Fiat, la bandiera fuori dal finestrino. Tutti in piazza Duomo! Viva l'Inter che libera la notte dei bambini! (da Oliviero Toscani, Inter! 100 anni d'emozioni. Almanacco del centenario, Skira, 2008)“

Paolo Di Paolo foto
Paolo Di Paolo 3
scrittore italiano 1983
„Esiste qualcosa che davvero possa lasciare traccia, in questa eterna confusione del mondo? Una azione, un gesto umano in grado di modificare il corso delle cose? Si può agitare l'acqua di un lago con la forza delle nostre dita? Il tempo di una sola vita umana non permette di misurare il risultato di una battaglia, ma non per questo perde senso lottare. È così, monsieur, è vero? Potrebbe chiederò al tassista. Potrebbe aprire il finestrino e domandarlo ai passanti, gridare Le idee, almeno le idee, ci sopravvivono? Forse anche i sentimenti. (p. 121)“

Mostrando 1-16 frasi un totale di 156 frasi