Frasi su fisioterapista

Emiliano Marsili 4
pugile italiano 1976
„Fare il professionista ad alti livelli è sempre dura, specie a quarant'anni; ci vuole uno staff che possa garantire un alto rendimento a questo livello: un medico, un fisioterapista e via dicendo, che ti seguano per tre mesi di preparazione. Le borse, sono inadeguate rispetto ai sacrifici che facciamo. La cosa davvero strana è che il pugilato piace eccome alla gente, abbiamo tantissimi appassionati, forse deve migliorare la comunicazione. Bisogna ricominciare ad entrare nelle case della gente, eccolo il nocciolo della questione pugilato, in un certo senso bisognerebbe tornare al passato, mettere il pugile al centro dell'attenzione, anche e sopratutto di quella mediatica.“

Giuseppe Pontiggia foto
Giuseppe Pontiggia 70
scrittore italiano 1934 – 2003
„Ricordo una giovane fisioterapista, che aveva paragonato lo sforzo dei bambini disabili, nell'affrontare una scala, a quello dei vecchi. «Capite adesso?» ci diceva. Noi facevamo cenno di sì, ma in realtà i vecchi sulle scale ci erano altrettanto estranei.“


Mauro Zárate foto
Mauro Zárate 4
calciatore argentino 1987
„Eravamo io e altri due giocatori [Luís Pedro Cavanda e Modibo Diakité] con i quali lui [Claudio Lotito] ha avuto problemi e ci allenavamo in momenti diversi rispetto alla squadra, ci cambiavano negli spogliatoi usati dalle avversarie della squadra primavera. Non avevamo dottori, fisioterapisti. Nulla. A volte solo il massaggiatore era a disposizione. Una follia. Ci volevano distruggere e la stessa cosa la avevano fatta anche con Pandev, che poi ha vinto la Champions con l'Inter. Quella persona è un male per la Lazio. Distrugge il patrimonio della squadra.“

Ivan Ljubičić foto
Ivan Ljubičić 12
tennista croato 1979
„Penso che il rispetto stia dando luce a questo sport. Penso che lo stiano mostrando non solo i giocatori, ma anche gli allenatori, i fisioterapisti, i giornalisti e tutti quelli che stanno attorno a questo sport. Il nostro sport è molto in salute. Anche in questo periodo di difficoltà finanziarie i tornei vanno avanti e provano a migliorarsi sempre di più, e lo stesso fanno i giocatori. Penso che il tennis non abbia risentito di questi problemi di crisi nel 2008, 2009 ed anche nel 2010. Ciò mostra come il nostro sport sia in salute. Torniamo di nuovo al rispetto. È bello vedere come i giocatori rispettino i tornei ed i tornei rispettino i giocatori. In passato non è stato così. C'erano lotte, discussioni nell'Atp, tra tornei e giocatori.“

Paolo Bertolucci foto
Paolo Bertolucci 8
tennista e commentatore televisivo italiano 1951
„Il tennis si gioca soprattutto all'estero e gli italiani soffrono la lontananza, sono dei provinciali, si adattano alle condizioni, alla lingua e all'alimentazione peggio, molto peggio degli altri. E ancora: gli italiani non sanno investire su loro stessi. Un giocatore straniero con i primi soldi che guadagna si costruisce un suo team: coach, fisioterapista e preparatore atletico. Spende per migliorarsi. I nostri, invece, si "sparano" subito il macchinone o lo yacht o la villona e risparmiano su figure ormai fondamentali per la crescita. Mi spiace, sono pessimista: nel tennis siamo indietro come in altri campi dello sport e non solo. Oh, naturalmente sarei felicissimo di sbagliarmi.“

Filippo Facci foto
Filippo Facci 58
giornalista italiano 1967
„Mi piacerebbe, dunque, negare che parte delle candidature del Pdl facciano espressamente schifo, e che siano solamente plastilina nelle mani del capi-listone. Ma non ci riesco. Nessuno, per definizione, è indegno di entrare in Parlamento: ma quando vedi certi esclusi ti prudono le mani. Militari contro militari, imprenditori contro imprenditori, sindacalisti contro sindacalisti, handicappati contro handicappati, e portavoce, parenti, segretarie, scienziati contro scienziati: va bene tutto. Ma ditemi perché dev'esserci la moglie di Emilio Fede e non Daniele Capezzone, cui Berlusconi di ripiego ha offerto di fare il suo portavoce. Ditemi perché dev'esserci la chirurga di Berlusconi e la fisioterapista di Berlusconi quando di converso hanno spazzato e non sostituito praticamente tutti i liberali (da Alfredo Biondi a Egidio Sterpa a Lino Jannuzzi) per infilare oltretutto anche il tassista Loreno Bittarelli, capopolo della cricca corporativa più illiberale d'Occidente. Non hanno candidato Paolo Cirino Pomicino, ma abbiamo la giornalista del Tg4 Gabriella Giammanco, e Gabriella Carlucci, Elisabetta Gardini, l'avvocatessa Nunzia Di Girolamo già indicata come «la nuova Mara Carfagna» come se ci fossimo già abituati alla vecchia. Chissà che hanno pensato Elio Vito e Antonio Martusciello nel vedersi esclusi a vantaggio della nota conduttrice Elisa Alloro: questo mentre Maurizio Gasparri aveva il fegato di spiegare che le sciampiste stanno tutte a sinistra, dove pure abbondano segretarie e portavoce che di politica capiscono poco ma di accondiscendenza già di più. In compenso nel Pd non c'è l'islamista moderato Khaled Foud Allam, e non c'è neppure Nando Dalla Chiesa: ma c'è Massimo Calearo, che sino a due settimane fa aveva la suoneria del cellulare (sul serio) con l'inno di Forza Italia. (da Che schifo E adesso come li voto?, Il Riformista, 12 marzo 2008)“

Mostrando 1-16 frasi un totale di 128 frasi