Frasi su fruscio

Stephen King foto
Stephen King 248
scrittore e sceneggiatore statunitense 1947
„Le argomentazioni contro l'insania sfumano con un fruscio lieve d'increspatura; questi sono i suoni di voci morte su dischi morti che fluttuano nel canale guasto della memoria. Quando mi giro a chiederti se ricordi, quando mi giro verso di te nel nostro letto.“

Gabriele D'annunzio foto
Gabriele D'annunzio 95
scrittore, poeta e drammaturgo italiano 1863 – 1938
„Fresche le mie parole ne la sera | ti sien come il fruscìo che fan le foglie | del gelso ne la man di chi le coglie. (vv. 1-3)“


Federico Buffa foto
Federico Buffa 67
giornalista italiano 1959
„[Sulla regola del "semicerchio" difensivo]... e quel fruscìo che sentite, è James Naismith, che 'sto gioco l'ha inventato, che si rivolta nella tomba... [Cleveland Cavs vs Boston Celtics, gara 1, 2008]“

Marco Tarquinio 3
giornalista italiano 1958
„Il silenzio dell'indifferenza è incrinato quasi solo da battute polemiche d'occasione, un fruscio gelido e ostile o, all'opposto, caldo e comprensivo che però non cambia in alcun modo lo stato delle cose e accompagna il perpetuarsi dell'ingiustizia e del dolore“

Giuseppe Genna foto
Giuseppe Genna 16
scrittore italiano 1969
„I cospirazionisti addivengono a uno stato di nichilismo poco invidiabile. Essi sono convinti che nulla si può fare per interrompere il gioco e che, in fine dei conti, conviene tacere e chiudersi nel proprio disincanto. La loro odiosa impotenza si rovescia in un'altrettanto odiosa lezione di vita. Essi conoscono fin troppo bene come funzionano i meccanismi dello spettacolo e la morte di Dio, per loro, ha il sinistro suono del fruscio della celluloide.“

Ian McEwan foto
Ian McEwan 28
scrittore inglese 1948
„Si sforzava di non pensare al futuro prossimo e nemmeno al passato, e immaginava di aggrapparsi a quell'attimo, all'inestimabile tempo presente, come un alpinista in arrampicata libera che prema forte la faccia contro la parete di roccia, paralizzato dalla paura. L'aria fresca le accarezzava le gambe nude. Lei intanto ascoltava le onde lontane, il grido dei gabbiani reali, e il fruscio di Edward che si spogliava. Il passato la travolse comunque, un passato confuso. (p. 83)“

Gianna Nannini foto
Gianna Nannini 129
cantautrice e musicista italiana 1954
„Per me la Contrada è più d'una casa. Quando vengo a Siena ci torno sempre a visitare la stanza dell'abitazione dove sono nata, in via delle Terme, all'angolo con via Santa Caterina, al secondo piano, e mi pare di ritrovare la sorgente di tutta la mia vita. Fui battezzata dell'Oca prima della cerimonia ufficiale. Appena nacqui fu Jolanda a sventolarmi addosso la bandiera dai tre colori. Ne fui avvolta e il fruscio di quella bandiera fu la prima musica che mi entrò in testa.“

Villem Grünthal-Ridala foto
Villem Grünthal-Ridala 1
1885 – 1942
„Dietro il sole, vela lontana, impallidita | all'orizzonte, cinta dal crepuscolo, | rifluisce l'anima – come l'onda notturna | col suo fruscio di spuma, nella distanza colma | di desideri indistinti. (da Sulla duna di sabbia, Luitel, 1908)“


Lauren Kate foto
Lauren Kate 29
scrittrice statunitense 1981
„Quando l'angelo era emerso dall'acqua, vedere le sue sembianze mortali era stato troppo per Arriane, che aveva distolto lo sguardo, eccitata e imbarazzata. Aveva sentito il fruscìo delle ali che grondavano acqua, aveva avvertito un refolo di aria tiepida, e un istante dopo labbra dolcissime che premevano sulle sue. Braccia bagnate e ali bagnate l'avevano avvolta. «Che cos'era?» Arriane aveva battuto le palpebre trasognata quando Tessriel si era ritratta. Le sue labbra formicolavano di desiderio inaspettato. «Un bacio. Mi ero ripromessa che se ti avessi rivista, l'avrei fatto». «E se in questo momento me ne andassi e poi tornassi» si era domandata Arriane ad alta voce, «mi baceresti di nuovo in quel modo?». Tessriel aveva annuito, il volto illuminato da un sorriso radioso.«Addio», aveva sussurrato Arriane, chiudendo gli occhi. Quando li aveva riaperti, aveva detto «Ciao».“

Ljudmil Stojanov foto
Ljudmil Stojanov 15
poeta e scrittore bulgaro 1886 – 1973
„L'indomani Sinap si alzò presto, fece sellare il suo cavallo e si mise in cammino con tutto il suo seguito dirigendosi oltre Karluk. [... ] Il mormorio del fiume e l'eco dello strepito dei cavalli l'avevano rianimato. La libertà, lo salutava da ogni svolta della strada, da ogni cima; lo incantava come un sogno meraviglioso! Di essa gli parlavano i canti degli uccelli, il fruscio delle erbe e l'incomparabile bellezza dei fiori selvatici. (Alleati, p. 125)“

Angelo Maria Ripellino 5
traduttore e poeta italiano 1923 – 1978
„La materia di questi suoi versi è un fitto tessuto di nebbia, da cui si profilano, sotto improvvisi bagliori di gelida luce, evanescenti scenari boreali, sconfinate pianure seleniche, mute distese sonnolente, pervase di languidezza, di morbida malinconia. Il mondo è intravisto come attraverso un diffusore che appanni e renda fluttuanti e senza contorni paesaggi e figure. [... ] La poesia di Blok «registra», come una sottilissima membrana, trame impalpabili di confusi presagi, echi di arcaichi fruscii, palpiti di abissali lontananze.“

Jack Kerouac foto
Jack Kerouac 205
scrittore e poeta statunitense 1922 – 1969
„Nei frutteti dalle foglie fruscianti, nell'ondeggiare del granoturco, nella notte che diffonde il dolce fruscio di mille foglie, notte di sospiri, di canzoni e sussurri. Mille cose su e giù per la via, profonde, graziose, pericolose, che respirano, pulsano come stelle. (p. 38)“


Fosco Maraini foto
Fosco Maraini 2
etnologo, orientalista e alpinista italiano 1912 – 2004
„Il lonfo non vaterca né gluisce | e molto raramente barigatta, | ma quando soffia il bego a bisce bisce | sdilenca un poco, e gnagio s'archipatta. | È frusco il lonfo! È pieno di lupigna | arrafferìa malversa e sofolenta! | Se cionfi ti sbiduglia e t'arrupigna | se lugri ti botalla e ti criventa. | Eppure il vecchio lonfo ammargelluto | che bete e zugghia e fonca nei trombazzi | fa lègica busìa, fa gisbuto; | e quasi quasi, in segno di sberdazzi | gli affarfaresti un gniffo. Ma lui zuto | t'alloppa, ti sbernecchia; e tu l'accazzi. (Il lonfo, in Gnòsi delle fànfole, p. 23)“

Giovanni Scafoglio foto
Giovanni Scafoglio 18
giornalista, musicista e critico musicale italiano 1970
„La neve cade sciolta ed è ormai ridotta ad un impercettibile fruscio che sembra sul procinto di smettere. Amo la neve perché pareggia il conto, arriva e copre tutto. Senza favoritismi...“

Rudyard Kipling foto
Rudyard Kipling 37
scrittore e poeta britannico 1865 – 1936
„Udrai il battito dei piedi del cavallo, | E il fruscio di una gonna nella rugiada, | Fermamente galoppando attraverso.“

Romano Battaglia foto
Romano Battaglia 138
scrittore italiano 1933 – 2012
„Spesso ci perdiamo in mille rivoli dimenticandoci di dare peso al fruscio delle piccole cose, ai desideri più repressi e parliamo, parliamo senza ascoltare chi vorrebbe confidarci cose umane, sensate.“

Mostrando 1-16 frasi un totale di 157 frasi