Frasi su fungo

Charles Bukowski foto
Charles Bukowski 264
poeta e scrittore statunitense 1920 – 1994
„Eterna risorge sempre la speranza, come un fungo velenoso. (da Azione, in Niente canzoni d'amore)“

Albert Einstein foto
Albert Einstein 579
scienziato tedesco 1879 – 1955
„Non ho affatto voglia di andare in America, ci vado unicamente nell'interesse dei sionisti, che devono elemosinare dollari per costruire un'università a Gerusalemme, per i quali fungo da grande sacerdote e da esca [... ]. Ma faccio quello che posso per aiutare quelli della mia tribù: vengono talmente bistrattati altrove. (8 marzo 1921)“


Luigi Pulci foto
Luigi Pulci 40
poeta italiano 1432 – 1484
„Orlando, quando gliel vide provare, | disse: – Morgante, tu pari un bel fungo; | ma il gambo a quel cappello è troppo lungo. (II-9)“

Aldous Huxley foto
Aldous Huxley 141
scrittore britannico 1894 – 1963
„L'alcool non è che una delle molte droghe impiegate dagli esseri umani come vie d'uscita dall'io isolato. Dei narcotici, stimolanti e stupefacenti naturali non ve n'è uno, credo, le cui proprietà non siano state conosciute da tempo immemorabile. L'indagine moderna ci ha dato una schiera di nuovi ritrovati sintetici; ma circa i veleni naturali ha soltanto sviluppato metodi migliori per estrarre, concentrare e ricombinare quelli già conosciuti. Dal papavero al curaro, dalla coca Andean alla canapa indiana e all'agarico siberiano, ogni pianta o erba o fungo capace, se ingerito, di intorpidire o eccitare o provocare visioni, sono stati da lungo tempo scoperti e sistematicamente impiegati. Il fatto è molto significativo poiché sembra provare che, sempre e dovunque, gli esseri umani hanno sentito la radicale insufficienza della loro esistenza personale, l'infelicità di essere il loro io isolato e non qualcosa di diverso, qualcosa di piú grande, qualcosa per dirla con Wordsworth «molto piú profondamente diffusa». (Appendice; 1960, pp. 307-308)“

Lauren Oliver 32
scrittrice statunitense 1982
„Una volta ho letto di una specie di fungo che cresce negli alberi. Il fungo comincia a invadere le vie che portano l'acqua e il nutrimento dalle radici ai rami. Le mette fuori servizio, una alla volta, le soffoca. Ben presto, il fungo toglie all'albero l'acqua e gli elementi chimici, e tutto ciò di cui ha bisogno per sopravvivere. Contemporaneamente, piano piano fa marcire l'albero dal di dentro, trasformandolo in marciume, minuto per minuto. È così anche l'odio. Ti nutrirà e allo stesso tempo ti trasformerà in qualcosa di marcio. È duro, profondo e spigoloso, un sistema di barricate. È assoluto e totale. L'odio è una torre alta. Nelle Terre Selvagge, comincio a costruirla e ad arrampicarmi. (p. 143)“

Renato Fucini foto
Renato Fucini 29
poeta e scrittore italiano 1843 – 1921
„[... ] mi accolsero con quella ospitalità larga, piena e spontanea, la quale, almeno per noi persone civili, è diventata ormai qualche cosa che va cercata come il fungo porcino: O ne' boschi o nulla.“

Cristoforo Poggiali foto
Cristoforo Poggiali 52
bibliotecario, erudito ed ecclesiastico italiano 1721 – 1811
„Nasce presto, e si mangia in un boccone il fungo, e tale appunto è l'occasione. (p. 89)“

Pietro Citati 74
scrittore e critico letterario italiano 1930
„Un fungo porcino nasce dall'incontro di spore: una mattina viene alla luce, si nutre dell'humus di un albero, cresce sotto questi boschi in una oscura e silenziosa solitudine, viene colto dalle mani di un montanaro, qualcuno lo secca o lo mette sott'olio; e ora è qui, che sta per venire offerto sulla tavola di un borghese italiano. (p. 222)“


Cristoforo Poggiali foto
Cristoforo Poggiali 52
bibliotecario, erudito ed ecclesiastico italiano 1721 – 1811
„Da terra il fungo appena spunta fuora, che man lo coglie, e bocca lo divora. (p. 177)“

Maurizio Crozza foto
Maurizio Crozza 124
comico, imitatore e conduttore televisivo italiano 1959
„Si tratta di una poltiglia di semi di soia fermentati grazie ad un fungo che salda i semi in un viluppo di miceli bianchi. Si possono formare sulla superficie delle macchie, vede, e di spore nere o grigie. Ed è possibile percepire un leggero odore di ammoniaca. Dica la verità, non vede l'ora di assaggiarlo, vero? (da Crozza nel Paese delle Meraviglie, 1° aprile 2016)“

„Avevo un fungo contagioso sul ginocchio. Il dottore mi ha detto di spalmarci su una crema, e così adesso il fungo ce l'ho sulla mano.“

Fernando Vallejo foto
Fernando Vallejo 19
scrittore, regista e sceneggiatore colombiano 1942
„La teologia è lo studio dell'inesistente: un Vecchio rabbioso e cattivo, spuntato come un fungo velenoso dal cervello di degenerati come Ratzinger. (p. 223)“


 Caparezza foto
Caparezza 313
cantautore e rapper italiano 1973
„Io sono l'untore | e quando si fa buio | spunto come un fungo, | ungo dove giungo, | rimango guardingo nel mio ramingo girovagare, | chi vuol mandarmi a cagare deve gridare: «Dagli all'untore!» (da Dagli all'untore, n.° 7)“

Giordano Bruno foto
Giordano Bruno 246
filosofo e scrittore italiano 1548 – 1600
„In realtà ciò che l'autore nel libro presenta a stento è degno di una voce vuota o di un fungo avvelenato, molto meno quindi di un così alto prezzo e di una così grande fama: tutto viene copiato da un dialogo di Luciano e volto in forma peggiore. (Jacob Friedrich Reimmann)“

Stefano Benni foto
Stefano Benni 123
scrittore, giornalista e sceneggiatore italiano 1947
„Vidi un gran televisore a colori… Poi ebbi una visione, come l'esplosione di un altissimo fungo atomico di cretineria e le scorie ricadevano su ogni punto del nostro paese, affollate metropoli e sperdute lande, e l'effetto era un rincoglionimento totale, cosmico, indescrivibile. Nessuno aveva ancora capito che quell'elettrodomestico lì era il balcone dei beniti futuri.“

Jacob Friedrich Reimmann foto
Jacob Friedrich Reimmann 1
teologo, pedagogo e filosofo tedesco 1668 – 1743
„In realtà ciò che l'autore nel libro presenta a stento è degno di una voce vuota o di un fungo avvelenato, molto meno quindi di un così alto prezzo e di una così grande fama: tutto viene copiato da un dialogo di Luciano e volto in forma peggiore. (da Historia universalis atheismi et atheorum falso et merito suspectorum [... ], Hildesiae, 1725, p. 374; citato in Immagini di Giordano Bruno 1600-1725, Procaccini, Napoli 1996, pp. 145-146)“

Mostrando 1-16 frasi un totale di 144 frasi