Frasi su imperativo

 En?gma foto
En?gma 1
musicalmente 1988
„Se il passato è stato imperfetto
Andare oltre è l'imperativo
(Vivere pt2)“

Immanuel Kant foto
Immanuel Kant 59
filosofo tedesco 1724 – 1804
„Imperativo categorico.“


Clarissa Pinkola Estés foto
Clarissa Pinkola Estés 11
scrittrice, poetessa e psicoanalista statunitense 1945
„Quando una vive pienamente, così fanno anche gli altri». È questo l'imperativo principale della donna saggia; vivere in modo tale da ispirare anche gli altri. Vivere la vita secondo la propria spiritualità in modo tale che gli altri ne prendano esempio. (p. 138)“

„Sono intorno a noi, in mezzo a noi, | in molti casi siamo noi a far promesse senza mantenerle mai | se non per calcolo, il fine è solo l'utile, | il mezzo ogni possibile, | la posta in gioco è massima, | l'imperativo è vincere | e non far partecipare nessun altro, | nella logica del gioco la sola regola è esser scaltro: | niente scrupoli o rispetto verso i propri simili | perché gli ultimi saranno gli ultimi | se i primi sono irraggiungibili. (da Quelli che benpensano)“

Carlos Ruiz Zafón foto
Carlos Ruiz Zafón 118
scrittore spagnolo 1964
„Nessuno può venire davvero convinto di quello in cui non ha bisogno di credere per un imperativo biologico. (Andreas Corelli)“

Aldous Huxley foto
Aldous Huxley 141
scrittore britannico 1894 – 1963
„Lasciata a se stessa, una società generalmente manovra in modo da venire a patti con il suo veleno preferito. La droga è un parassita sul corpo politico, ma un parassita il cui ospite (parlando metaforicamente) ha forza e ragione sufficienti per tenerlo sotto controllo. E lo stesso avviene per la sessualità. Nessuna società che basasse le sue pratiche sessuali sulle teorie del marchese di Sade potrebbe possibilmente sopravvivere; ed infatti nessuna società è arrivata mai a fare una cosa simile. Anche i piú liberi paradisi della Polinesia hanno le loro regole e i loro regolamenti, i loro imperativi e comandamenti categorici. Contro l'eccessiva sessualità, come contro l'eccessivo uso di droghe, le società sembrano capaci di proteggersi con un certo grado di successo. La loro difesa contro il "delirio di massa" e le sue conseguenze spesso disastrose è, in troppi casi, molto meno adeguata. (Appendice; p. 310)“

Pietro Grasso foto
Pietro Grasso 16
magistrato e politico italiano 1945
„Nonostante il passaggio inesorabile del tempo costituisce un nostro preciso imperativo morale mantenere vivo il ricordo di quel giorno, non solo per rendere omaggio a persone innocenti, che per mano di una violenza cieca e insensata, sono state strappate alla vita e agli affetti, ma, soprattutto, per alimentare la memoria della nostra storia contro la "cultura delle dimenticanza".“

George Jackson 6
rivoluzionario statunitense 1941 – 1971
„Per lo schiavo, la rivoluzione è un imperativo, è un atto cosciente di disperazione, dettato dall'amore. (p. 27)“


Basilide Del Zio 9
medico e scrittore italiano 1839 – 1919
„E gli ordini di Crocco erano imperativi, e se non eseguiti, la morte ed il fuoco erano la conseguenza. Ed i poveri proprietari, o dovevano sottoporsi alla volontà del bandito, per scansare il pericolo di essere fucilati dalle truppe dei manutengoli dei briganti, o resistevano alle pretese del Crocco ed altri capi, ed in questo caso la loro vita e la loro proprietà erano più che compromesse. distrutte.“

Max Nordau foto
Max Nordau 10
sociologo, medico e giornalista ungherese 1849 – 1923
„[... ] la coscienza è, nell'intimo d'ogni umana creatura, l'avvocato degli interessi della specie, è il rappresentante della pubblica opinione nell'interiore di ogni individuo, è quella cosa, infine, che concatena l'individuo alla società, ancorché egli viva in una isola deserta dell'Oceano. L’imperativo categorico non è altro che il rappresentante interno della pubblica opinione. (da Alcune menzogne minori, p. 209)“

Daniel Pennac foto
Daniel Pennac 154
scrittore francese 1944
„Il verbo leggere non sopporta l'imperativo avversione che condivide con alcuni altri verbi: il verbo "amare"... il verbo "sognare"... Naturalmente si può sempre provare. Dai, forza: "Amami!" "Sogna!" "Leggi!" "Leggi! Ma insomma, leggi diamine, ti ordino di leggere!" "Sali in camera tua e leggi!" Risultato? Niente.“

Philip Zimbardo foto
Philip Zimbardo 5
psicologo statunitense 1933
„L'ideologia è uno slogan o una proposta che legittima qualunque mezzo sia necessario per raggiungere lo scopo ultimo […] che non viene messo in discussione perché è così evidentemente “giusto” per la maggioranza in una particolare epoca ed in un particolare luogo. Coloro che detengono l'autorità presentano il programma come buono e virtuoso, come un imperativo morale di elevatissimo valore. (da L'effetto Lucifero, Raffaello Cortina Editore, Milano, 2008, p. 342)“


Fabio Massimo Castaldo foto
Fabio Massimo Castaldo 10
politico italiano 1985
„[... ] Massimiliano Latorre e Salvatore Girone non sono solo due soldati dell'Italia, sono due cittadini europei e l'articolo 47 della Carta di Nizza non può rimanere lettera morta. Questa risoluzione era un atto dovuto. La solidarietà ai nostri due marò e alle sofferenze delle loro famiglie è un dovere morale. Far prevalere i diritti dei cittadini europei sugli interessi commerciali è un imperativo categorico. È per tutti gli Stati membri così per l'Europa, i diritti umani non si scambiano per due rupie!“

Paul Tillich foto
Paul Tillich 12
teologo tedesco 1886 – 1965
„La dimensione religiosa dell'imperativo morale è il suo carattere incondizionato.“

Joe Bastianich foto
Joe Bastianich 16
imprenditore e personaggio televisivo statunitense 1968
„Le famiglie dei miei amici lavoravano tutte nel campo della finanza. Fare soldi era un imperativo. Pensavo che guadagnare fosse l’unica cosa che contasse davvero. L'ho fatto per un anno. Poi sono scappato, mi sentivo vuoto. Ho un animo imprenditoriale e filosofico, difficile da imbrigliare.“

Tommaso Landolfi 39
scrittore, poeta e traduttore italiano 1908 – 1979
„Una fede: come si può affrontare la morte senza fede (non parlo già di una fede propriamente religiosa) o senza ad essa diuturnamente e quotidianamente prepararsi? Estote, estote parati, diceva quella zia, e il raddoppiamento dell'imperativo mi dava, non so perché, un'infrenabile allegria. E ancora eviterò, oggi e forse sempre, questo mio supremo argomento della morte, colla scusa della stanchezza e dell'impotenza (non ho Pascal, e avrei bisogno di rileggere quelle sue prime pagine sulla morte). (da Rien va, 10 giugno 1958)“

Mostrando 1-16 frasi un totale di 183 frasi