Frasi su incitamento


Pablo Neruda foto
Pablo Neruda 80
poeta e attivista cileno 1904 – 1973
„Questo è un incitamento a un'azione mai vista: un libro il cui scopo è che i poeti antichi e moderni, defunti o presenti, mettano contro il muro della storia un genocida freddo e delirante. Nel libro si susseguono la chiamata, il giudizio e la possibile sparizione finale, causata dalla nutrita artiglieria messa in azione qui per la prima volta. La Storia ha provato la potenza demolitrice della poesia e ad essa mi rifaccio senza aggiungere altro. Nixon assomma i peccati di quanti lo hanno preceduto nella fellonia. Ma toccò il punto più alto quando, dopo aver fissato i termini di una tregua, ordinò i bombardamenti più cruenti, più distruttivi e più codardi della storia del mondo. Solo i poeti sono capaci di metterlo contro il muro e di crivellarlo completamente con le terzine più micidiali. Il dovere della poesia è di trasformarlo, a furia di scariche ritmiche e rimate, in uno strofinaccio impresentabile. (Spiegazione perentoria. Introduzione)“

Costantino Rozzi foto
Costantino Rozzi 35
dirigente sportivo e imprenditore italiano 1929 – 1994
„Il pubblico mi commuove in maniera particolare. Quando ascolto l'incitamento collettivo di duemila e più voci, quando vedo i tifosi urlare e cantare tutta la loro passione un nodo mi percorre la gola.“


Jacopone da Todi foto
Jacopone da Todi 22
poeta e religioso italiano 1236 – 1306
„L'apparizione di Cristo, dopo un breve momento di filiale dolore, si fissa nel messaggio che Egli porta, testimonianza di una divina eredità destinata all'uomo.
La folla è nel fondo, corale incitamento alla violenza e al martirio. (Gianfranco Contini)“

„Si sappia quanto amore è insito in me verso la mia diletta Patria, la quale ho cercato di illustrare colla speranza di trasmettere ai miei concittadini questo ardente amore, affinché sia loro incitamento a rendere grande e illustre la città. (da Storia di Biancavilla, Gutenberg, 1953)“

Gianfranco Contini foto
Gianfranco Contini 4
critico letterario e filologo italiano 1912 – 1990
„[Iacopone da Todi Donna de Paradiso] L'apparizione di Cristo, dopo un breve momento di filiale dolore, si fissa nel messaggio che Egli porta, testimonianza di una divina eredità destinata all'uomo.
La folla è nel fondo, corale incitamento alla violenza e al martirio. (da Poeti del Duecento, Tomo II, p. 119, R. Ricciardi Editore, 1960)“

Gustavo Zagrebelsky foto
Gustavo Zagrebelsky 40
giurista italiano 1943
„Un grande giurista del secolo scorso, cattolico per giunta, ha scritto che evocare il diritto naturale nelle nostre società, dove convivono valori, concezioni della vita e del bene comune diverse, significa lanciare un grido di guerra civile. [... ] Questo incitamento, per quanto nobili a taluno possano sembrarne le motivazioni, è sovversivo; è l'espressione della pretesa di chi ha l'ardire di porsi unilateralmente al di sopra delle leggi e della Costituzione. (da Le false risposte del diritto naturale, la Repubblica, 4 aprile 2007, p. 23)“

Alessandro Blasetti foto
Alessandro Blasetti 12
regista, sceneggiatore, montatore e attore italiano 1900 – 1987
„Un film storico può rievocare momenti perfettamente analogici con quelli che viviamo, o, comunque, che abbiano con essi un riferimento tanto evidente da farci abolire i secoli trascorsi, un momento dopo averci ricordato che sono trascorsi; e da queste analogie e da questi riferimenti possono scendere moniti, incitamenti, cognizioni che valgano a rinforzare la coscienza popolare di oggi. (da Il Mattino, 2 giugno 1934; citato in Gianfranco Gori, Alessandro Blasetti)“

David Grossman foto
David Grossman 86
scrittore e saggista israeliano 1954
„La realtà in cui viviamo oggi non è forse crudele come quella creata dai nazisti ma certi suoi meccanismi hanno leggi di fondo molto simili che offuscano l'individualità dell'uomo e lo portano a rifiutare obblighi e responsabilità verso il destino degli altri. E una realtà sempre più dominata dall' aggressività, dall'estraneità, dall'incitamento all'odio e alla paura; dove il fanatismo e il fondamentalismo sembrano farsi più forti ogni giorno mentre altre forze perdono la speranza di un cambiamento. (da Raccontare una storia per salvare gli uomini“


Benedetto Croce foto
Benedetto Croce 115
filosofo, storico e politico italiano 1866 – 1952
„Dal senso violento della voluttà nella sua possanza allettatrice e dominatrice, e insieme dal brivido pei suoi effetti di abiezione, di dissoluzione e di morte, è formata la tragedia di Antonio e Cleopatra.
Baci, carezze, languori, suoni, profumi, luccicor d'oro e di drappi lussuosi, barbaglio di luci e silenzi d'ombre, un godere ora estasiato ora spasimante e furioso, è il mondo in cui essa si svolge; e regina di questo mondo è Cleopatra, avida di voluttà, datrice di voluttà, che diffonde a sé intorno quel fremito di piacere, ne offre insieme l'esempio e l'incitamento, e insieme conferisce all'orgia un carattere regale e quasi mistico. (p. 140-141)“

 Fiorello foto
Fiorello 40
showman, imitatore e conduttore radiofonico italiano 1960
„Lo Smemorato di Cologno (Fiorello): Pensandoci bene, forse sono sulla strada giusta.
Baldini: Ah, meno male. Perché?
Lo Smemorato di Cologno (Fiorello): Perché c'è gente che continua a urlarmi Forza Italia. Allora, molto probabilmente potrei anche essere l'allenatore della nazionale.
Baldini: No, no, no, guardi, Forza Italia è il nome di un partito eh!
Lo Smemorato di Cologno (Fiorello): Ma sta scherzando!? Ma come si fa a chiamare un partito con il nome di un incitamento sportivo!? Roba da matti! Roba che non potrebbe mai esistere! Quindi non prendetemi per il culo!
Baldini: Va bene, va bene, questo lo so. È il partito di governo però!
Lo Smemorato di Cologno (Fiorello): Mi consenta, se il partito di governo si chiama Forza Italia, l'opposizione come si chiama: Arbitro cornuto?
Baldini: No, all'opposizione c'è la Margherita, i DS, i comunisti...
Lo Smemorato di Cologno (Fiorello): Pronto? Con chi parlo?.“

Michel Rocard foto
Michel Rocard 1
politico francese 1930
„Bisogna che gli adolescenti ed i giovani còrsi, nella loro ricerca della dignità, non scoprano più la storia della loro regione come quella di un'oppressione[... ]
Il diritto di resistenza all'oppressione è proprio uno dei diritti fondamentali dell'uomo e del cittadino. Il fatto è che c'è stata oppressione, e ne restano forti tracce. [... ]
C'è una rivolta còrsa. Non si può sperare di affrontarla senza comprenderla. Bisognerebbe prima di tutto ricordarsi:
* Che quando Luigi XV acquistò i diritti di sovranità sulla Corsica dalla Repubblica di Genova, occorse una guerra per prender possesso del nostro nuovo dominio. La Francia vi perse più uomini che durante la guerra d'Algeria.
* Che la Corsica è rimasta (sotto) governo militare sino al XIX secolo inoltrato, con tutto quel che ciò implica in termini di legalità repubblicana.
* Che, durante la guerra 1914-1918, sono stati mobilitati in Corsica i padri di sino a sei figli, ciò che non si è mai osato fare sul continente. [... ]
* Che il massacro di Aleria, il 21 e 22 agosto del 1975, è stato sentito come la fine di ogni speranza di miglioramenti prodotti da trattative con il governo della Repubblica, e si è dato il segnale del ricorso alla violenza, poiché tutti i còrsi [... ] hanno capito benissimo che giammai una risposta simile a quella di un'occupazione avrebbe potuto aver luogo nell'Esagono. [... ]
* Che alla fine degli anni cinquanta, il governo creò la [... ]Somivac. Essa aveva l'incarico di riacquistare le terre disponibili [... ] di tracciarvi strade e sentieri, di portarvi l'irrigazione [... ] e quindi di rivenderle a contadini còrsi. I primi quattrocento lotti erano pronti alla vendita all'inizio del 1962. Da Parigi venne l'ordine di riservarne il 90% per i pieds-noirs reduci dall'Algeria. 90%, non il 15% o anche il 50%! Questa percentuale è un incitamento alla guerra civile.
* Che si fece, nel 1984, una strana scoperta. Il presidente Giscard d'Estaing, verso il 1976 o 1977, aveva preso la saggia decisione d'assicurare alla Corsica la "continuità territoriale", [... ] Sette o otto anni dopo [... ], l'amministrazione aveva assicurato la continuità per il trasporto di persone e di merci dall'Esagono verso la Corsica, ma non nel senso inverso! Le arance corse continuavano ad arrivare a Marsiglia con spese di trasporto più elevate di quelle che venivano da Israele. Per i vini e per la salumeria fu la morte economica.
* E che infine la Corsica, come la Martinica e Guadalupe, ha subito per molti decenni un monopolio di bandiera marittimo imposto dallo Stato, con le conseguenze asfissianti che si possono indovinare.“

Daniele Conti foto
Daniele Conti 5
calciatore italiano 1979
„Mi mancheranno, invece, i brividi che provavo ogni volta che indossavo la maglia del Cagliari prima di entrare in campo. E mi mancheranno loro, i tifosi, la carica, l'incitamento. In questi anni ho potuto toccare con mano la passione incondizionata dei ragazzi della Nord. Ci hanno seguito e sostenuto anche nei momenti più bui, persino durante il nostro "esilio" a Trieste. Li ho visti piangere per le sconfitte e gioire per le vittorie. Un'emozione dietro l'altra. E quando ho sentito la curva dedicarmi quel coro, lo ammetto, mi tremavano le gambe. Un gesto semplice e spontaneo, ma so che per loro ha un grandissimo valore. Ebbene, lo ha anche per me.“


John Updike foto
John Updike 29
scrittore statunitense 1932 – 2009
„Quale prova più diabolica di irresponsabilità cosmica di una natura che, avendo inventato il sesso come sistema per mescolare i geni, consente poi di far sorgere, in mezzo a tutti i relativi incitamenti all’accoppiamento profumati ed ipnotici, un’instancabile tribù di batteri e virus che ci torturano e uccidono per aver eseguito gli ordini?“

Johannes Reuchlin foto
Johannes Reuchlin 1
filosofo, umanista e teologo tedesco 1455 – 1522
„Come l'elefante ritrova la propria audacia quando gli si mostra il fuoco, così la nostra virtù sfibrata dai pensieri di questo mondo ha bisogno di incitamenti esteriori e materiali come le parole o le figure perchè la forza del nostro animo si dedichi con maggiore impegno all'impresa spirituale. (De arte cabalistica )“

Hans Magnus Enzensberger foto
Hans Magnus Enzensberger 28
scrittore, poeta e traduttore tedesco 1929
„La costruzione di moschee in tutto il mondo è pretesa come un diritto inalienabile; la costruzione di chiese cristiane in molti paesi arabi è impensabile. La propaganda della fede musulmana è un dovere sacro, la missione di altre religioni un crimine. Il semplice possesso di una Bibbia viene penalmente perseguito nell'Arabia Saudita. Un califfo autonominatosi tale si scaglia contro la propria espulsione in quanto lesiva dei diritti dell'uomo. Laddove l'incitamento ad ammazzare un romanziere apostata è approvato da molti musulmani. Slogan del tipo «morte agli infedeli (agli americani, ai danesi, ai tedeschi, ecc.)» sono considerati una forma legittima di protesta, per la quale tutti devono mostrare comprensione. Con l'aria dell'innocenza bistrattata predicatori dell'odio pretendono la libertà di opinione, la cui eliminazione è il loro scopo dichiarato. La disintegrazione al tritolo delle statue di Buddha a Bamiyan è stata considerata in Afghanistan un atto di devozione; di reazioni violente in Thailandia o in Giappone non è giunta notizia. Ma non appena si prospetta la proiezione di un film che critica i costumi islamici, la plebaglia si schiera compatta e fioccano le minacce di morte. Si chiede a gran voce rispetto, ma lo si nega agli altri. Mentre le lamentele per la discriminazione dei musulmani della diaspora sono all'ordine del giorno, del tutto ovvia è la discriminazione degli «infedeli» e delle donne da parte dei musulmani stessi. (XIII; 2007, pp. 54-56)“

Giuseppe Vannicola 17
violinista italiano 1876 – 1915
„Beethoven è noi, sintesi di tutti gli sviluppi storici secolari della nostra storia, di tutte le raffigurazioni del nostro senso, di tutti gl'incitamenti perenni del pensiero e del sentimento, di tutte le rivelazioni trascendenti dell'Ideale, di tutti i misteri inviolati dall'essere nostro. Beethoven è noi, alfa e omega, labaro e viatico, sogno e luce, realtà e mistero, fonte e custodia di tutto quanto noi, nascendo, ereditiamo nella vita e noi, morendo, raccomandiamo alla vita.“

Mostrando 1-16 frasi un totale di 20 frasi