Frasi su interlocutore

Romano Battaglia foto
Romano Battaglia 153
scrittore italiano 1933 – 2012
„Ci sono uomini che vivono di certezze e non hanno mai dubbi: quelli non vivono, esistono. L'unica cosa che hanno di tangibile è il corpo. Camminano sicuri nel buio della loro strada, non avvertono i pericoli nascosti, le loro orecchie sentono i rumori del mondo, ma non sanno ascoltare il silenzio dei loro interlocutori. La loro anima è un sogno della mente, non possono conoscerla perché il sogno è irrealtà. Questi uomini dormono l'infinito sonno del nulla e credono di vedere.“

Walter Benjamin foto
Walter Benjamin 47
filosofo e scrittore tedesco 1892 – 1940
„La libertà della conversazione si smarrisce. Se prima, tra persone che conversavano, era ovvio interessarsi dell'interlocutore, oggi questo interesse è sostituito dalle domande sul prezzo delle sue scarpe o del suo ombrello. Inevitabilmente si insinua in ogni discorso il tema delle condizioni di vita, dei soldi. E in primo piano non stanno tanto i crucci e i disagi del singolo, dove forse gli interlocutori potrebbero aiutarsi a vicenda, quanto la disamina dell'insieme. È come se si fosse prigionieri in un teatro e si dovesse seguire, volenti o nolenti, lo spettacolo che viene rappresentato, volenti o nolenti se ne dovesse fare l'oggetto di pensieri e parole. (Viaggio attraverso l'inflazione tedesca; p. 17)“


Paolo Bonolis foto
Paolo Bonolis 19
conduttore televisivo, showman e comico italiano 1961
„Nelle interviste mi piace fare non uno ma più passi indietro. Mi piace una tv che fa le domande e sta ad ascoltare le risposte. Troppo spesso chi fa domande è troppo compiaciuto e non ascolta l'interlocutore.“

Ida Magli foto
Ida Magli 56
antropologa italiana 1925 – 2016
„Il canto gregoriano, ma con esso tutta la ritmicità della musica medioevale, rispecchia una concezione ciclica (quindi liturgica) del tempo, che ondeggia e oscilla senza parametri formali rigidi di durata perché ritorna sempre su se stesso. Nella sua struttura tematica è implicita la certezza della risposta a qualsiasi domanda. Ogni rituale, infatti, come ogni preghiera, non pone mai delle vere domande, non arriva mai al dubbio, perché l'interlocutore cui si rivolge è Dio. Il gregoriano, per ciò, può permettersi di "spaziare" in durate indefinite perché è sostenuto dalla "sicurezza" della risposta divina. II tempo è dato. (pag. 43)“

Gerardo Chiaromonte foto
Gerardo Chiaromonte 1
politico, giornalista e scrittore italiano 1924 – 1993
„Gorbaciov è un interlocutore attento, spiritoso e con la battuta pronta. [... ] Ci ha detto che si sarebbe voluto laureare in fisica, che legge molti testi filosofici e, infine, che conserva un bellissimo ricordo del primo dei suoi due viaggi in Italia, quando visitò in lungo e in largo la penisola; mentre il secondo fu triste, per i funerali di Berlinguer.“

Ennio Flaiano foto
Ennio Flaiano 194
scrittore italiano 1910 – 1972
„Un colpo di pistola sparato al momento giusto evita ogni penosa discussione. Il problema però resta aperto: a chi sparare? A se stessi o all'interlocutore? Nel dubbio, astenersi. Ma non venite poi a lagnarvi che le discussioni sono inutili. (libro La solitudine del satiro)“

Giorgio Nardone foto
Giorgio Nardone 30
psicologo italiano 1958
„Un’arte fondata sul fare domande piuttosto che sul proporre affermazioni; domande strutturate in successione per far evolvere le risposte dell’interlocutore nella direzione desiderata dal persuasore. (libro Il dialogo strategico)“

André Maurois foto
André Maurois 35
scrittore francese 1885 – 1967
„La conversazione è un edificio al quale si lavora in comune. Gli interlocutori devono sistemare le loro frasi pensando all'effetto d'insieme, come fanno i muratori con le pietre.“


Reinhold Messner foto
Reinhold Messner 23
alpinista italiano 1944
„Imparare ad assecondare ciò che ci fa profondamente piacere è evidentemente più difficile che trarre conclusioni razionali. Dubito che, su questi problemi, lo psichiatra possa essere il migliore interlocutore. Un paio di buoni amici e il distacco rispetto a se stessi, rispetto al proprio posto di lavoro, alla propria attività possono essere d’aiuto per trovare la strada, per indovinare il momento giusto in cui compiere il salto da un’attività obbligata verso un’altra e più affascinante fase della vita. (libro Spostare le montagne: Come si affrontano le sfide superando i propri limiti)“

Frank Bettger 13
commerciante, scrittore 1888 – 1981
„Vedere le cose dal punto di vista dell’interlocutore, parlare delle sue aspirazioni, dei suoi bisogni, dei suoi desideri: ecco quel che ci vuole per concludere dei buoni affari. (libro Come si diventa un venditore meraviglioso)“

Alessandro Bruno foto
Alessandro Bruno 30
calciatore italiano 1983
„Amo la provocazione, è il carato che misura l’intelligenza dei miei interlocutori.“

Willy Pasini foto
Willy Pasini 20
psichiatra, sessuologo e saggista italiano 1938
„Essere seducenti significa esprimersi in modo gentile e accattivante, avendo cura di mettere a proprio agio l’interlocutore, suscitandogli emozioni e desideri speciali. (libro La seduzione è un'arma divina)“


Virginia de Winter 19
scrittore
„Non credo nella sincerità: è fuorviante: il tuo interlocutore trascorre tutto il tempo a pensare quanto tu sia privo di tatto invece di ascoltare ciò che dici. La sincerità è la sciagura delle buone maniere, il primo segno del decadimento dei costumi. (libro Black Friars 3. L'ordine della penna)“

Enzo Siciliano foto
Enzo Siciliano 5
scrittore italiano 1934 – 2006
„Di questa realtà, Leonardo Sciascia, dopo Verga, dopo Pirandello, dopo Brancati, dopo Tomasi di Lampedusa, è stato l'interprete più acuto, più sensibile, più spassionato: ne è stato l'interlocutore ferito, umiliato, anche stranamente, inconfessatamente correo. Vediamo in quale modo. Sciascia è anzitutto un narratore, e come tale è posseduto da stupore nei confronti della materia che lo ispira – la Sicilia, la “sicilitudine”. Si è letto che egli fosse un moralista. Ma il moralista non secerne dubbi, non si mescola ai peccati che condanna, non li rappresenterebbe mai in quella sostanza personalissima, ambigua e trasparente che è il linguaggio. Li denuncerebbe. Il moralista manca d'ombra, grande o piccola che sia. Lo stupore di chi narra, e di Sciascia in specie, è di chi non si sottrae alla cattura della pietà e dell'ironia, del dolore e del sorriso. (da [http://www. amicisciascia. it/a-futura-memoria/afm-dal-2007/afm-5-6-2009/item/292-enzo-siciliano-le-storie-della-condizione-umana. html], Corriere della Sera, 21 novembre 1989)“

Paul Auster foto
Paul Auster 42
scrittore, saggista e poeta statunitense 1947
„Chiedere perdono a qualcuno è una cosa complicata, una prova di delicato equilibrio tra la durezza dell’orgoglio e lo strazio del rimorso, e se non riesci ad aprirti sul serio con il tuo interlocutore, tutte le scuse suonano superficiali e false. (libro Follie di Brooklyn)“

Gustave Flaubert foto
Gustave Flaubert 115
scrittore francese 1821 – 1880
„Nervoso. Vien detto ogni volta che non si capisce niente di una malattia; la spiegazione soddisfa l'interlocutore.“

Mostrando 1-16 frasi un totale di 76 frasi