Frasi su linguistica

Nicola Pfund foto
Nicola Pfund 5
scrittore svizzero 1960
„Cos'è la Svizzera, e cosa la unisce, non è semplice da spiegare. A chi svizzero non è ma neppure, probabilmente, agli stessi svizzeri. La Svizzera, di certo, è una "Willensnation", ad indicare una nazione basata sulla volontà di stare unita malgrado le differenze di razza, linguistiche e religiose. (pp. 45-46)“

William Butler Yeats foto
William Butler Yeats 40
poeta, drammaturgo e scrittore irlandese 1865 – 1939
„Una lingua rappresenta la memoria collettiva «naturale» di una popolazione: se questa, per impossessarsi di un nuovo strumento linguistico, perde il contatto con il suo mezzo d'espressione più antico, diviene del tutto incapace di riconoscersi nelle proprie tradizioni: come potrà, allora, affermare la propria identità? (libro Fiabe Irlandesi)“


Pier Paolo Pasolini foto
Pier Paolo Pasolini 144
poeta, giornalista, regista, sceneggiatore, attore, paro... 1922 – 1975
„Poiché il cinema non è solo un'esperienza linguistica, ma, proprio in quanto ricerca linguistica, è un'esperienza filosofica.“

Marc-André Hamelin foto
Marc-André Hamelin 3
pianista e compositore canadese 1961
„Adoro esplorare senza pormi alcuna barriera, per trovare quelle note che nascono non solo da schemi linguistici predefiniti, ma sgorgano dal sangue, dalla gioia e dalle lacrime.“

„Nei confronti dell'arte musicale di Šostakovič ci si è posti [... ], da un unico angolo visuale, con una restrizione del campo critico mai attuata per nessun altro compositore. Se è pur vero che l'arte musicale di Šostakovič fu influenzata dagli eventi politici della storia sovietica e che in regime di controllo estetico la comunicazione musicale soggiace a fortissimi condizionamenti, è altresì vero che essa non è unicamente consacrata all'impegno civile ed all'occultamento, al mascheramento della sfera emotiva e spirituale privata sotto di quello, ma che l'uno e l'altro aspetto, sia pure in modo drammatico e contraddittorio, incidono a livello fantastico più profondamente attraverso una trasformazione delle componenti linguistiche e spirituali che si realizza all'interno del processo creativo. (p. 40-41)“

Ferdinand Mongin de Saussure foto
Ferdinand Mongin de Saussure 4
linguista e semiologo svizzero 1857 – 1913
„Il segno linguistico unisce non una cosa a un nome, ma un concetto e un'immagine acustica. (libro Corso di linguistica generale)“

Michel Onfray foto
Michel Onfray 61
filosofo francese 1959
„Non esiste nessun termine per qualificare positivamente colui che non si sottomette alle chimere se non questa costruzione linguistica che inasprisce l'amputazione: a-teo, dunque, ma anche mis-credente, a-gnostico, non-credente, ir-religioso, in-credulo, a-religioso, empio e tutti i termini che da essi derivano: irreligione, miscredenza, empietà ecc. Niente per indicare l'aspetto solare, affermativo, positivo, libero, forte, dell'individuo che si colloca oltre il pensiero magico e le favole. (libro Trattato di Ateologia. Fisica della metafisica)“

Ferdinand Mongin de Saussure foto
Ferdinand Mongin de Saussure 4
linguista e semiologo svizzero 1857 – 1913
„Il legame che unisce il segno al significato è arbitrario, o meglio, poiché intendiamo per segno il totale che risulta dall'associazione di un significante a un significato, possiamo dire più semplicemente: il segno linguistico è arbitrario. (libro Corso di linguistica generale)“


Benjamin Lee Whorf 3
linguista 1897 – 1941
„I linguisti scientifici hanno da tempo capito che la capacità di parlare correntemente una lingua non conferisce necessariamente una conoscenza linguistica, cioè una comprensione dei suoi fenomeni di sfondo, dei suoi processi sistematici e della sua struttura, più di quanto la capacità di giocare una buona partita a biliardo non richieda la conoscenza delle leggi della meccanica che agiscono sul tavolo da biliardo.“

Ferdinand Mongin de Saussure foto
Ferdinand Mongin de Saussure 4
linguista e semiologo svizzero 1857 – 1913
„Si può dunque concepire una scienza che studi la vita dei segni in seno alla vita sociale; essa costituirebbe una parte della psicologia sociale, e di conseguenza della psicologia generale; la chiameremo semiologia. (libro Corso di linguistica generale)“

Colin Henry Wilson 3
scrittore (scrittore di filosofia, sociologia, musica, l... 1931
„Nulla è indescrivibile a parole se ti prendi il tempo e la briga. Se il tuo schema linguistico attuale è inadeguato, allora devi attentamente crearne uno più vasto.“

George Steiner foto
George Steiner 112
scrittore e saggista francese 1929
„L’ipotesi che il linguaggio sia formalmente e sostanzialmente il nocciolo della filosofia, che i limiti del nostro mondo siano quelli del nostro linguaggio, che tutto l’accesso all’esistenziale sia, in ultima analisi, linguistico, è prettamente moderna. (libro La poesia del pensiero)“


George Steiner foto
George Steiner 112
scrittore e saggista francese 1929
„Le interazioni tra sessualità e linguaggio accompagnano tutta la nostra vita. [... ] In che misura le perversioni sessuali sono fatti analoghi al linguaggio scorretto? Vi sono delle affinità tra gli stimoli erotici patologici e la ricerca, ossessiva in certi poeti e pensatori, di un 'linguaggio privato', di un sistema linguistico che risponda perfettamente alle esigenze e alle percezioni di chi ne fa uso? (I, 3; p. 39)“

Robert Musil foto
Robert Musil 120
scrittore e drammaturgo austriaco 1880 – 1942
„Dacché mondo è mondo, nessun essere è ancora morto per una lacuna linguistica, ma bisogna pur aggiungere che alla Doppia Monarchia austro-ungarica e austriaca e ungarica capitò di andare in rovina per la propria inesprimibilità. (II, cap. 99; 2013)“

Julian Barnes 30
scrittore britannico 1946
„L’inglese è da sempre una lingua in corsa; non esiste un’età dell’oro nella quale parole e significati abbiano coinciso e il linguaggio si sia mostrato saldo e durevole come un muro di pietra a secco. Le parole nascono, vivono, decadono e muoiono. È solo l’universo linguistico che fa il suo mestiere, nient’altro. (libro Livelli di vita)“

Giuseppe Mazzini foto
Giuseppe Mazzini 64
patriota, politico e filosofo italiano 1805 – 1872
„Secondo l'uso linguistico attuale, un grande uomo non ha bisogno di essere né buono né nobile - mi ricordo un solo esempio di un uomo di questo secolo che abbia ricevuto tutti e tre questi predicati, e perfino dai suoi nemici: Mazzini. (Friedrich Nietzsche)“

Mostrando 1-16 frasi un totale di 91 frasi