Frasi su logo

Jonathan Safran Foer foto
Jonathan Safran Foer 162
scrittore statunitense 1977
„Se io abuso del logo di una grande azienda, potrei persino finire in galera; se una grande azienda abusa di miliardi di polli la legge non protegge i polli, ma il diritto dell'azienda di fare quello che vuole. È questo che succede quando si negano i diritti degli animali. È pazzesco che l'idea dei diritti degli animali sembri pazzesca a qualcuno. Viviamo in un mondo che considera normale trattare gli animali come pezzi di legno e considera estremistico trattare gli animali come animali. (p. 104)“

Tommaso Labranca foto
Tommaso Labranca 2
scrittore, autore televisivo e conduttore radiofonico it... 1962 – 2016
„Avevo un vicino di casa che lavorava al Centro Smistamento delle Poste. Per otto ore, in un gabbiotto di vetro, premeva un pulsante e faceva passare i furgoni. Ma gli avevano dato una brutta giacca grigia con il logo di Poste Italiane e lui si sentiva un generale. Quando litigava con altri vicini indossava la giacca che gli dava autorità, come una toga d’avvocato. [... ] Ecco Wikipedia Italia: gentucola che riveste la propria ignoranza con la brutale prepotenza di chi indossa una brutta giacca grigia delle Poste.“


Giancarlo Abete foto
Giancarlo Abete 13
imprenditore, politico e dirigente sportivo italiano 1950
„La terza stella? Se è quella classica, legata al numero di scudetti vinti, non è possibile che sia aggiunta sulla maglia. Se poi si parla di sogno della società o di un logo nuovo sulla maglia si vedrà. Non va però collegata la dimensione della stella alla dimensione ufficiale.“

Florence Devouard foto
Florence Devouard 4
ingegnere francese 1968
„Più di una volta sono stata autrice di "scherzetti", talvolta apprezzati, altre volte non troppo... Mi piace soprattutto cambiare il logo. O creare voci false. E ne ho fatti anche altri di cui è meglio non parlare, perché non ne sono troppo orgogliosa. Ma dopotutto, mi piace divertirmi; il divertimento, tuttavia, dovrebbe rimanere entro certi limiti, ovviamente, e qualche volta il primo di aprile si esagera...“

„[Steve Jobs] Dava giudizi, che era poi il suo miglior talento: sulle tastiere, sul design della scatola, sul logo, su quali parti comprare, sulla progettazione delle schede, sulla connessione delle parti, i venditori da selezionare... sul metodo d'assemblaggio, quello di distribuzione, insomma su ogni cosa. (da Hackers – Gli eroi della rivoluzione Informatica)“

Robert Szatkowski foto
Robert Szatkowski 6
wrestler statunitense 1970
„Terrò anche questa. Guarda, gira! [Rob Van Dam, facendo ruotare il logo della WWE sulla cintura di campione alla domanda se voler rendere vacante il titolo WWE stesso, personalizzato da John Cena, durante la prima puntata di sempre dello show ECW on Sci-Fi, il 13 giugno 2006]“

Francesco De Nobili 2
giornalista, docente, studioso (appassionato di comunica... 1979
„Uno dei trucchi per creare un’immagine riconoscibile è utilizzare gli stessi font, lo stesso template, gli stessi colori e il tuo logo, ogni volta che stai comunicando con i tuoi utenti. (libro Lavoro Web - Costruisci il tuo sito per crearti opportunità di lavoro)“

Raffaele Cantone foto
Raffaele Cantone 16
magistrato italiano 1963
„Nel mio paese c'è un detto che ho sentito cento volte ripetere: La botte va risparmiata quando è piena. Ecco: il calcio va salvato prima che cada nel precipizio. Perché accanto al nero che avanza, c'è molto bianco che va preservato prima che si stinga in grigio. Perché oltre a quello degli scandali (e della mafia), c'è il calcio che ha portato la Nazionale di Cesare Prandelli in Calabria, a Rizziconi, a giocare una partita con il logo dell'antimafia, dimostrando che il pallone può e deve essere altro. C'è il calcio in cui si sono coronati sogni di riscatto che sembrano favole. In cui un ragazzino cresciuto tra vicoli malfamati o figlio di immigrati può ascendere ai fasti della Nazionale, o in cui un giovane troppo esile e figlio di un quartiere depresso di una città di provincia riesce a indossare la maglia della sua squadra del cuore: è successo a Lorenzo Insigne, che sta facendo sognare i tifosi napoletani regalando una speranza ai tantissimi ragazzi delle periferie abbandonate della mia regione. Oltre che essere un atto d'amore, questo libro racchiude in sé il desiderio di credere che i sogni, a volte, si avverino. E che il calcio sia uno dei mezzi che lo rende possibile (dall'introduzione a Football Clan, p. 10)“