Frasi su look

La mia etichetta non voleva che mi facessi questo look. Ma tagliandomi i capelli mi sono affermata come artista. Non mi interessa se piace o meno – questa sono io e basta. (citato in Allure magazine, gennaio 2008)

 Rihanna foto
Rihanna 15
cantante e attrice barbadiana 1988

Fino a pochi anni fa, il bar era luogo di sedentari, la cui unica attività fisica era il sollevamento di bicchieri, boccette o mazzi di carte. Ma soprattutto negli ultimi anni, è diventato il centro di smistamento di tutta una serie di attività sportive contrassegnate dall'abbigliamento specializzato e da un'assoluta dedizione. Ecco alcuni dei più comuni atleti da bar.

I maratoneti

Gruppo di signori con pantaloncini di raso e canottiere traforate da cui erompono savane di peli. Sotto pance da gestanti nascondono marsupi pieni di misteriose pasticche rinvigorenti e bibite energomiche. Si involano in branchi verso i tornanti collinari e tornano sudatissimi, dicendo di aver percorso decine di chilometri. Alcuni si controllano il battito cardiaco, altri segnano i tempi sulla tabella di allenamento. Proprio quando credono di aver convinto tutti delle loro imprese sportive entra un amico con un borsello e dice: "Ehi ragazzi, chi di voi ha dimenticato questo al ristorante, un'ora fa?".

Il maratoneta solitario

Uomo magrissimo, di età indefinibile, sempre bagnato anche in estate, che corre con un'espressione di grande sofferenza sul volto, si tocca la gamba, si massaggia il fegato, tossisce e sputa ma continua a correre, nello smog cittadino e tra i clacson delle auto, alle due del pomeriggio in agosto e sotto la neve in gennaio, sempre con quel look da Calvario e un paio di occhiali gialli che forse nascondono lacrime. La domanda è: quale peccato deve scontare il maratoneta solitario?

Stefano Benni foto
Stefano Benni 143
scrittore, giornalista e sceneggiatore italiano 1947

Ma quale look e look..... nuje nun'allukkamm (Intervista comparsa su rivista Ciao 2001 nel 1982)

Pino Daniele foto
Pino Daniele 45
cantautore e musicista italiano 1955 – 2015

La Terra sta aspettando di mangiarci vivi. (da I Have to Look Up Just to See Hell)

Marilyn Manson foto
Marilyn Manson 81
cantautore, attore e pittore statunitense 1969

You look at the hands, not at the face, if you want to stay out of trouble. (da Strani giorni)

Franco Battiato foto
Franco Battiato 122
musicista, cantautore e regista italiano 1945

In nome del cibo, del sesso, del look e dello shopping, amen. Dove amen è da intendersi come il tifo per la squadra di calcio preferita. Ecco che cos'è la religione oggi.

Luigi Lombardi Vallauri foto
Luigi Lombardi Vallauri 18
filosofo italiano 1936

Il Cavaliere [... ] è partito da niente e, guarda un po', si è fatto da solo. C'è una squadra che studia il suo look, ha un portavoce che qualche volta gli mette una mano sulla spalla per fargli capire che qualche parola in meno aiuta. Lo spettacolo c'è l'ha nel sangue e, purtroppo ha trasformato Palazzo Chigi in un grande varietà; d'altra parte già a quattordici anni organizzava recite di burattini con ingresso a pagamento [... ] L'aria che lo accompagna è quella inconfondibile del piccolo venditore di edizioni straordinarie, che urla sul marciapiede lucido di pioggia ma è destinato a percorrere una lunga strada. [... ] Ha una compagnia molto colorita e che suscita tante perplessità.

Enzo Biagi foto
Enzo Biagi 222
giornalista, scrittore e conduttore televisivo italiano 1920 – 2007

[Ora che sei tornato in Argentina, come diresti che si differenzia dal gioco europeo? ] È completamente diverso, in ogni modo. In termini di base, e con questo intendo la sua organizzazione, ci sono una serie di miglioramenti devono ancora essere fatti qui. E in termini calcistici è vero che in Europa il gioco sia molto più dinamico, veloce e tattico. Il calcio argentino è definitivamente più tecnico ma ha un ritmo più lento, anche a causa delle condizioni del campo in cui si gioca. C'è ampio margine di miglioramento ma credo che, con il tempo, il lavoro duro e la compostezza, si può fare. Detto questo, le qualità che i giocatori sudamericani hanno sono anche una parte molto importante per il calcio europeo. (citato in Trézéguet: Argentinian football must look back, Fifa. com, 23 ottobre 2012)

David Trezeguet foto
David Trezeguet 7
calciatore francese 1977

Le dieci cose che non puoi cambiare in un uomo

1. Gli uomini non dicono "Ti Amo". O comunque non così spesso come noi. Preferiscono dimostrarlo con il comportamento. Peccato che si renda spesso necessario un dizionario per tradurre certi comportamenti con quelle due paroline.
2. Gli uomini non si accorgono del nostro look da urlo, del nostro nuovo taglio di capelli, del nuovo make-up che ci fa splendere come star. Neanche se glielo spieghiamo o accendiamo insegne al neon sul punto esatto da notare.
3. Gli uomini negheranno sempre e fino alla morte di aver guardato la sventola in minigonna e aria da femme fatale che vi ha attraversato la via, anche se l’avete colto sul fatto, documentandolo con tanto di prove e testimoni. Gli occhi sono fatti per guardare, vi diranno, se messi alle strette. Finché guardano e basta...
4. Gli uomini vi faranno sempre pesare quel piccolissimo ritardo che avete accumulato per rifinire il trucco, decidere quali scarpe infilare, perfezionare l’ultimo boccolo. Ammettiamo, però, che possiamo anche capire questo aspetto del loro carattere: aspettare in macchina non è divertente. E da quando gli uomini sono diventati vanesi e perdono più tempo di noi davanti allo specchio, capita pure che ad aspettarli siamo noi (solidarietà!).
5. Gli uomini e la moda sono galassie lontane. È inutile prendersela se fuori dal camerino continua a dirvi - dietro vostra insistenza - che vi sta tutto benissimo anche se lo specchio non è affatto d’accordo.
6. Se ci annoiamo mentre lui guarda la partita, le gare di Formula 1 o è impegnato con qualche complicato aggeggio elettronico che ci fa solo sbadigliare non pensiamo subito che ci stia punendo per averlo costretto a seguirci nelle nostre maratone di shopping. La prossima volta invece di sperare di distrarlo sarà meglio organizzare qualcosa di alternativo con le amiche.
7. Se vi fanno un complimento mette il muso? Beh, non biasimatelo, non è per forza geloso. Anche lui ha diritto alla sua vanità. Se invece è da lui che volete sentirvi dire quanto siete fantastica... allora dovrete ricambiare, in qualche modo.
8. La fatidica domanda "a cosa stai pensando?" Ha sempre la stessa piatta risposta "a niente"? Non necessariamente ci sta nascondendo qualcosa. Forse non sta davvero pensando a niente (che potrebbe interpretarsi in maniera molto maligna ma anche no!).
9. Vi trovate spesso a chiedergli, prima di uscire e con aria inorridita, "ma cosa ti sei messo?" Se il punto cinque è applicabile al caso, sarà meglio smettere di sperare che impari ad abbinare bene i capi di abbigliamento e rassegnarsi a dargli un aiuto concreto, invece di esasperarsi.
10. E infine, accettate il fatto che pur essendo donne emancipate e capaci di aggiustare da sé il sifone del lavandino, agli uomini piace moltissimo sentirsi utili, quindi lasciateli fare senza tirare in mezzo battaglie femministe. (sito internet da: AllWomensTalk. com)


Il look della Madonna, come quello di Babbo Natale, lo ha reinventato la Coca-Cola ('Suor Adalgisa')

Davide La Rosa foto
Davide La Rosa 23
fumettista, scrittore e sceneggiatore italiano 1980

Cucool - Uccello molto trendy che ama indossare gli abiti griffati degli altri, ma non disdegna il nid look. (p. 38)

Pietro Gorini foto
Pietro Gorini 23
autore televisivo e scrittore italiano 1955

Quanta gente cambia la propria capigliatura per il tempo? Ho tagliato i miei capelli per una ragione differente, perché voglio spingere i miei ragazzi a fare lo stesso. È caldo. Allenandosi due volte al giono, non ho tempo da spendere con i capelli lunghi. Inoltre voglio spingere i giovani giocatori della mia squadra ad avere una capigliatura appropriata. Cambiando il mio look, forse ho una faccia più aggressiva, ma è per prepararmi al calcio, per essere pronto alla guerra.

José Mourinho foto
José Mourinho 207
allenatore di calcio e calciatore portoghese 1963

Un reggiseno e una mutandina, ma ancor di più una guêpière e il reggicalze possono far scattare piacere, fantasia e quant'altro. In generale, direi che il discorso sull'intimo, per una donna, si lega al look, alla cura in ogni singolo dettaglio.

Lucilla Agosti foto
Lucilla Agosti 4
conduttrice televisiva, conduttrice radiofonica e attric... 1978

Lendl, nella sua personificazione del Male, anzi del Maligno, in quella sua liturgia di tic bestiali (le ciglia spulciate, l'orrido detergersi nella segatura) e look orrorifico (quei polsini più lunghi del Tamigi) aveva un merito. Uno solo: rappresentava benissimo il ruolo del Cattivo. Non aveva pregi e non pretendeva di averne. Era l'uomo da odiare, l'anti McEnroe, l'anti-Bellezza. E il mondo (quello salvo, almeno) gioiva nel vederlo umiliato a Wimbledon, più ancora irriso dal servizio "da sotto" di Chang.

Andrea Scanzi foto
Andrea Scanzi 75
giornalista e scrittore italiano 1974

I nostri passati sono cosi simili. Sovrapposti le loro linee combaciano perfettamente e c'è musica dentro perfetti primi piani sfocati da persone ferite dalla nascita durante un concerto berlinese di David Bowie a volume d'inferno e una voce ripete perdendosi dimmi che mi ami 100 volte e poi svanisce chiudendo le nostre palpebre che scivolano nel vuoto di stanze senza temperatura né voci, in attesa di risveglio rimaniamo per più di un attimo sognando appena paesi delle meraviglie dove passeggiare con Alice tra fantastici fiori. E ora chiudi gli occhi e prova a immaginare cosa si prova. Ad ascoltare. Look Back In Anger. Cadendo. Nel vuoto.

Isabella Santacroce 171
scrittrice italiana 1970

Il fidanzamento con un funzionario di banca era per una ragazza la forma più estrema di rinuncia alle lusinghe del sesso, dopo la clausura in monastero. Oggi il look maschile dietro gli sportelli si è decisamente scongelato. Si vedono capelli lunghi, piercing, facce lampadate, tatuaggetti. (libro Corso di sopravvivenza per consumisti in crisi)

Lia Celi 14
scrittrice, giornalista e autrice televisiva italiana 1965

Mostrando 1-16 frasi un totale di 31 frasi

Articoli

10 Segreti per un matrimonio lungo e felice

Basandosi su quanto ha imparato nei sui trentacinque anni nel settore, Michael Hakimi, dottore in psicologia, alla Loyola University Health System, consiglia questo decalogo per avere un matrimonio riuscito.