Frasi su mammella

Andrew Marvell foto
Andrew Marvell 7
poeta e politico inglese 1621 – 1678
„Cent'anni dovrebbero essere dedicati ad elogiare i tuoi occhi e a contemplare la tua fronte; duecento ad adorare ogni mammella, e trentamila per il resto; almeno un secolo per ogni parte e l'ultimo secolo dovrebbe mostrare il tuo cuore, perché, signora, tu meriti questo omaggio né io amerei a un tasso inferiore.“

Victoria Wood foto
Victoria Wood 3
comica, attrice e cantante britannica 1953 – 2016
„Se Dio avesse voluto che fossero sollevate e distanziate [le mammelle], le avrebbe messe una su ogni spalla.“


Linda Bowles 3
commentatore, giornalista 1952 – 2003
„Il compito di svezzare le diverse persone e gruppi dalla mammella nazionale non sarà facile. Il rumore dei lamenti, strilli, urla e invettive riempirà l’aria mentre l’agonia delle fitte di dolore della disassuefazione trova voce.“

Des McHale 1
umorista, docente, scrittore 1945
„L'umano medio ha una mammella e un testicolo. (libro Mentire con le statistiche)“

Ippocrate di Coo foto
Ippocrate di Coo 143
filosofo, medico 460
„Se in una donna incinta le mammelle diventano all'improvviso piccole, essa abortirà. (V, 37; p. 57)“

Mario Pappagallo foto
Mario Pappagallo 14
giornalista e scrittore italiano 1954
„La soia, poi, può essere considerata uno degli alimenti base della prevenzione, a differenza degli isoflavoni (suoi estratti) che possono invece essere controindicati nella donna che ha contratto un tumore della mammella oppure della donna in menopausa. (p. 27)“

Albio Tibullo foto
Albio Tibullo 14
poeta -54 – -19 a.C.
„Come vivevano bene quando regnava Saturno, prima che la terra fosse aperta in immensi viaggi! Il pino non aveva ancora sfidato le cerule onde, né spiegato al soffio dei venti il seno delle vele; né ancor vagando in cerca di guadagni per terre ignote il nocchiero aveva caricato di merce straniera il vascello. Allora il vigoroso toro non subiva il giogo, non il cavallo mordeva con bocca domata il freno: non c'era casa che avesse porte; non c'era piantato nei campi un sasso che determinasse confini certi ai terreni coltivati. Le querce davano di per sé, spontanee venivano le pecore a offrire le mammelle piene di latte ai tranquilli uomini. Non eserciti, non furori, non guerre; né un rozzo fabbro aveva ancora con feroce arte temprata una spada. Ora sotto il regno di Giove sangue sempre e strage; ora i pericoli del mare; ora aperte d'un tratto mille vie alla morte. (Libro I, Elegia III, Carducci, pp. 159-160)“

Dino Campana foto
Dino Campana 42
poeta italiano 1885 – 1932
„*O il tuo corpo! il tuo profumo mi velava gli occhi: io non vedevo il tuo corpo (un dolce e acuto profumo): là nel grande specchio ignudo, nel grande specchio ignudo velato dai fumi di viola, in alto baciato da una stella di luce era il bello, il bello e dolce dono di un dio: e le timide mammelle erano gonfie di luce, e le stelle erano assenti, e non un Dio era nella sera d'amore di viola: ma tu leggera tu sulle mie ginocchia sedevi, cariatide notturna di un incatevole cielo. (p. 15)“


Areteo di Cappadocia foto
Areteo di Cappadocia 34
medico greco antico
„I reni presentano la sostanza loro simile a quella delle glandole, che i Greci chiamano Adene. Hanno però un color rosso cupo più somigliante al color del fegato, che a quello delle mammelle o dei testicoli, che sono glandole anche esse, ma d'un colore assai più chiaro. La forma de' reni s'accosta a quella de' testicoli; ma più larghi, piatti, e da un lato incavati. Hanno piccioli seni per lo scolo delle urine, crivellati da una quantità di piccioli forellini. Dall'uno e dall'altro spuntano due canaletti membranosi, a guisa di fistole, e vanno a inserirsi ad ambedue le pareti laterali della vessica; il perché la via che percorre dai reni l'urina è eguale da ambe le parti. (capitolo III; p. 50)“

Roberto Saviano foto
Roberto Saviano 98
giornalista, scrittore e saggista italiano 1979
„Tutto quello che esiste passa di qui. Qui dal porto di Napoli. Non v'è manufatto, stoffa, pezzo di plastica, giocattolo, martello, scarpa, cacciavite, bullone, videogioco, giacca, pantalone, trapano, orologio che non passi per il porto. Il porto di Napoli è una ferita. Larga. Punto finale dei viaggi interminabili delle merci. Le navi arrivano, si immettono nel golfo avvicinandosi alla darsena come cuccioli a mammelle, solo che loro non devono succhiare, ma al contrario essere munte. Il porto di Napoli è il buco nel mappamondo da dove esce quello che si produce in Cina, Estremo Oriente come ancora i cronisti si divertono a definirlo. Estremo. Lontanissimo. Quasi inimmaginabile. Chiudendo gli occhi appaiono kimono, la barba di Marco Polo e un calcio a mezz'aria di Bruce Lee. In realtà quest'Oriente è allacciato al porto di Napoli come nessun altro luogo. (p. 16)“

Massimiliano di Béthune foto
Massimiliano di Béthune 2
politico francese 1560 – 1641
„Aratura e pascolo sono le due mammelle della Francia.“

Isacco di Ninive foto
Isacco di Ninive 56
monaco, mistico, religioso (vescovo di Ninive) 700 – 700
„Le fatiche del corpo, senza le bellezze della mente, sono come un seno sterile e mammelle asciutte.“


Roberto Vecchioni foto
Roberto Vecchioni 116
cantautore, paroliere e scrittore italiano 1943
„A volte la vita prende le sembianze di un sogno e devi ricominciare tutto da capo come un neonato stupito e incredulo di non trovare la mammella della madre.“

Ippolito Nievo foto
Ippolito Nievo 62
scrittore italiano 1831 – 1861
„Nominate Roma; è la pietra di paragone che scernerà l'ottone dall'oro. Roma è la lupa che ci nutre delle sue mammelle; e chi non bevve di quel latte, non se ne intende.“

Giordano Bruno foto
Giordano Bruno 262
filosofo e scrittore italiano 1548 – 1600
„A l'Asino Cillenico Oh beato quel ventr'e le mammelle, | Che t'ha portato e 'n terra ti lattaro, | Animalaccio divo, al mondo caro, | Che qua fai residenza e tra le stelle! | [... ]. (dal sonetto anteposto al dialogo)“

Giosue Carducci foto
Giosue Carducci 88
poeta e scrittore italiano 1835 – 1907
„Forti sembianze di novella vita | Circondar la tua cuna, | o re del canto che più alto mira. | Gentil virago ardita, | Quale non vider mai le argive sponde | Né le latine, e d'amor balda e d'ira, | te venìa la bella | Toscana libertade; e il pargoletto | Già magnanimo petto | Ti confortava de la sua mammella. | Tutta accesa ne' raggi di sua sfera, | Mite insieme ed austera, | Venne la fede; e per un popoloso | Di visioni e d'ombre oscuro lito | La porta ti mostrò dell'infinito. (Dante, libro IV)“

Mostrando 1-16 frasi un totale di 18 frasi