Frasi su meridione

 Caparezza foto
Caparezza 313
cantautore e rapper italiano 1973
„La chiamano emancipazione quella di farsi le lampade nel Meridione. (da Giuda me, n.° 9)“

Raffaele Cantone foto
Raffaele Cantone 16
magistrato italiano 1963
„[Voi giovani potete dare prima di tutto] un contributo di attenzione – io credo che tenere altissima l'attenzione rispetto a certi fenomeni è importante – e soprattutto anche un contributo di conoscenza. Bisogna smetterla col pensare che certi fenomeni tanto sono lontani, che sono fenomeni che riguardano il meridione (dall'intervista a Cattolica & Dintorni, 18 dicembre 2009; visibile su YouTube (minuto 3:10))“


Robert Littell 3
scrittore e giornalista statunitense 1935
„La maggior attrattiva è il sole. Sulle spiagge quasi tropicali del meridione i giorni sereni prevalgono sugli altri nella proporzione di otto a uno.“

Gianfranco Miglio foto
Gianfranco Miglio 34
giurista, politologo e politico italiano 1918 – 2001
„Il rilancio, alla grande, dei comportamenti "mafiosi" è avvenuto all'epoca e nel quadro dello sbarco degli eserciti alleati in Sicilia e nel Meridione, durante la fase finale della seconda guerra mondiale: quando i capi-mafia, già trapiantati oltreoceano, si offrirono come tramite prezioso, per facilitare infiltrazione degli invasori fra i traballanti difensori del fronte meridionale.“

Robert Jordan foto
Robert Jordan 85
scrittore statunitense 1948 – 2007
„«Ti aspetti gloria?» disse Ba'alzamon. «Potere? Ti hanno detto che l'Occhio del Mondo sarà al tuo servizio? Quale gloria e quale potere toccano a un burattino? Le stringhe che ti muovono sono state intessute da secoli. Tuo padre fu scelto dalla Torre Bianca, come uno stallone legato alla cavezza e condotto al suo compito. Tua madre non era altro che una fattrice, per i loro piani. E questi piani portano alla tua morte.»
Rand strinse i pugni. «Mio padre è un brav'uomo e mia madre era una donna per bene. Non parlare di loro!»
Le fiamme risero. «C'è del coraggio in te, dopotutto. Forse sei proprio tu, quello che cerco. Ma il coraggio ti gioverà ben poco. L'Amyrlin Seat ti userà, finché non sarai consumato, proprio come furono usati Davian e Yurian Stonebow e Guaire Amalasan e Raolin Darksbane. Proprio come è usato Logain. Finché di te non resterà niente.»
«Non so...» Rand agitò la testa da una parte e dall'altra. Quel solo momento di pensiero chiaro, nato dall'ira, era sparito. I suoi pensieri continuavano a turbinare. Rand ne afferrò uno, zattera nel gorgo. Si costrinse a parlare, con voce man mano più forte. «Tu... sei imprigionato... a Shayol Ghul. Tu e tutti i Reietti... imprigionati dal Creatore fino alla fine del tempo.»
«La fine del tempo?» lo schernì Ba'alzamon. «Tu vivi come uno scarafaggio sotto la pietra e pensi che il tuo fango sia l'universo. La morte del tempo mi porterà un potere che non puoi nemmeno sognare, verme.»
«Tu sei imprigionato...»
«Sciocco, non sono mai stato imprigionato!» I fuochi del suo viso ruggirono con tanto calore che Rand indietreggiò, riparandosi con le mani. Il sudore sul palmo si asciugò per il calore. «Fui a fianco di Lews Therin Kinslayer, quando compì il misfatto che gli valse il soprannome. Fui io a dirgli di uccidere la propria moglie e i propri figli e tutta la propria stirpe e ogni persona che amava o da cui era amato. Fui io a dargli il momento di lucidità perché sapesse che cosa aveva fatto. Hai mai sentito un uomo urlare fino a perdere l'anima, verme? Poteva colpirmi, allora. Non avrebbe vinto, ma poteva tentare. Invece chiamò su di se il suo prezioso Potere, tanto che la terra si aprì e innalzò Montedrago per segnare la sua tomba. Mille anni dopo, mandai i Trolloc a depredare il meridione e per tre secoli essi devastarono il mondo. Quelle stolte e cieche di Tar Valon dissero che ero stato infine sconfitto, ma il Secondo Patto, il Patto delle Dieci Nazioni, era infranto senza rimedio e chi rimase a opporsi a me, allora? Io sussurrai nell'orecchio di Artur Hawkwing e la terra Aes Sedai morì in lungo e in largo. Io sussurrai di nuovo e il Gran Monarca mandò i suoi eserciti al di là dell'oceano Aryth e del Mare del Mondo, e con questo atto sancì due condanne. La condanna del suo sogno di una sola terra e di un solo popolo, e una condanna ancora da venire. Ero al suo capezzale, quando i consiglieri gli dissero che solo le Aes Sedai potevano salvargli la vita. Parlai, e lui ordinò d'impalare i consiglieri. Parlai, e le ultime parole del Gran Monarca furono l'ordine di distruggere Tar Valon. Se uomini del valore di costoro non hanno potuto opporsi a me, quale possibilità hai tu, rospo acquattato accanto a una pozza della foresta? Servirai me, oppure ballerai ai fili delle Aes Sedai, fino alla tua morte. E poi sarai mio! I morti appartengono a me!» (Rand e Ba'alzamon, capitolo 14)“

Roberto Maroni foto
Roberto Maroni 13
politico italiano 1955
„Ci hanno accusato di razzismo quando lottavamo per l'indipendenza e continuano ora che parliamo di devolution. È scandaloso. Noi guardiamo con affetto e simpatia al Meridione, ma non a quello assistenzialista e mafioso di De Mita e Mastella. (da Polo-Lega, a Teano un «patto» per il Sud, Corriere della sera, 12 aprile 2000)“

Aldo De Jaco 1
giornalista e scrittore italiano 1923 – 2003
„Non lo dimentichiamo: esistono treni rapidi che «avvicinano» Torino (o Düsseldorf) al meridione, c'è la televisione che invia messaggi di... unità attraverso i presentatori e le acconciature delle belle annunciatrici, c'è il cinema, ci sono anche i libri e i rotocalchi (senza contare l'azione più specificamente politica dei partiti governativi e delle opposizioni)... Pure non si sfugge all'impressione che il Mezzogiorno resti ancora e in larga parte la terra solitaria e difficile, talvolta incomprensibile, che Abba e gli altri – le armi in pugno – vennero a scoprire e a «ricondurre» all'Italia vincendo, com'è noto, molte e cruente e gloriose battaglie ma in definitiva perdendo la loro guerra liberatrice. [... ] non è una affermazione che si faccia a cuor tranquillo, giacché resta comunque incomprensibile come un secolo così complesso di tragedie e di sommovimenti possa aver lasciato tanta parte del Mezzogiorno ferma ed estranea. Come è possibile questo? Se appena però ci si rifiuta di limitare il ragionamento alle modifiche più evidenti e naturali del costume meridionale (del resto molto limitate per esempio nei paesi dell'interno) e si bada invece al crescente dislivello nello sviluppo economico e culturale del sud rispetto alle altre regioni italiane (dislivello paurosamente cresciuto negli ultimi dieci anni) si deve ammettere come un dato della situazione italiana la perdurante «estraneità» del sud rispetto al resto della Nazione.
Né vi può ormai essere alcuno disposto seriamente a imputare questo ai meridionali in genere e non al blocco industriale-agrario che ha guidato secondo il proprio interesse la Nazione determinando per il Mezzogiorno una funzione e un destino coloniali. (da Letteratura e Mezzogiorno a cento anni dall'Unità, in Francesco D'Episcopo, «Le ragioni narrative» 1960-1961, Antologia di una rivista, Tullio Pironti Editore, Napoli, 2012, pp. 194-195. ISBN 978-88-7937-408-8)“

Eugenio Bennato foto
Eugenio Bennato 5
cantautore italiano 1948
„Noi, in questa Italia, dove le città son piene | di piazze Cavour e corsi Vittorio Emanuele. | Noi, che conosciamo a memoria la canzone | "Perché cambiar la storia?" Ma restiamo meridione. (da Questione meridionale, n. 3)“


Derek Walcott foto
Derek Walcott 4
poeta e scrittore santaluciano 1930
„Torno sempre con grande gioia in Italia ed amo in particolare il meridione: sono rimasto molto colpito dalla bellezza di Siracusa, dal panorama, e dal suo mare epico.“

 Povia foto
Povia 19
cantautore italiano 1972
„Il vero problema dell'Italia e soprattutto del Meridione è il Partito Democratico (dal 2011 non eletto) che mantiene in vita l'Euro e obbedisce agli ordini nazisti dell'Unione Europea causando svendita, disoccupazione e chiusura di migliaia di aziende. Salvini viene attaccato e messo in cattiva luce dal 90% degli "opinioni$ti" e "intellettuali di $ini$tra", perché deve diventare "Elemento di Distrazione" per i bimbiminkia di ogni età (e sono tanti da nord a sud).“

Tony Soper 14
ornitologo, naturalista e conduttore televisivo inglese 1929
„Nel meridione e nelle isole, potete inserire anche una siepe di ficodindia. Non è pianta indigena, ma da secoli ormai fa parte dell'ambiente mediterraneo. Ottima per scoraggiare i predoni umani, potrebbe addirittura servirvi per attirare l'usignolo d'Africa! (p. 79, nota)“

Mario Borghezio foto
Mario Borghezio 38
politico italiano 1947
„Siamo qua, dopo aver bevuto solo, inizialmente, i primi cinque litri di ottima birra di Strasburgo, birra nordica naturalmente, molto apprezzata anche a Roma [... ]. Lazio nazione, il resto è meridione! [... ] La lega federale ha detto... ha detto: "Famogli 'sto regalo : è tanto facile essere eletti al nord, no? Qualunque coglione del nord se presenta al nord lo eleggono: mannamo un po' Borghezio a farse il culo a Roma. Mi raccomando, tenete conto della buona volontà [... ]. La promessa: se ce votate, se ce votate, noi tutti i rompicoglioni, vuccumprà, vulavà, vustuprà, ve li togliamo fuori dalle palle! Dalle palle! Dalle palle!“


Indro Montanelli foto
Indro Montanelli 395
giornalista italiano 1909 – 2001
„[Giustino Fortunato] Il più grande e illuminato studioso del Meridione. (p. 86)“

Giancarlo Maria Bregantini foto
Giancarlo Maria Bregantini 11
arcivescovo cattolico italiano 1948
„Affrontare i problemi del meridione, senza minimizzarli né dilatarli, servirà a sperimentare strategie che potranno servire anche altrove.“

Lorenzo Del Boca foto
Lorenzo Del Boca 6
giornalista e saggista italiano 1951
„[Lotta al brigantaggio nel Meridione] Pulizia etnica. [Settecentomila vittime tra] Banditi, patrioti, ragazzotti, donne incinte, bambini, vecchi.“

Alessandro Baricco foto
Alessandro Baricco 335
scrittore e saggista italiano 1958
„Pietro Anastasi finì per essere il simbolo vivente di un'intera classe sociale: quella di chi lasciava a malincuore il meridione per andare a guadagnarsi da vivere nelle fabbriche del Nord.“

Mostrando 1-16 frasi un totale di 147 frasi