Frasi su metodica

Virginia de Winter 19
scrittore
„Lui era l’acqua incantevole e infida dei fiumi infernali, cancellava alcuni ricordi e ne stimolava altri, le sue dita bianche nel cervello erano metodiche e dolci, sfioravano i fili, li spostavano appena, così le trame dei suoi pensieri sembravano ormai intrecciate a quattro mani. (libro Black Friars 1. L'ordine della spada)“

Beppe Severgnini foto
Beppe Severgnini 67
giornalista italiano 1956
„Logico e sentimentale, tradizionalista e rivoluzionario, metodico e impulsivo, egocentrico e altruista: un italiano vero. (libro La vita è un viaggio)“


Thomas Henry Huxley foto
Thomas Henry Huxley 36
biologo e filosofo inglese 1825 – 1895
„Le sole persone completamente metodiche sono i morti.“

Charles Sanders Peirce foto
Charles Sanders Peirce 13
matematico, filosofo e semiologo statunitense 1839 – 1914
„Tutto il progresso che abbiamo fatto nella filosofia... è il risultato dello scetticismo metodico che è l'elemento della libertà umana.“

Adriano Sofri foto
Adriano Sofri 36
giornalista, scrittore e attivista italiano 1942
„Negli scorsi giorni un altro politico eminente, Luca Coscioni, presidente del Partito radicale, aveva saputo di non essere stato ammesso a far parte di un Comitato bioetico, mancandogli, se ho ben capito, i requisiti accademici. Coscioni, che era per professione scelta un economista e docente, è diventato poi per necessità un impaziente ammalato di sclerosi amiotrofica laterale, e ne è diventato esperto di quella doppia competenza che viene dall'esperienza sofferta e dallo studio metodico. Si sarebbe detto che nessuno avesse titoli più completi dei suoi per entrare in quell'impegnativo comitato, presieduto del resto da una degna persona come Giovanni Berlinguer, se non sbaglio. Invece ne è restato fuori. Nessuna obiezione, purché non si ripeta che non aveva i titoli: si dica francamente anche per lui che è stato portato fuori dai commessi.“

„Io credo che Tonino vada ricordato, innanzitutto, per il modo in cui intendeva la politica, come un politico nel senso autentico, originario della parola. Generoso, appassionato, dinamico e insieme disciplinato, ordinato, metodico. Amante della vita, nella molteplicità delle sue forme, e sempre dedito, per una vita, a una causa, quella del movimento operaio, e alle sue organizzazioni, il sindacato, il partito. Funzionario di partito. Mi sembra di ricordare come anche Berlinguer rivendicasse questa identità professionale con orgoglio. E penso sia questa la chiave della profonda sintonia di Berliguer segretario con l'uomo che fu sempre al suo fianco. La chiave appunto per comprendere un modo d'intendere e di vivere la politica che è forse tipico di una generazione di sinistra: quella che ha scelto nella lotta antifascista, e che è venuta costruendo, con numerose vittorie e non poche delusioni, il difficile tessuto della nostra democrazia. (da l'Unità, 8 novembre 1992)“

Raffaella Barker 5
scrittrice inglese 1964
„Non è così che doveva finire. Niente dovrebbe finire così. O forse è così che tutto finisce, un lento, metodico e inarrestabile assassinio di tutto quello che hai amato nell’altra persona.“

Augustin Renaudet 1
1880 – 1958
„Col nome di umanesimo si può definire un'etica della nobiltà umana. Orientata contemporaneamente verso lo studio e l'azione, essa riconosce ed esalta la grandezza del genio umano e la potenza delle sue creazioni, e contrappone la propria forza alla forza bruta della natura inanimata. Sua norma essenziale è lo sforzo compiuto dall'individuo per sviluppare in se stesso, grazie a una stretta e metodica disciplina, tutte le capacità umane e per non trascurare nulla di ciò che fa grande l'uomo e lo magnifica. "Tendere con uno sforzo ininterrotto", dice Goethe all'inizio del Secondo Faust, "verso la più alta forma dell'esistenza". Così Stendhal diceva a Eugène Delacroix (31 gennaio 1850): "Non trascurate nulla di quanto può rendervi grande". Una tale etica della nobiltà umana impone alla società uno sforzo costante per realizzare in se stessa la più alta perfezione dei rapporti umani; un'immensa conquista, un'immensa opera di cultura, una scienza dell'uomo e del mondo sempre più estesa. Pone infine le basi di una morale individuale e collettiva; di un diritto e di un'economia; si traduce in una politica; alimenta un'arte e una letteratura.“


Attilio Momigliano foto
Attilio Momigliano 18
critico letterario italiano 1883 – 1952
„Nel Parini c'è ancora un po' del rancido tradizionale della satira; nel Porta e nel Belli questo è scomparso affatto: tanto che per essi l'appellativo di «satirico» sembra impreciso. In realtà appartengono entrambi alla grande corrente europea del Verismo, anticipandola il Porta per forza di temperamento e per virtù della spinta veristica che era insita nel Romanticismo, seguendola il Belli consapevolmente e con un proposito metodico, se non architettonico, simile a quello di Balzac, il quale alcuni anni prima aveva iniziato il suo ciclo Scènes de la vie privée e andava poi allargando fino al disegno di una Comédie humaine. Che il Porta e il Belli appartengano non solo alla letteratura italiana ma a quella europea, è una verità non ancora affermata dalla critica, soltanto perché il pregiudizio della inferiorità della letteratura dialettale grava ancora sulla nostra cultura più che non sembri. Poeti tanto minori di questi sono studiati tanto più largamente in sé e in relazione con le correnti contemporanee. (p. 778)“

Chuck Dixon foto
Chuck Dixon 4
fumettista statunitense 1954
„Una delle caratteristiche più difficili da dominare del Joker è il fatto che il suo humor deve funzionare. Non è un pericoloso lunatico che semplicemente racconta barzellette. Queste battute devono avere un loro fascino. A volte in un modo stupido. Altre, in un modo oscuro e abbastanza morboso. Spesso l'humor nasce dalla trama e dalle osservazioni che il Joker fa su di essa. In altri casi, si tratta di semplici giochi di parole più o meno intelligenti. Ma in nessun caso i lettori devono sentirsi obbligati a ridere controvoglia. Inoltre, nella sua pazzia ci deve essere sempre qualcosa di metodico. Una storia che si limiti a essere un'arbitraria successione di esempi di comportamento antisociale forse potrebbe intrattenere per un po'. Ma il lettore prima o poi perde interesse se non c'è la benchè minima motivazione alla base. In tutte le storie classiche del Joker, arriva sempre un momento nel quale gli eventi propiziati dall'isterico arlecchino, apparentemente privi di connessione, assumono un senso. Queste follie intrecciate, che non sembrano avere niente a che fare le une con le altre, si rivelano parte di un grande piano infarcito di inganni e perversità. Alle volte il lettore sa più dei personaggi coinvolti, mentre altre è costretto a provare a indocinare al pari di Batman e Robin.“

Primo Levi foto
Primo Levi 132
scrittore, partigiano e chimico italiano 1919 – 1987
„I ragni, in specie, sono una inesauribile sorgente di meraviglia, di meditazioni, di stimoli e di brividi. Sono (non tutti) geometri metodici e fanaticamente conservatori: il comune ragno dei giardini, il ragno dal Diadema, costruisce da decine di milioni di anni la sua tela raggiata, simmetrica e conforme a un rigido modello. Non sopporta imperfezioni: se la tela viene danneggiata, non la ripara. La distrugge e ne tesse una nuova. (Romanzi dettati dai grilli, p. 116)“

Oscar Luigi Scalfaro foto
Oscar Luigi Scalfaro 47
9º Presidente della Repubblica Italiana 1918 – 2012
„Io non ci sto... Prima si è tentato con le bombe, ora con il più vergognoso e ignobile degli scandali. Occorre rimanere saldi e sereni. Penso sia giunto il momento di fare un esame chiaro dell’attuale realtà italiana per trarne conclusioni forti ed efficaci. [... ] Nessuno può stare a guardare di fronte a questo tentativo di lenta distruzione dello Stato, pensando di esserne fuori. O siamo capaci di reagire considerando reato il reato, ma difendendo a oltranza e gli innocenti e le nostre istituzioni repubblicane o condanniamo tutto il popolo e noi stessi ad assistere a questo attentato metodico, fatale alla vita e all'opera di ogni organo essenziale per la salvezza dello Stato democratico. A questo gioco al massacro io non ci sto. Io sento il dovere di non starci, e di dare l’allarme. Non ci sto non per difendere la mia persona, che può uscire di scena in ogni momento, ma per tutelare, con tutti gli organi dello Stato, l’istituto costituzionale della Presidenza della Repubblica. Il tempo che manca per le elezioni non può consumarsi nel cuocere a fuoco lento, con le persone che le rappresentano, le istituzioni dello Stato. (Dal messaggio televisivo straordinario alla Nazione andato in onda a reti unificate alle ore 22 e 30 circa del 3 novembre 1993)“


Adriano De Zan foto
Adriano De Zan 26
giornalista, conduttore radiofonico e conduttore televis... 1932 – 2001
„Fausto Coppi era un metodico aveva un menu d'allenamento tutto particolare.“

Edmund Husserl foto
Edmund Husserl 14
filosofo e matematico austriaco 1859 – 1938
„La crisi di una scienza comporta nientemeno che la sua peculiare scientificità, il modo in cui si è proposta i suoi compiti e perciò in cui ha elaborato la propria metodica, siano diventati dubbi.“

Ladislao Mittner 5
critico letterario, linguista e insegnante italiano 1902 – 1975
„Di fronte agli eroi kleistiani il viandante di Goethe è un prudente sperimentatore del numinoso e Faust un metodico architetto della propria anima. (citato in Corriere della sera, 28 luglio 2001)“

 Platinette foto
Platinette 4
conduttore radiofonico, autore televisivo e attore italiano 1955
„Flavio [Merkel] è il mio passaggio dall'incertezza alla decisione, un insegnante perfetto, metodico, per niente improvvisato, in grado di traghettarti dalle nebulose del gusto al trovare un tuo stile di vita... (da Ricordo di Flavio Merkel: eravamo mine vaganti, Pride, novembre 2004)“

Mostrando 1-16 frasi un totale di 26 frasi