Frasi su nerazzurro

Javier Zanetti foto
Javier Zanetti 34
calciatore argentino 1973
„Sinceramente quando ho giocato la mia prima partita con questa maglia non avrei mai pensato che sarebbe potuta essere la prima di 800, giocate con la stessa maglia, con la stessa società. Questo mi riempie di orgoglio, soprattutto all'interno di un grande ambiente e di una grande famiglia come quella nerazzurra. Ho attraversato diversi momenti, ma sempre con la consapevolezza di essere il capitano di una grande squadra.“

Lionel Messi foto
Lionel Messi 15
calciatore argentino 1987
„I nerazzurri sono forti e l'Inter è uno dei club più importanti del mondo.“


Danilo Sarugia 5
giornalista italiano 1939
„Io sono sicuramente di fede interista, sono stato capo ufficio stampa dei nerazzurri negli anni ottanta e ho diretto il mensile dell'Inter e quindi ho una storia personale con questa squadra, ma se mi chiedete che cosa pensi dello scudetto del 2006 per me, come ho detto più volte e lo sottolineo, quello scudetto non è da considerarsi. Quando si è scatenata la bufera su calciopoli nel 2006 pensavo che avrebbe fatto giurisprudenza il precedente del 1927, quando lo scudetto vinto dal Torino gli fu tolto perché in un caso di corruzione era implicato il giocatore granata Allemandi, calciatore che poi avrebbe avuto un'esperienza all'Inter. Allora tolto lo scudetto al Torino non lo passarono alla seconda squadra classificata, che era il Bologna, ma non fu assegnato come d'altronde successe per lo scudetto 2005. Non si capisce perché in circostanze con grosse analogie con quelle del passato, dove lo scudetto revocato non finì a nessun'altra squadra, nel 2006 lo scudetto, invece, fu assegnato all'Inter.“

Roberto Carlos da Silva foto
Roberto Carlos da Silva 4
calciatore brasiliano 1973
„Sia all'Inter che al Real ho fatto un po' la storia, magari all'Inter meno. Ma devo dire che in quell'anno in nerazzurro mi sono divertito moltissimo: giocavo come volevo, come piaceva a me, ho fatto diversi gol.“

Eduardo Galeano foto
Eduardo Galeano 20
giornalista, scrittore e saggista uruguaiano 1940 – 2015
„Sarti; Burgnich, Facchetti, Bedin, Guarneri, Picchi; Jair, Mazzola, Milani (Peiró, Domenghini), Suárez, Corso. Allenatore: Herrera.»
Quale altra formazione, a distanza di tanti lustri, è impressa più di questa nella memoria di ogni tifoso, anche non nerazzurro?“

José Mourinho foto
José Mourinho 206
allenatore di calcio e calciatore portoghese 1963
„Pazza Inter è molto bella, io imparo sempre l'inno del mio club è questo è davvero bello. Io amo l'Inter? Sì, perché quando sono arrivato a poco a poco ho capito la storia, i problemi, le cose positive e negative, mi sono dedicato sin da subito ai colori nerazzurri, è il mio modo di lavorare. E l'Inter mi piace davvero molto.“

Julio Ricardo Cruz 9
calciatore argentino 1974
„Una delle partite che più ricordo dei tempi nerazzurri fu l'esordio in Champions League contro l'Arsenal. L'Inter stava faticando molto, tutti criticavano Cúper, ma quella sera abbiamo giocato davvero bene. Si capiva già dall'atmosfera che c'era nello spogliatoio nel prepartita. Abbiamo vinto 3-0 e io ho fatto un bel gol in pallonetto dopo 22 minuti di gioco.“

Danilo Sarugia 5
giornalista italiano 1939
„Secondo me, che sono un modesto storico dell'Inter, è la questione più imbarazzante dei 103 anni di storia nerazzurra con lo scudetto vinto nel 1910, ovvero il primo scudetto vinto dall'Inter, con uno spareggio vinto contro i bambini, e sottolineo bambini, della Pro Vercelli che giocò con la terza o quarta squadra perché aveva molti giocatori impegnati in un torneo militare e i nerazzurri non accettarono di rinviare la partita e vinsero dieci a tre. Ricordiamo che Mourinho con molta ironia definiva lo scudetto del 2006: vinto in segreteria. Io da sempre ho sostenuto che quello scudetto non doveva essere assegnato.“


Luigi Garlando 8
giornalista e scrittore italiano 1962
„Javier Zanetti è una figurina che ogni padre metterebbe in mano al proprio figlio come un santino, a prescindere dal campanile del tifo: gioca come lui, comportati come lui. Il capitano nerazzurro è da anni una stella polare indicata ai giovani che si incamminano nello sport. La sua lezione più preziosa è la dignitosa accettazione della sconfitta e l'orgoglioso sforzo per ripartire. Una lezione straordinariamente moderna oggi che ai ragazzi si insegna altro: che la sconfitta è la spia del fallimento, da evitare in tutti i modi, e non un passaggio naturale e istruttivo per migliorarsi.“

Gad Lerner foto
Gad Lerner 6
giornalista, scrittore e conduttore televisivo italiano 1954
„Il 27 maggio del 1964 un bambino disappetente di nove anni, già in pigiama, ottenne il permesso speciale di restare sveglio davanti alla tv. Sua madre lo turlupinò: "Guarda che se non mangi neanche i tuoi campioni ce la possono fare". Ricordo ancora le dimensioni mostruose della pagnotta imbottita che mi fu messa tra le mani. Masticavo tenace con gli occhi sbarrati sullo schermo. Deglutivo a fatica ma senza fermarmi: il primo rito scaramantico, più mangiavo e meglio i nostri giocavano! Mi fermavo solo per sventolare a ogni gol la bandiera nerazzurra appoggiata sul divano. Quando capitan Picchi sollevò la coppa al cielo, in mezzo al Prater di Vienna, e i bianchi del Real Madrid apparvero infine domi, mio padre si lasciò commuovere: come avrei potuto dormire con tutta quella adrenalina nel cervello e con tutto quel pane nella pancia? Così quel bambino solitamente spedito a letto addirittura prima di Carosello, prese posto in pigiama sulla 1300 Fiat, la bandiera fuori dal finestrino. Tutti in piazza Duomo! Viva l'Inter che libera la notte dei bambini! (da Oliviero Toscani, Inter! 100 anni d'emozioni. Almanacco del centenario, Skira, 2008)“

José Mourinho foto
José Mourinho 206
allenatore di calcio e calciatore portoghese 1963
„L'Inter è il club in cui mi è piaciuto di più stare. Nessun altro mi ha regalato la stessa felicità. L'Inter è una famiglia e io appartengo alla famiglia nerazzurra per sempre. Quando l'ho lasciata ho pianto più di una volta. Ho vissuto in un ambiente fantastico, dalla Pinetina, dove ci si allenava, a San Siro.“

Davide Santon foto
Davide Santon 5
calciatore italiano 1991
„Me ne sono andato via dall'Inter perché non giocavo. Avevo bisogno del mio spazio per crescere e per dimostrare il mio valore, ho avuto un po' di problemi con i nerazzurri. In particolare all'inizio con Benitez che non mi vedeva. Per questo me ne sono andato. E ad oggi sono contentissimo di poter difendere la maglia del Newcastle. Se fossi stato titolare probabilmente sarei ancora a Milano, ma dato che non giocavo, ho preferito cambiare aria per dimostrare il mio valore“


Giacinto Facchetti foto
Giacinto Facchetti 2
calciatore e dirigente sportivo italiano 1942 – 2006
„Essere nerazzurri è un traguardo, un segno di eccellenza. Vi chiedo di urlare forza Inter con passione, ma senza rabbia.“

Antonio Albanese foto
Antonio Albanese 84
attore, comico e cabarettista italiano 1964
„Convertiti alla fede nerazzurra e ti copriremo di allori e di scudetti. Abbandona la religione fuggè! Vieni con noi, e assaporerai la voluttà della zona Uefa.“

Walter Gargano foto
Walter Gargano 6
calciatore uruguaiano 1984
„Come è nato il tifo per i colori nerazzurri? È cominciato quando ero piccolo giocando alla play, sceglievo sempre l'Inter.“

Christian Vieri foto
Christian Vieri 10
calciatore italiano 1973
„È davvero un peccato che sia finita in un determinato modo. Amavo l'Inter, ho dato tutto, mi sono ammazzato per la maglia nerazzurra, ogni giorno. Agli allenamenti ero il primo ad arrivare e l'ultimo ad andare via. Non mi sono mai tirato indietro e a volte ho giocato nonostante non stessi in piedi. Però, mi dicevano: vai in campo, resta lì davanti anche fermo, che per noi va bene così. E io accettavo, perché ci tenevo davvero, anche a costo di fare figure di merda... Il mio rapporto con Moratti era speciale, forte, decisamente forte. Ci sentivamo parecchie volte durante il giorno, anche alle 3 del mattino, ci confrontavamo su ogni cosa. Mi faceva sentire uno di famiglia. Insomma, stavo bene professionalmente e umanamente, e davo ogni mia energia per la squadra. Capite bene la terribile delusione nel momento in cui è emerso che mi pedinavano e addirittura intercettavano. Cavolo, queste sono cose che si fanno coi mafiosi...“

Mostrando 1-16 frasi un totale di 158 frasi