Frasi su oliva

[Su Benedetto XVI] Gloria olivae.

Malachia di Armagh foto
Malachia di Armagh 112
1094 – 1148

Come ti senti stamattina... come un Martini senza oliva (Movin' away, n.° 2)

Sergio Caputo foto
Sergio Caputo 47
cantautore e musicista italiano 1954

Bevo troppo. L'ultima volta che ho dovuto fornire un campione di urina, c'era un'oliva dentro.

Rodney Dangerfield foto
Rodney Dangerfield 33
attore e comico statunitense 1921 – 2004

Un corpo immerso nei suoi pensieri non va disturbato, un'oliva immersa in un liquido sembra un Martini, un phon immerso in un liquido è omicidio volontario.

Maurizio Crozza foto
Maurizio Crozza 130
comico, imitatore e conduttore televisivo italiano 1959

È l'estatica oliva e il flauto carezzevole, | È il tubo ove scende la mandorla celeste, | Femmineo Canaàn cinto agli umidori. (III, vv. 12-14, 1992)

Arthur Rimbaud foto
Arthur Rimbaud 98
poeta francese 1854 – 1891

Lo sguardo di Webster sul mondo e sul teatro è laterale – così suggeriscono certe affermazioni di Achille Bonito Oliva riguardo alle distorsioni dell'artista manierista, e pare che questa immagine possa coerentemente accostarsi ad illuminare anche il drammaturgo inglese. (p. 9-10)


L'educazione ha due scopi, da una parte forma lo spirito, dall'altra prepara il cittadino. Gli ateniesi si fissarono sul primo, gli spartani sull'altro. Gli spartani vinsero, ma gli ateniesi furono ricordati. (traduzione di E. Oliva, Mondadori)

Bertrand Russell foto
Bertrand Russell 179
filosofo, logico e matematico gallese 1872 – 1970

Nei monti e nei boschi attorno al castello di Nocera vi sono caprioli, cervi e altri animali selvatici: perciò Ottone di Brunswick era solito ad andare colà a caccia nei propri regi dominii per sfuggire all'inerzia, e delle fiere che capitava di prendere sotto la sua guida, conservato solo il capo, regalava il resto ai compagni e ai nobili. Questa terra è a tal punto fertile e bella come una campagna che Dio ha benedetto. Qui, presso il Borgo, si scorge nei campi la chiesa di San Prisco Oliva, protettore dei Futanari, che fu un tempo cattedrale dove si conservano le reliquie del profeta Abacuc; e tutto intorno al castello si scorgono ancora le fondamenta di case, che mostrano che qui ci fu un tempo una città di cui ora si vedono le rovine. (libro I, Cap. XL)

Teodorico di Nieheim 4
storico tedesco 1340 – 1418

Venuta la sera mi ritorno a casa, ed entro nel mio scrittoio; ed in sull'uscio mi spoglio quella veste contadina, piena di fango, e di loto, e mi metto panni reali e curiali, e rivestito condecentemente entro nelle antiche corti degli antichi uomini, dove da loro ricevuto amorevolmente mi pasco di quel cibo, che solum è mio, e che io nacqui per lui; dove io non mi vergogno parlare con loro, e domandare della ragione delle loro azioni; e quelli per loro umanità mi rispondono; e non sento per quattr'ore di tempo alcuna noia, sdimentico ogni affanno, non temo la povertà, non mi sbigottisce la morte; tutto mi trasferisco in loro. (da Lettera a Francesco Vettori, in Opere complete, vol. 1, Editore Ernesto Oliva, Milano, 1850, p. XIX)

Niccolo Machiavelli foto
Niccolo Machiavelli 108
politico, scrittore, storico italiano 1469 – 1527

Così il 10 giugno, quando si decise che era venuto il momento di riprendersi le piazze, ci si aspettava il solito schieramento di granatieri, la familiare, compatta macchia azzurra fitta di sguardi corrucciati, più le sei nuove unità antisommossa inaugurate un paio di mesi prima e alle quali la mitologia studentesca giù attribuiva poteri straordinari e molteplici, fra cui quello di sputare lacrimogeni, getti d'acqua, vernice, pallottole blindate, pallottole comuni, scoregge e inni nazionali, quello di far suonare sirene assordanti, di vederci al buio grazie ai raggi infrarossi, di investire con le camionette i più distratti e di essere completamente invulnerabili alle molotov. E infatti eccole là, schierate in cerchio tutt'attorno al Casco de Santo Tomàs, le sei squadre antisommossa nuove di zecca, grigioazzurre e verde oliva. C'erano anche un paio di battaglioni di granatieri, rinnovati nel corso degli ultimi tre anni con un nuovo afflusso di giovani contadini senza terra di Puebla, di Tlaxcala, di Oaxaca, venuti a riempire i buchi lasciati dai disertori del '68, ormai svezzati dall'inevitabile abbrutimento iniziale e che già cominciavano ad assaporare il piccolo potere, la piccola impunità dell'uniforme; vaccinati con le prime iniezioni della grossolana ideologia secondo cui gli studenti sono contro la Vergine di Guadalupe, il comunismo vuole rovinare il Messico e cancellare il ricordo dei Piccoli martiri, e noi siamo l'ultimo baluardo della patria; eccoli là, a cercar di nascondere la loro paura sotto la nostra paura. (cap. 8, p. 92)

Paco Ignacio Taibo II foto
Paco Ignacio Taibo II 31
scrittore spagnolo 1949

La teoria dell'oliva si basa sui miei amici Marshall e Lily: lui odia le olive, lei le adora, sarà per questo che sono la coppia perfetta, col giusto equilibrio. (Film How I Met Your Mother - E alla fine arriva mamma!)

Josh Radnor foto
Josh Radnor 13
attore, regista e sceneggiatore statunitense 1974

Quest'anno abbiamo deciso di stare a casa per le vacanze. Abbiamo fatto finta di non avere la corrente in casa e la mamma ha dovuto preparare ogni pasto con l'olio di oliva.

Kees Van Kooten 6
cabarettista, scrittore 1941

Da anni è noto che la dieta mediterranea ha un effetto protettivo sull'apparato cardiovascolare. Non a caso, i ricercatori americani l'hanno indicata come migliore rispetto alla semplice riduzione dei grassi saturi. Questo tipo di alimentazione non è affatto povera di grassi, anzi i lipidi in essa contenuti sono, paradossalmente, superiori a quelli della dieta americana classica. Ma c'è una grossa differenza: nella dieta mediterranea circa tre quarti delle calorie fornite dai lipidi derivano da grassi monoinsaturi, cioè dall'olio d'oliva, mentre il consumo di grassi saturi è molto ridotto. (pp. 43-44)

Jean Carper 31
giornalista e saggista statunitense 1932

Da secoli l'olio d'oliva fa sì che le popolazioni che lo utilizzano abbiano una salute migliore.


Seguiamo la nostra dieta mediterranea, con il nostro olio extravergine di oliva, e non il lampante spagnolo; con i nostri frumenti, come la timilia e il senatore cappelli, e non quelli con marchio registrato di cui paghiamo le royalty come il kamut; con i nostri pomodori, e non quelli che arrivano da Paesi sconosciuti che permettono l'uso incontrollato di pesticidi di cui non conosciamo neanche l'esistenza. Ricordo che ormai è stato dimostrato che molti di quei pesticidi sono causa di malattie come il Parkinson, malattie che in Francia sono state dichiarate professionali. Tutto questo evidenzia che dobbiamo prestare una certa attenzione nei confronti del nostro ambiente: attenzione che con altre mozioni, come quella relativa all'utilizzo del CSS nei cementifici, non abbiamo in questa sede prestato.

Luigi Gaetti foto
Luigi Gaetti 10
1959

L'olio d'oliva è indubbiamente importante, tuttavia l'alimentazione mediterranea offre una sorprendente varietà di abitudini salva-cuore. Purtroppo, anche in Italia, la dieta tende ad appiattirsi su modelli prettamente occidentali, avvicinandosi progressivamente a quella seguita dagli americani. (p. 46)

Jean Carper 31
giornalista e saggista statunitense 1932

Mostrando 1-16 frasi un totale di 18 frasi