Frasi su pastorello

Leonida Rèpaci foto
Leonida Rèpaci 16
scrittore 1898 – 1985
„Non sono difficile in fatto di gastronomia e, dovessi fare una scelta, assegnerei a mia sorella Orsa la palma della più saporita cucina del mondo: quella calabrese. Ancora oggi datemi una buona minestra di ceci, quelli che si ammammano, cioè fan da mamma, coi maccheroni, in una saporosa liquescenza; datemi una fetta di pescespada col «sarmuglio», che ci stupiamo di non trovare descritto nei banchetti omerici; datemi, per stimolare l'appetito fino in fondo, un pugnellino di «'mbiscatini», cioè di quei sottaceti che alternano il peperone col cappero, la melanzana con lo zenzero; datemi una ricotta di quelle che il pastorello dell'Aspromonte vi porta fino a casa, facendola colare tiepida dalla fiscella nel piatto; datemi, per consolidare il tutto, un bicchiere di Cirò, un vino che ha il colore rosso cupo delle pupille delle donne malate d'amore e il profumo del vigneto squassato dal vento sulle balze marine: datemi tutto questo e io alzo bandiera ammiraglia sulla mia tavola di calabrese radicato. (p. 218)“

Guido Cavalcanti foto
Guido Cavalcanti 9
poeta italiano 1258 – 1300
„In un boschetto trovai pastorella | come la stella bella, al mio parere || Capelli avea biondetti e ricciutelli | e gli occhi pien d'amor, cera rosata; | con sua verghetta pasturava agnelli, | e, scalza, di rugiada era bagnata; | cantava come fosse innamorata, | era adornata di tutto piacere. (da La pastorella; citato in Versi e Metri italiani)“


Marcello Macchia foto
Marcello Macchia 147
comico italiano 1978
„Pastorello Girolamo: Padre, vado a gettare questa immondizia...
Padre Maronno: E se poi te ne penti?“

Marcello Macchia foto
Marcello Macchia 147
comico italiano 1978
„Pastorello Girolamo: Le ho anticipato cinquanta euro per la spesa... Perché non me li vuole ridare?
Padre Maronno: Non sono io che non voglio... [Indicando verso l'alto]“

Giuseppe Baretti foto
Giuseppe Baretti 16
critico letterario, traduttore e poeta italiano 1719 – 1789
„Non sapete voi che più giova a una città un corpo di ciabattini e di votacessi, che non la più numerosa accademia di filologi, o la più popolata colonia d'immaginarj pastorelli?“

Pietro Metastasio foto
Pietro Metastasio 85
poeta italiano 1698 – 1782
„Chi vuol goder l'aprile | nella stagion severa, | rammenti in primavera | che il verno tornerà. Per chi fedel seconda | così prudente stile, | ogni stagione abbonda | de' doni che non ha. (da L'inverno ovvero la Provvida pastorella)“

Corrado Guzzanti foto
Corrado Guzzanti 223
comico, attore e sceneggiatore italiano 1965
„Ma te lo sai che se ti metti in orbita in un certo modo rispetto all'orizzonte degli eventi di un buco nero supermassivo a rotazione puoi viaggà avanti e indietro nel tempo? Ma de che stamo a parlà ancora de 'o spirito santo, 'a cosa, 'a pastorella... ma stamo a scherzà? (da Parla con me, 2 marzo 2008)“

„Suona il molle flauto che ripete il tuo nome e ti invita; | e per lui, o fiorente, conta anche il polline portato dal vento dopo aver toccato il tuo corpo; | sulla riva della Yamunā dove sempre c'è un poco di vento sta nella foresta l'inghirlandato di bosco, | le mani ansiose tremanti di premere i seni ricolmi alla pastorella. (118; in Poesia indiana classica)“


Ignazio Silone foto
Ignazio Silone 111
scrittore italiano 1900 – 1978
„Fra Angelo. Tu non credi ai miracoli?
Fra Ludovico. Sì, posso credervi quando riguardano innocenti pastorelle, e anche allora però con la dovuta prudenza. Ma il conclave è composto di cardinali, che sono uomini tutt'altro che ingenui, tutt'altro che innocenti, tutt'altro che disinteressati [... ].
Fra Angelo (lo interrompe). Anche i cardinali, fra Ludovico, voglio dire, se preferisci, perfino i cardinali sono creature di Dio, a lui soggette.
Fra Ludovico. Però Cristo non dimostrò mai il minimo interesse verso di loro. (2006, p. 69)“

Simone Perotti 30
scrittore italiano 1965
„I dittatori non servono quando la gente è già china sotto il mantello dorato del benessere. È già disposta a tutto pur di mantenere la propria condizione di privilegio, al prezzo della sua paura, soddisfatta dai suoi avanzamenti, incurante del costo esistenziale e sociale che tutto questo comporta. Un esercito di schiavi convinti di essere liberi può essere condotto anche da un pastorello, non serve la polizia. (libro Adesso basta: Lasciare il lavoro e cambiare vita)“

Marcello Macchia foto
Marcello Macchia 147
comico italiano 1978
„Che devozione! (Pastorello Girolamo al cospetto di Padre Maronno)“

Curzia Ferrari 16
poetessa, giornalista e scrittrice italiana 1929
„Ejzenstein in un suo spettacolo, lo aveva rappresentato con un costume diviso in due parti: mezzo pastorello in camicia con brachesse e stivali, e mezzo damerino in abito da sera, tal quale egli si descrive nel poema L'uomo nero. Da una parte le radici e il rimpianto, dall'altra il frequentatore di night-club e teatri, il mettiscandali internazionale. Può apparire un'interpretazione superficiale per un poeta che scrisse sempre in limine mortis; ma è una bipolarità che, a grandi linee, ribadisce il tanto discusso dissesto dell'io eseniano.“

Marcello Macchia foto
Marcello Macchia 147
comico italiano 1978
„Pastorello Girolamo: Padre l'acqua bolle, butto la pasta...
Padre Maronno: E se poi te ne penti?
Pastorello Girolamo: È santo! È santo!“